L'ITALIA RIPARTE SOLO ATTIRANDO I RICCHI E I BRAVI E CACCIANDO I POVERI E INCAPACI


LA SFIGA DI GIANNI VILLA E I TASSI NEGATIVI

in un mondo deflattico l'unica soluzione e' detenere soldi sul conto corrente. Ma è troppo semplice e non piu' sufficiente..infatti in questo mondo la valuta non e' rappresentativa di oro o di capacita' di produrre ricchezza (PIL) ma i soldi sono rappresentativi di debiti che non verranno mai pagati (valuta fiat)
quindi in questo mondo deflattivo i governanti per evitare una deflazione di proporzioni bibliche dove tutti deterrebbero soldi sul conto corrente in attesa che il mondo imploda...STANNO INTRODUCENDO TASSI NEGATIVI...
In questo modo le banche sono disincentivate a detenere soldi in conto della tesoreria centrale (BANCA CENTRALE) e fra poche settimane anche i privati potrebbero essere colpiti da tassi di interesse negativi sul loro conto corrente ...

IMMAGINATEVI GIANNI VILLA, QUARANTENNE CON UN LAVORO DA 2500 EURO AL MESE E CHE HA EREDITATO DAL PAPA 2 MILIONI (la sua ancora di salvezza). 
Ha depositato i 2 milioni in una solidissima Banca Svizzera nel gruppo di acquisto di MERCATO LIBERO ed è convinto che quei soldi rimarranno protetti per sempre....rappresentano il futuro per lui e per la sua famiglia...e sono il frutto del lavoro di un paio di generazioni..
ebbene da aprile le banche  centrali tutte..introducendo tassi pesantemente negativi ...obbligheranno le banche a tassare la liquidita'...ebbene quei due milioni dopo 12 mesi varranno 1.900.000....e dopo due anno 1.800.000 e via di seguito (i tassi negativi al 5% e' una ipotesi di uno studio di JP MORGAN e non una cazzata di un povero blogger)
Credo che a Gianni Villa verra' una sincope....sopratutto se ......
beh Gianni Villa crede di essere  furbo...e allora va in banca a ritirare il contante...il poveretto non sa che in tutto il mondo verra' introdotta una tassa al ritiro del contante in banca pari ai tassi negativi a un anno.
 
Poco male ...pensera' Gianni Villa...MEGLIO PERDERE UN PO' UNA VOLTA SOLA ..MA GARANTIRSI QUEI RISPARMI IN UNA CASSETTA DI SICUREZZA..TANTO VALE RITIRARLI E SPENDERLI MAN MANO...
peccato che ogni volta che li spendera'...gli stati nel mondo tasserano l'uso del contante verso l'uso della moneta elettronica (e statene certi con la tecnologia di oggi è iperfacile) insomma..vai al ristorante e paghi con bancomat...il costo sara' di 100 euro, se paghi in contanti sara' di 105 euro con un 5% di tassa governativa.
Ma non solo...se un Gianni Villa qualunque dovesse trovarsi oggi con una grossa cifra in contanti e volesse ridepositarla in banca ...ecco che il suo nome verrebbe passato al volo alla AGENZIA DELLE ENTRATE E ALLA GUARDIA DI FINANZA PER ACCERTAMENTI..con ilrischio di pagare multe salate (reddito nascosto) e di incorrere in procedimenti penali pesantissimi (introdotto post voluntary il reato di autoriciclaggio).
INSOMMA ..IL SISTEMA GOVERNATIVO RIUSCIREBBE IN POCO TEMPO A FAR VALERE IL CONTANTE MENO DEL DENARO ELETTRONICO

(da qui in avanti prendo spunto da icebergfinanza )
o pensiamo all'idea di  Gregory Mankiw professore ad Harvard che ha proposto un ingegnoso sistema per rendere meno attraente detenere moneta. Immaginatevi che la Fed dovesse annunciare, entro un anno da oggi che tutte le banconote che terminano per una determinata cifra devono essere messe fuori corso legale, improvvisamente il 10 % della moneta in circolazione sparirebbe. Tale mossa consentirebbe alla Fed di tagliare i tassi sotto zero.
That move would free the Fed to cut interest rates below zero. People would be delighted to lend money at negative 3 percent, since losing 3 percent is better than losing 10. Of course, some people might decide that at those rates, they would rather spend the money — for example, by buying a new car. But because expanding aggregate demand is precisely the goal of the interest rate cut, such an incentive isn’ta flaw — it’sa benefit.

