L'ITALIA RIPARTE SOLO ATTIRANDO I RICCHI E I BRAVI E CACCIANDO I POVERI E INCAPACI


ETH - ETHEREUM SCALDA I MUSCOLI? AL VIA IL SERVIZIO SEGNALI DI TRADING! APERTE LE PREISCRIZIONI

 il segnale su ETH dove potra' portare il prezzo ? Per poter muovere i primi passi  con intelligenza e con un giusto parner ti proponiamo BIGBIT . I segnali di trading su cryptocurrencies sono  il nuovo servizio di WMO  che partira' a giorni!
per iscrizione
MERCATILIBERI@GMAIL.COM
 costo :
1000 euro abbonamento annuo 
Pagamento in Bitcoin sconto 22% (arriva fatturazione in franchi svizzeri da parte della nostra societa') Lo sconto varra' per il solo periodo di lancio.
 Dopo i primi due mesi si potra' restituire l'abbonamento se e solo se  i segnali di trading non hanno generato un profitto! (tutta l'attivita'  e' documentato grazie a una sofisticata piattaforma di social trading dove dovrete iscrivervi gratuitamente) . WMO si impegna a restituire il 95% del valore dell'abbonamento.
L'obiettivo che ci prefiggiamo non e' di triplicare il capitale in pochi mesi come qualcuno racconta in rete, ma di generare alti rendimenti superiori al 50% per anno.  (l'obiettivo che annunciamo non fornisce nessuna garanzia che tale risultato potra' essere raggiunto. Fare trading nel mercato delle cryptovalute è sicuramente una attivita' a rischio elevato ..ma viene fatta senza utilizzare leve e quindi  meno rischiosa che investire in futures, derivati o forex a leva)
Il servizio di segnali di trading su cryptocurrencies prevede l'apertura  di almeno due conti su due exchanges da noi utilizzati per segnalare i prezzi e aver gia' spostato la liquidita' necessaria su tali exchanges.
Abbiamo un accordo di vendita esclusiva in tutto il mondo di questi segnali di trading che sono preparati  dal nostro partner di HK.  
chi è interessato puo'scriverci indicando:
NOME E COGNOME
INDIRIZZO 
CODICE FISCALE 
RECAPITO TELEFONICO
A tutti gli interessati verra' inviato un documento dove si spiega sia l'attivita' sia tutto quello che dovra' essere predisposto da parte del trader per poter essere operativo.
Solo a quel punto l'utente decidera' se sottoscrivere l'abbonamento.

e...attenzione all'effetto Trump sul Bitcoin!!1




Share/Bookmark

TRUMP E BITCOIN : UN LEGAME INDISSOLUBILE E STORICO! BITCOIN BACK TO 1000! TRUMP WILL MAKE BITCOIN GREAT AGAIN

“I do solemnly swear (or affirm) that I will faithfully execute the office of President of the United States, and will to the best of my ability, preserve, protect and defend the Constitution of the United States.”
 questo è il giuramento che Trump fara' domani! il mondo entrera' in una nuova era di maggiore instabilita' e di forti cambiamenti dei poteri precostituiti..basta pensare ai rapporti fra Cina e usa..Usa e Messico...e poi Usa e Germania..per non dimenticare l'inghilterra, l'ITALIA STESSA POTREBBE SUBIRE UNA DRAMMATICA USCITA DALL'EURO
 la visione del mondo secondo trump è destinata a creare INCERTEZZA e questo non puo' che portare ad aumentare l'importanza nel mondo di una valuta ditale riconosciuta. LUNGA VITA AL BITCOIN

IL NOSTRO VEICOLO DI INVESTIMENTO E' UN MODO COME UN ALTRO PER PROTEGGERE IL PATRIMONIO INDIVIDUALE. UNA OPPORTUNITA' UNICA NEL SUO GENERE IN ITALIA 

Share/Bookmark

FALLIMENTO PATUELLI - PRESIDENTE DELL'ABI CONTRO IL BITCOIN - UN ERRORE DIETRO L'ALTRO

"Io Antonio Patuelli mezzo centesimo di euro non l'investo nemmeno morto in nessun fattore che non abbia una regolamentazione" come il Bitcoin, la moneta virtuale creata nel 2009. Così il presidente dell'Abi nel corso del forum online di Agi "Viva l'Italia". "Io sono per la legalità e quindi ho una costruzione logica che che è obbligatoria per tutti i cittadini di sistemi che abbiano una Costituzione"

EBBENE, BANCA DI ITALIA CONOSCE IL BITCOIN E PERMETTE INVESTIMENTI DI MILIONI DI EURO A UNICREDIT, INTESA E SELLA .....
L'AGENZIA DELLE ENTRATE LO HA REGOLAMENTATO...
CHE FIGURA POVERO PATUELLI...A CAPO DI UNA ASSOCIAZIONE FALLIMENTARE SOTTO TUTTI I UNTI DI VISTA, INCAPACE DI INNOVARE
 INSOMMA PATUELLI E' ESATTAMENTE IL MIGLIOR RAPPRESENTATE DEL SISTMA ITALIA E DEL SISTEMA BANCARIO ITALIANO!

Share/Bookmark

ONECOIN IL BORSEGGIO FINALE

ONECOIN IL BORSEGGIO FINALE
PAROLE SENZA SENSO DI UNA DONNA IN PREDA AL TERRORE , LEGGE QUELLO CHE DEVE DIRE..UN CAMBIO A 360 GRADI DELLA STRATEGIA ..POCHE SPIEGAZIONI...LA CHIUSURA DELLA LORO BORSA (CHE GIA' NON FUNZIONAVA) UN DISPERATO TENTATIVO DI PRENDERE TEMPO...E POI..POI LA FINE DI MILIARDI DI RISPARMI...

Share/Bookmark

WAITING FOR DRAGHI ..MA IL FOCUS RIMANE TRUMP DOMANI 20 GENNAIO



Share/Bookmark

VENDITE RECORD DI TITOLI GOVERNATIVI AMERICANI DA PARTE DEI CINESI CHE FANNO CASSA (RISERVE IN CROLLO)



Share/Bookmark

DIMON, JPMORGAN: L'EUROPA RISCHIA LA DISTRUZIONE

IL PRESIDENTE TRUMP FARA ACCORDI CON CINA INGHILTERRA E RUSSIA? SE SARA' COSI' L'EUROPA RISCHIA DI ESSERE TAGLIATA FUORI E DI CROLLARE COME SISTEMA..BRUCIANDO MILIARDI DI RISPARMI
The euro region could break up if political leaders don’t get to grips with the discontent that’s spurring support for populist leaders across the continent, JPMorgan Chase & Co. Chief Executive Officer Jamie Dimon said.
Dimon said he had hoped European Union leaders would examine what caused the U.K. to vote to leave and then make changes. That hasn’t happened, and if nationalist politicians including France’s Marine Le Pen rise to power in elections across the region “the euro zone may not survive,” Dimon, 60, said in a Bloomberg Television interview with John Micklethwait.
“What went wrong is going wrong for everybody, not just going wrong for Britain, but in some ways it looks like they’re kind of doubling down,” Dimon said in the interview Wednesday at the annual meeting of the World Economic Forum in Davos, Switzerland. Unless leaders address underlying concerns, “you’re going to have the same political things about immigration, the laws of the country, how much power goes to Brussels.”
Dimon’s remarks on Europe were unusually pessimistic, coming in a wide-ranging interview in which he also criticized regulations that he said stunt economic growth. But he reiterated optimism for President-elect Donald Trump. Minutes later, Goldman Sachs Group Inc. Chief Executive Officer Lloyd Blankfein also expressed concern about Europe, telling CNBC that leaders are facing a backlash in the midst of a long, complicated process to create an economic bloc.
‘Finding Pain’
“That’s complicated, that’s very hard to do,” said Blankfein, 62. “It’s not done, and it’s not accomplished. We’re finding the pain of that.”
The Netherlands’s Geert Wilders and France’s Le Pen are among politicians that have won support for their opposition to the European Union.
Wilders’s Freedom Party has been leading in polls ahead of March 15 parliamentary elections. And polls have suggested Le Pen may finish second in the initial round of France’s presidential elections on April 23, and lose a May 7 runoff to center-right candidate Francois Fillon. Le Pen has called for France to exert more control over its economic policy, money, legislation and borders.
The bottom line is that Europe must become more competitive, Dimon said. “I say this out of respect for the European people, but they’re going to have to change,” he said. “They may be forced by politics, they may be forced by new leadership.”
Trump’s Team
Dimon said he isn’t as worried about the future of the U.S. under Trump, whose own rise drew on a populist movement. The real estate mogul and reality TV star is enlisting “very serious people” for his administration, such as Goldman Sachs alumni Steven Mnuchin and Gary Cohn, who’ve been tapped to lead the Treasury Department and help oversee White House economic policy.
“The side that people are worried about a little bit, and I think is may be blown out of proportion, is trade,” Dimon said. “They’re listening to tweets and one-liners and statements” from Trump. But in his book, “The Art of the Deal,” the president-elect “will tell you he does that” as a tactic, Dimon said.
Asked about a concerns Trump may start a trade war with China, Dimon said he’s not worried. “I think these very rational people will be very thoughtful when they go about the actual policy,” he said.
Easing Rules
Dimon said he doesn’t want the government to rip up the Dodd-Frank Act, the package of rules Congress passed in 2010 to prevent future financial crises. He has criticized the legislation for years as inconsistent and counterproductive to economic growth.
Instead, policymakers “should open it up, look what worked, look what didn’t, recalibrate it, modify it, change it, to accomplish what we want to do, which is what I call good regulation, not just more regulation,” he said.
Regulators should also reexamine requirements for bank capital and liquidity ratios, which Dimon said are preventing strong firms from lending more. The regulations are forcing JPMorgan and competitors to sideline hundreds of billions of dollars.
“If you look at the whole banking industry, I think there’s a way to go to let them be free to do their job,” Dimon said.