Date un’occhiata a questo post sul NEWYORKTIMES del 2009
Si parla di Fed, oggi in acque inesplorate e allora, via con gli esperimenti demenziali….
” (…) So why shouldn’t the Fed just keep cutting interest rates? Why not lower the target interest rate to, say, negative 3 percent? At that interest rate, you could borrow and spend $100 and repay $97 next year. This opportunity would surely generate more borrowing and aggregate demand. Ovviamente il problema è che nessuno presta denaro per vederselo restituire decurtato dal supremo interesse dello stimolo alla domanda aggregata e allora perchè non rendere oneroso detenere liquidità……Ebbene la soluzione la trovate sopra……un giro di roulette e se la pallina si ferma sul numero finale 1 tutte le banconote in circolazione che terminano per 1 non avranno più alcun corso legale…..e perchè non magari fare la stessa cosa con l’oro, mettendolo fuori corso legale già che ci siamo, l’appetito vien mangiando!

E dopo Mankiw ecco apparire Buiter….
I agree with Greg Mankiw [1] that it is time for central banks to stop pretending that zero is the floor for nominal interest rates. There is no theoretical or practical reason for not having the Federal Funds target rate and market rates at, say, minus five percent, if that is what your Taylor rule, or whatever heuristic guides your official policy rate, suggests.
Non arrivo a tradurvi tutto ma vi consiglio di leggervi questi articoli, altro che paese delle meraviglie…….ma qui c’è un bel articolo in italiano sulla questione
 Temperatura_Polare_alla_BCE
THE_WONDERFULWORLD_OF_NEGATIVE_NOMINAL_INTEREST…  il meraviglioso mondo dei tassi di interesse nominali negativi,
NEGATIVE_INTEREST_RATES_WHEN_ARE_THEY_COMING_TO_A_CENTRAL_BANK_
NEAR_YOU

Ieri per l’ennesima volta la Banca centrale svedese è scesa ancora più in profondità… Lo spettro della deflazione manda in crisi la Banca Centrale svedese che, in modo assolutamente inatteso e non unanime, decide di addentrarsi nuovamente nel territorio inesplorato dei tassi negativi.La Riksbank ha infatti tagliato ancora il costo del denaro di 15 punti base al -0,50%, una mossa più ampia di quanto atteso dagli analisti, per tentare di risollevare gli anemici prezzi.
Ieri per la prima volta anche una banca francese come Société Générale è andata giù a piombo sfiorando una perdita del 14% in uno solo giorno. Il resto del settore finanziario è stato un falò, l’attività classica di intermediazione delle banche distrutta in un istante, con la repressione finanziaria che verrà.
I banchieri centrali, si stanno prendendo una responsabilità enorme distruggendo in risparmio.
ATTENTI ALLE ASSICURAZIONI ..PER LORO C'E' L'INCUBO DEI MILIARDI DI POLIZZE A CAPITALE GARANTITO..IN UN MONDO A TASSI NEGATIVI PER LORO SARA' IL FALLIMENTO (a meno che i governi impongano una nuova legge che elimini dai contratti assicurativi quella clausola....tutto sommato in dittatura il cambio delle regole e delle leggi e' normale...e il cittadino perde le sue liberta' e le sue certezze.....perdendo per sempre fiducia nello stato
In Svizzera, Germania, ma non solo, le assicurazioni stanno tremando da tempo con i tassi minimi garantiti spesso al 2 o 3 % rileggetevi…
TASSI NEGATIVI: PENSIONI GRUVIERA!
La Yellen ieri ha ribadito le incertezze sulla questione legale dei tassi negativi!
(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) – New York, 10 feb – Nel 2010, con un’economia ancora alle prese con gli strascichi della peggiore crisi finanziaria dalla Grande Depressione degli anni ’30 del secolo scorso, la Federal Reserve aveva “esplorato le opzioni per stimolare la crescita. Ma non abbiamo guardato alle questioni legali” associate a un taglio in negativo dei tassi. Lo ha detto Janet Yellen nella sua testimonianza semiannuale alla commissione dei Servizi Finanziari della Camera al Congresso Usa. Il governatore della banca centrale Usa ha dichiarato che quella legale “e’ una questione che dobbiamo ancora investigare piu’ attentamente anche se non sono a conoscenza di fattori che impedirebbero” alla Fed di portare in negativo i tassi. Al deputato che le ha chiesto se dal 2010 la Fed abbia nuovamente preso in considerazione un simile decisione (adottata recentemente dalla Bank of Japan ma anche da altri istituti come la Banca centrale europea), Yellen ha risposto: “guardiamo sempre alle opzioni a disposizione”.
come dicevamo sopra  anche quelli di JPMorgan si sono dati da fare a prevedere nuovi tassi negativi sino a livelli mai immaginati nella storia…
Ora la banca d’affari jpmorgan prevede che  la BCE taglierà i tassi sui depositi bancari fino a -4,5%, dopo averli abbassati fino a -0,7% entro la metà di quest’anno: la Bank of Japan potrebbe abbassarli fino a -3,45% e la Svezia fino a -3,27%. E se alla fine la Fed dovesse arrendersi anch’essa alla nuova era di tassi negativi, secondo JPM potrebbe tagliarli fino a -1,3%, a fronte dei tassi -2,69% ridotti dalla Bank of England.

Attenzione prima o poi l’inflazione riesploderà nuovamente!....quando tutti i tassi saranno  pesantemente negativi ...sara' sufficiente congelare tutte le obbligazioni statali e farle diventare irredimibili.. a quel punto i governi avranno congelato a tassi negativi il loro enorme debito e potranno far ripartire l'inflazione....
Quei bond che non saranno piu' negoziabili assumeranno valori sempre piu' prossimi allo zero (grazie alla inflazione) ma non saranno piu' vendibili. Alle banche sara' concesso metterli a bilancio a 100 e lasciarli li' per 100 anni tranquilli.
Inflazione feroce (petrolio a 200 dollari in pochi anni) creata stampando moneta e distribuendola direttamente...(come in venezuela)...la moneta perde valore....l'economia inflazionata riparte in qualche modo... i tassi di interesse salgono..e i bond delle corporation crollano di valore ...
INTERESSANTE SARA' LA FUGA DAI FONDI COMUNI DI PIMCO, BLACKROCK, TEMPLETON E TUTTA QUELLA MERDA LI'....CHE NON FARA' CHE PERDERE SOLDI A DISMISURA....E IL POVERO GIANNI VILLA QUALUNQUE DA MILIONARIO SI RITROVERA' PEZZENTE.

COME EVITARE TUTTO QUESTO? CON UNA ATTENTA E OCULATA GESTIONE DEL CAPITALE..SPOSTANDOSI SU ASSET CLASS CHE VIA VIA PRENDERANNO VALORE CORRENDO VIA DA TRAPPOLE CHE SI RIVELERANNO MORTALI ...L'OLOCAUSTO E' SOLO AL PRIMO ATTO...LA STRADA E' LUNGA..E IN MEZZO MOLTI STATI PAGHERANNO CON IL DEFAULT LA LORO INCAPACITA' DI GESTIRE QUESTI CAMBIAMENTI...FACENDO SPROFONDARE NELLA POVERTA' I MILIONI DI GIANNI VILLA QUALUNQUE...
chi è interessato ai nostri portafogli e ai nostri servizi di capital protection si metta in contatto : MERCATILIBERI@GMAIL.COM
WMO E MERCATO LIBERO QUELLO CHE I PROMOTORI E I PRIVATE BANKERS NON VI DIRANNO MAI!