Share/Bookmark

LA YELLEN RAFFORZA IL DOLLARO E FA SCENDERE L'ORO....MA TASSI PIU' ALTI INDICANO UN DOLLARO PIU' FORTE...COME TRUMP CONCILIERA' LE DUE POSIZIONI?

Janet Yellen, the Fed chair, has warned that the US risks a “nasty surprise” if it waits too long to continue raising interest rates, adding that she expects the US central bank to tighten monetary policy a few times a year until 2019.
. But on the cusp of Donald Trump’s inauguration as an economy-focused president, she also said slow productivity growth meant the US’s “usual” rate of economic expansion would be “significantly slower than the post-world war two average”. Mr Trump will inherit an economy in much stronger shape than the one left to President Barack Obama, with Ms Yellen noting in a speech that the US is close to maximum employment and that inflation is moving towards the Fed’s 2 per cent target. Following the Fed’s December decision to raise short-term interest rates for the second time in a decade, Ms Yellen said on Tuesday: “Waiting too long to begin moving toward the neutral rate could risk a nasty surprise down the road — either too much inflation, financial instability or both.” Delaying could force the Fed to catch up by raising rates rapidly, she said, which could in turn push the economy into a new recession. 
 Fed officials prepare ground to cut bank’s $4.5tn balance sheet Trump fiscal stimulus could bring forward day when trimming starts Providing new insights into the stance of Fed policymakers, she said: “As of last month, I and most of my colleagues . . . were expecting to increase our federal funds rate target a few times a year until, by the end of 2019, it is close to our estimate of its longer-run neutral rate of 3 per cent.” Longer-term, she said that while economists did not fully understand the causes of a slowdown in US productivity growth, the trend implied lower-than-average growth and a neutral interest rate of 3 per cent — a full percentage point lower than the Fed’s estimate three years ago.

Share/Bookmark

ATTENZIONE REBUFFO CI RIPROVA : TRADING SU CRIPTOVALUTE : DIVENTA RICCO IN POCHE ORE.....SIAMO A POSTO

Blockchain: la nuova tecnologia che farà
triplicare il tuo capitale in pochi mesi 

VENGHINO SIORI E SIORE...REPORT GRATUITI, ANONIMATO DEI TRADER (REBUFFO) ...INSOMMA IL SOLITO CINEMA MEDIATICO ANNI 80 PER PRENDERE QUACHE POLLO NEL BUSINESS DELLE CRIPTOCURRENCIES


MI VENGONO IN MENTE I SUOI FANTASTICI SERVIZI:
INVESTIRE DOPO LA CRISI...STRATEGIE PER INVESTIRE ECC ECC
E LE SUE IDEE SULL'ORO QUANDO ERA A 1700, O SUL RUBLO PRIMA DEL GRANDE CROLLO, E COME DIMENTICARE IL DOLLARO A 1,38 CHE DOVEVA FALLIRE?)
ADESSO CONTINUA CON UN NUOVO ECCITANTE SERVIZIO SUL TRADING DI CRIPTOVALUTE...PREGATE IDDIO CHE NON FACCIA LA FINE DEGLI ALTRI SERVIZI....


IL SEGRETO DI PULCINELLA...PIZZA E BITCOIN PER TUTTI
chi vuol sapere il sito segreto (come la maschera di Pulcinella) sul quale puo' scaricare i report gratis e segnali gratis....dopo aver sfogliato le solite 1500 pagine di lavaggio del cervello mi contatti pure:
MERCATILIBERI@GMAIL.COM 

MA DITEMI COME SI FA A CASCARE IN UN MARKETING COSI' NAZIONAL POPOLARE E BECERO da ITALOPITECO?

Share/Bookmark

ONECOIN PUZZA DI TRUFFA! E ATTENZIONE NULLA A CHE VEDERE CON BITCOIN! PAROLA DI BUSINESSINSIDER

RIPORTIAMO UN ARTICOLO DI  LORENZ MARTINI DI BUSINESS INSIDER CHE ASSOCIA LA PAROLA TRUFFA A ONECOIN.
come sapete Mercato Libero è stato diffidato due volte da AVVOCATUCCOLI italiani che proteggono gli interessi di VENDITORI DI ONECOIN....che Business Insider definisce TRUFFA

ricordatevi.....dei nomi e dei cognomi dei venditori di ONECOIN...se dovesse succedere che è una truffa....andate a cercarli sotto casa e se la giustizia non arriva...SAPETE BENE COSA DOVETE FARE....!!! Per il solo rispetto verso la vostra famiglia e i vostri figli...il patrimonio va difeso da ladri e truffatori...e se nion lo fate siete dei BIFOLCHI RINCOGLIONITI