Share/Bookmark

8 commenti:

Anonimo ha detto...

Ti dico una cosa Paolo..se scoppia l' inflazione io godo..
ho investito quasi tutto in miniappartamenti affittati on centro città....

Anonimo ha detto...

Beh alla fine credo che sia saggio tenere oro e contanti. Se metteranno l'oro fuorilegge nascerà il mercato nero dell'oro. Qualcuno che compra l'oro si trova sempre. Come per la droga. È proibita ma c'è sempre chi vende e chi compra. Tassato l'uso del contante. Ok non faranno che aumentare la deflazione e il 5% che pago al ristorante lo recupero con la rivalutazione delle banconote che tengo nel materasso. Aboliscono il contante? Ok a costo di fare diventare moneta i fustini di detersivo o i pacchi di pasta il mercato troverà una alternativa per commerciare senza usare il bancomat per obbligo di legge.

Anonimo ha detto...

Mi scusi Barrai, ma non basterebbe che gli stati già ora dicessero che il loro debito non lo restituirànno mai per ripartire. Non capisco.

Anonimo ha detto...

Questa storia dei tassi negativi mi sembra una grande sciocchezza, toglie redditività alle banche, già massacrate, e risulta deflattiva e difficile da gestire. Presto ci si accorgerà che è una pessima idea per tutti, meglio QE a ripetizione per far ripartire in modo "sano" l'inflazione e fregare dolcemente risparmiatori, pensionati e percettori di rendite.

Anonimo ha detto...

Con i tassi negativi il mio conto in rosso con la banca si ripaga da solo? isnt cute??!!??

Anonimo ha detto...

E poi scusate ma allora i prezzi delle case? dovranno tornare a salire.... e tutti i beni reali. Chi piu chi meno.

Anonimo ha detto...

"peccato che ogni volta che li spendera'...gli stati nel mondo tasserano l'uso del contante verso l'uso della moneta elettronica (e statene certi con la tecnologia di oggi è iperfacile) insomma..vai al ristorante e paghi con bancomat...il costo sara' di 100 euro, se paghi in contanti sara' di 105 euro con un 5% di tassa governativa."

quanto sopra riportato, usando il linguaggio del padrone di casa, mi sembra una grande stronzata.
già oggi se vai al ristorante, non in osteria o in pizzeria per intenderci, e "mostri" i contanti quei 100€ diventano 90€ ;-) se non meno ;-))

da che mondo è mondo, ma specialmente in itaGlia, se dovessero eliminare il contante il conto al ristorante, per non dire altre realtà, scenderebbe di un ulteriore 10% Credimi......

P.s.: ma perchè cazzo devo pagare un intermediario cialtrone ed inefficiente!!!

cordialmente,

foibar

foibar

Anonimo ha detto...

Interessi negativi e tassazione sul contante... vuole dire forzare la gente a comprare qualsiasi bene durevole. Visti anche i tassi negativi che cosa significano per i mutui, potrebbe nascere una bolla immobiliare tale da far impallidire qualsiasi altra bolla conosciuta fino ad ora. Pensateci: MPS mi presta i soldi al -3% (che prende dalla BCE al -5%). Io italiota che ci faccio dei soldi che perdono valore con i tassi negativi? mi compro una bella casa, che tra l'altro piace all'italiota. Gioco fatto. Fino a quando scoppierà tutto. Perché dopo i tassi negativi non rimane più nulla, se non una guerra. E comunque salirebbe ogni bene percepito come durevole. Case, come detto, auto d'epoca e non, mobili, arte, oggetti rari... sarebbe una bolla mostruosa. Che ne dici Paolo, potrebbe essere un business del futuro?