OneCoin: no, non è bitcoin e puzza di truffa lontano un miglio
Lorenz Martini

«La mia vita è migliorata sensibilmente. Dai 700 euro di pensione al mese di alcune settimane fa, oggi ne guadagno ben oltre i 20 mila a settimana». Parola dell’alto atesina Josefine. Accanto a lei, sul palco della sala meeting gremita, c’è Anton Federspiel, che invece di euro a settimana dice di guadagnarne 90 mila. Insieme, sorridenti, invitano gli astanti ad arricchirsi anche loro grazie alla rivoluzione della criptovaluta OneCoin… La scena, raccontata dal quotidiano sudtirolese “Tageszeitung” il 6 gennaio 2017, descrive uno dei migliaia di incontri che negli ultimi anni si ripetono in ogni angolo del mondo. Meeting con un unico scopo: far aderire più gente possibile al Onecoin.
Attenzione, non abbiamo detto bitcoin, la moneta elettronica nata nel 2009, che ha creato immense fortune. No, qui si parla di OneCoin, una piccola differenza nel prefisso che cela una differenza sostanziale: la prima è una moneta virtuale che genera valore, scambi e, soprattutto, è immediatamente convertibile in Euro. La seconda semplicemente non esiste, e, a detta di molti esperti, non sarebbe neanche una criptovaluta, cioè una valuta digitale basata su algoritmi di crittografia.
Al contrario del bitcoin, infatti, il OneCoin sarebbe minato alle origini dall’assenza di un codice sorgente opensource e di una blockchain aperta (il database pubblico che raccoglie tutte le transazioni effettuate), condizioni che permetterebbero ai gestori della OneCoin Ltd – società proprietaria della valuta, con sede a Gibilterra cui fanno capo varie controllate come OneLife, Easy Life Srl – di controllare direttamente le transazioni degli utenti e di poter variare il valore nominale della moneta elettronica, gonfiandolo o deprezzandolo a proprio piacimento.
Inoltre, altra differenza col bitcoin, il OneCoin non può essere convertito né in altre criptomonete, né scambiato (se non all’interno del circuito dei partecipanti), né speso. Chi li ha già acquistati, se li deve tenere, in attesa del giorno in cui, spiegano dalla OneCoin Ltd, tutti i OneCoin disponibili saranno stati venduti e si darà il via libera alla convertibilità. Quando ciò dovrebbe accadere, non è dato saperlo. Nel frattempo, la signora Josefine continuerà ad accumulare soldi virtuali e a sentirsi ricca. Pur rimanendo una pensionata a 700 euro al mese!
Nonostante tutti gli indizi facciano pensare a una possibile truffa – il più classico degli schemi Ponzi per intenderci – centinaia di migliaia di risparmiatori in tutto il mondo stanno abboccando. Tanto che il 26 dicembre 2016 l’Autorità Garante per della Concorrenza e del Mercato, prima autorità in Europa, ha intimato alla One Network Services Ltd, responsabile per la vendita della criptomoneta in Italia, e ai gestori del sito Onecoinitaliaofficial.it, la sospensione immediata di “ogni attività diretta alla promozione ed alla diffusione della criptomoneta OneCoin e dei pacchetti di formazione ad essa collegati”.
Il Garante, attivato da Consob e Centro Tutela Consumatori e Utenti, ha rilevato “pratiche commerciali” scorrette che “consistono nel fornire una rappresentazione incompleta, poco trasparente e non veritiera in merito:
ai termini e alle condizioni del Programma proposto ai consumatori;
alla natura effettiva degli impegni che il consumatore assume sottoscrivendo l’adesione al sistema OneCoin;
alle reali possibilità di conseguire guadagni aderendo allo schema proposto;
alle concrete possibilità di conversione della criptomoneta OneCoin”.
Non solo: “con specifico riguardo alle modalità di promozione della criptomoneta OneCoin e dei pacchetti-formazione ad essa collegati”, scrive il Garante, “risulta che la parte più consistente degli introiti conseguibili dall’attività promossa dai professionisti derivi non solo dall’acquisto della moneta virtuale in questione, quanto piuttosto dal pagamento delle quote che i consumatori sono chiamati a versare nel momento dell’adesione al sistema, i quali a loro volta, per raggiungere l’obiettivo, sembrano essere tenuti a reclutare altri consumatori – che vengono così a trovarsi nella medesima condizione – generando così ricavi considerevoli per la società One Network Services Ltd.; modalità queste, che appaiono riprodurre le dinamiche tipiche delle vendite piramidali”.
Una condanna che ha fatto il giro del mondo, ma che in Italia è passata quasi inosservata. Sarà perché su OneCoin sono aperte indagini in Norvegia, Finlandia, Ungheria, Australia, Cina e Colombia. L’Autorità di vigilanza tedesca sui mercati finanziari (BAFIN) ha un dossier lungo un chilomentro, l’Autorità Garante Svedese idem e la Polizia Londinese “consiglia vivamente” di evitare ogni rapporto economico. In Belgio l’ex deputato Laurent Louis, attivo sostenitore di OneCoin, è finito sotto inchiesta per truffa, violazione della legge bancaria e violazione delle norme anti-riciclaggio.
E non sorprende, visto che i promotori promettono guadagni anche del 5.000%! Grazie a un investimento iniziale di 130 euro (veri, mica virtuali!) – la soglia minima di ingresso -, in meno di due mesi si arriverebbe a guadagnarne 1.971, mentre investendone 12.500 è assicurato un ritorno di oltre 850 mila euro in due anni.
Naturalmente, in puro schema Ponzi, i ritorni promessi sono accresciuti da quante più persone il nuovo aderente riesce ad attrarre nel giro. Per ogni membro cooptato, la ricompensa è del 10%. In OneCoin, naturalmente! Tutti guadagni virtuali, che compaiono sul computer, mentre gli unici soldi reali sono quelli che finiscono nelle casse della OneCoin Ltd!
Chi aderisce?

Il partecipante medio agli incontri motivazionali è un pensionato o un disoccupato al quale, oratori professionisti accompagnati da filmati ingannevoli, ricordano che il treno dei bitcoin è sì passato, ma che può arricchirsi saltando su quello di OneCoin. Altro punto molto enfatizzato è che questa criptomoneta combatte la “dittatura della banche” e mette i risparmi al riparo da inflazione e prelievi fiscali. Nella seconda parte degli incontri (duranti i quali è severamente vietato fare domande) viene spiegato il meccanismo grazie al quale è possibile la miracolosa moltiplicazione dei fondi. Una incomprensibile dimostrazione logico-matematica che mischia concetti macroeconomici e teorie finanziarie. L’unica cosa che viene detta è che la fee iniziale servirà per l’acquisto di pacchetti di formazione, un escamotage utilizzato per sviare l’accusa di aver creato una truffa piramidale. Secondo quanto raccontato da chi ai meeting c’è stato, il OneCoin viene anche descritto come “un investimento sicuro”. Se però tale fosse, i proponenti dovrebbero risultare alla Consob quali intermediari finanziari, inoltre andrebbe presentata la documentazione sulle caratteristiche dell’investimento e sul profilo di rischio. Naturalmente alla Consob non risulta nulla e di piani di rischio neanche l’ombra.
Chi si arricchisce veramente?
Ruja Ignatova, fondatrice di OneCoin. Foto dal sito OneLife
Ma chi c’è dietro a tutto il meccanismo? Una signora bulgara di nome Ruja Ignatova, donna d’affari che vanta un dottorato a Oxford, una laurea in Economia all’Università di Costanza e un passato in McKinsey, anche se i suoi titoli sono oggetto di “discussione”… Indiscutibile è invece la condanna per truffa ricevuta dalla nostra in Germania. Suo stretto collaboratore è Sebastian Greenwood, già coinvolto in un’altra oscura storia di multi level marketing finito male, quella di Uniaco-Site Talk. Con loro nel board compare anche Nigel Allan, anch’egli invischiato nella vicenda tutt’altro che chiara di Crypto 888. Insomma, una bella compagnia di giro.
Chi da anni sta denunciando il pericolo OneCoin è il sito http://truffacoin.com, il quale, nonostante le numerose diffide ricevute dagli avvocati riconducibili alla società bulgara, ha ricostruito parte del flusso di denaro versato dagli aderenti. I soldi, prima di perdersene le tracce, sono transitati su conti di banche tedesche, di Singapore, Hong Kong, Cipro e Tanzania… In Italia, per alcuni giorni, parte dei fondi sono confluiti anche su un conto Monte dei Paschi intestato alla Educamax Service Srl, società nata tre giorni prima dell’apertura del conto stesso, il cui amministratore e unico socio era tale Li De Xin, residente a Shenzhen (Cina). Monte Paschi lo ha chiuso quasi subito, insospettita dalla mole di denaro confluita su un conto di una società neonata. Così come in precedenza avevano fatto Commerzbank, Deutsche Bank e la canadese TD Bank.
Insomma, pur non potendo definire “l’operazione OneCoin” una truffa, per mancanza di sentenze passate in giudicato (ancora), i lati sospetti dell’intera faccenda sono sicuramente più numerosi di quelli cristallini. Quindi, un consiglio: se siete pensionati con la minima o disoccupati che vivono grazie a mamma e papà, lasciate stare, perché i “miracoli” in finanza non esistono, mentre di lupi è pieno il mondo, soprattutto nel web.

Share/Bookmark

VOLUNTARY DISCLOSURE

Il Decreto Legge 193 del 22 ottobre 2016, convertito con Legge 125/2016, ha riaperto i termini di adesione alla cosiddetta Voluntary Disclosure.Il Governo, con il citato Decreto Legge, non solo ha confermato l’impianto normativo introdotto con la Legge 186, ma ha anche introdotto alcune significative novità.
 
In particolare: i contribuenti che vorranno regolarizzare i propri patrimoni usando la cosiddetta Voluntary Disclosure bis dovranno fornire all’Agenzia delle Entrate non solo tutta la documentazione
necessaria ad effettuare i calcoli  per determinare imposte, sanzioni ed interessi, ma anche provvedere
direttamente al versamento delle somme dovute senza attendere che sia l’Agenzia delle Entrate ad effettuare la liquidazione del debito.
Per evitare che contribuenti e professionisti che li assistono effettuino i calcoli in modo errato, magari per difetto, se dai successivi controlli dell’Agenzia delle Entrate dovessero emergere  differenze significative, le relative sanzioni verranno maggiorate del 10 per cento.

Altra novità introdotta con il Decreto  Legge 193/2016 è la previsione di norme specifiche sull’emersione di contanti e titoli al portatore detenuti in cassette di sicurezza italiane; nuovo è, in particolare, il ruolo assegnato al notaio che dovrà presenziare all’apertura della cassetta il contenuto, redigendo un apposito verbale. Agli intermediari viene richiesto di “attrezzarsi”, sia sul piano giuridico che informatico, per gestire al meglio il particolare rapporto bancario nel quale dovranno essere versati contanti e titoli, in modo tale da assicurare la permanenza di un vincolo fino alla
Ma la vera rivoluzione che accompagna la Voluntary Disclosure bis è da ricercarsi nell’intervenuta sottoscrizione da parte di molti Stati, tra i quali Panama, di accordi per lo scambio di informazioni in ambito fiscale con l’Italia: va proprio ricercato in questi accordi il vero detonatore che potrebbe consentire di replicare i buoni risultati conseguiti con la prima Legge sulla collaborazione volontaria.

C’è tempo solo fino al 31 luglio prossimo per aderire al nuovo programma di autodenuncia.
 
WMO E' LEADER NEL CAMPO DELLA VOLUNTARY DISCLOSURE CON UFFICI DIRETTI A DUBAI,  PANAMA E BAHAMAS, OLTRE CHE OVVIAMENTE A LUGANO.
I nostri esperti sono fra i migliori sulla piazza e il costo del servizio gode di uno sconto significativo a vantaggio dei nostri lettori.
Inoltre regaliamo il nostro portafoglio asset allocation per il 2017 a tutti i clienti Voluntary, e i nostri partner bancari svizzeri offrono soluzioni ottimali per il mantenmento degli assets fuori dal paesi italia (post voluntary)
 
CONTATTA PER INFO: MERCATILIBERI@GMAIL.COM 




Share/Bookmark

DA DAVOS ARRIVA TANTO OTTIMISMO PER LA CRESCITA ECONOMICA

  Il presidente cinese a Davos difende a spada tratta la globalizzazione e traccia una linea di separazione con la politica dell'america di Trump.
 
Tuttavia l'outlook sulla crescita economica mondiale per il 2017 è in miglioramento...le prospettive sono, dopo anni di bassa crescita, di un aumento !!! IHS Markit ha rilasciato un report molto positivo sul 2017.
 
A new analysis released today at the World Economic Forum in Davos by IHS Markit   Global growth is  expected to increase from 2.5 percent in 2016 to 2.8 percent in 2017 and 3.1 percent in 2018.
“In 2017, the global economy will see a rebound in growth for first time since 2014,” said Nariman Behravesh, chief economist, IHS Markit. “The expectation that the incoming Trump administration will enact sizeable fiscal stimulus has increased optimism about the U.S. and the global economies. U.S. stock indexes are at record highs and interest rates and the dollar are rising. Data such as IHS Markit’s PMI surveys are already pointing to 2017 starting on a solid footing, with growth at the end of 2016 having gained momentum.”
Sempre secondo Markit, i paesi emergenti giocheranno un ruolo importante nella crescita economica mondiale“Emerging markets have really struggled in the past few years,” Behravesh said. “But, a growing global economy will mean that emerging markets can finally take a breath.” Economic fundamentals in most emerging markets have improved in the past couple of years and, with the exception of China, overall debt ratios are mostly down.  Commodity prices are rising and both consumer and business sentiment have improved. This means that these economies will be able to enjoy the fruits of a more upbeat global outlook.
TUTTAVIA MARKIT SOLLEVA IL RISCHIO DI UNA GUERRA COMMERCIALE E UN PROCESSO ANTIGLOBALIZZAZIONE CHE PUO' PORTARE A RISULTATI NEFASTI PER L'ECONOMIA MONDIALE
“Unfortunately, political and policy uncertainties as well as risks are higher now than they were a year ago,” Behravesh said at the World Economic Forum. “The rise of anti-globalization movements in the U.S. and Europe could result in policies that hurt growth. In particular, a trade war could push the U.S. and global economies into recession.”


Share/Bookmark

NON INVESTITE NEI CATTIVI BITCOIN SONO VOLATILI E CROLLANO DI PREZZO..MA SOPRATUTTO MANGIANO I BAMBINI


 NELLA FOTO UN BITCOIN CHE MANGIA I BAMBINI
 Ebbene si..questo è il pensiero della gente comune..quella che guarda la televisione e al mattino va sul sito del 24 ORE o di Repubblica..
Per non parlare degli idioti che credono alle parole di gente come Barisoni di radio 24...
i Bitcoin sono cattivi, dicono che mangiano i bambini oppure li picchiano lasciando il segno..
I bitcoin servono per i traffici illegali...droga, prostituzione pedofilia...anzi diro' di piu' i bitcoin servono ai trafficanti di armi ..per non parlare dei terroristi che usano bitcoin come fosse pane
E che dire poi dei cinesi che vanno contro la legge e comprano i bitcoin per evitare il crollo della loro valuta?I bitcoin sono eversivi..anarchici...CATTIVI!!!
Pensate con i Bitcoin si rischia di non dipendere piu' dalla schiavitu' bellissima delle banche, dello stato e delle grandi multinazionali! Per non parlare delle fantastiche tasse e dei controlli sull'individuo! Vuoi mettere ....il bitcoin con l'euro..il bellissimo e buono euro.....contro i CATTIVI BITCOIN?
Insomma io metterei la PENA DI MORTE per chi usa o vende i bitcoin
E poi..sono pericolosi...in un giorno possono perdere anche il 15%...lo ha scritto bene e a lungo Repubblica..e ne ha parlato anche la Rai..
Peccato che il prezzo del bitcoin a stasera si è triplicato in due  anni e raddoppiato in 12 mesi
Peccato che il prezzo di questa sera è quello del giorno di Natale e che la discesa di inizio anno era dovuta solo ALLA ENORME SALITA DEI GIORNI PRECEDENTI..
Una salita malsana..ma per i giornali il malsano era il crollo...roba da matti
 il nostro consiglio?
 state lontani cari lettori di Repubblica e amanti di Obama ed europeisti convinti dal CATTIVO BITCOIN.
Non investite nella criptovaluta ne nei veicoli di investimento che fanno trading di criptovalute!
Non prendete in considerazione neppure i segnali di trading su questa asset class...del resto chi se ne frega di guadagnare in un solo giorno il 9% sul bitcoin ...E' TROPPO PERICOLOSO...meglio un bel Btp allo 0,1% o qualche obbligazione bancaria...magari mi compro anche un fondo comune di investimento con prospettive di faRe un 3% ma di perdere un 10% se i tassi salgono
CHI INVECE NON VUOLE SEGUIRE I NOSTRI SAGGI CONSIGLI PUO' INVESTIRE NEL NOSTRO VEICOLO CHE INVESTE IN CRIPTOVALUTE , OPPURE PUO' FARE TRADING SFRUTTANDO IL NOSTRO NUOVISSIMO SERVIZIO DI SEGNALI DI TRADING SU CRYPTOCURRENCIES.
 E MI RACCOMANDO ....STATE LONTANI DAI CATTIVI BITCOIN
MERCATILIBERI@GMAIL.COM

Share/Bookmark

BITCOIN ANALISYS



Share/Bookmark

Trumpeconomy

il dollaro è troppo forte verso le altre valute.......con queste parole a TRUMP ha preso in contropiede tutti e tutto è il dollaro....oppppp.  Scende velocemente

I tassi di interesse in America sono troppo bassi.....queste erano le parole di TRUMP di qualche settimana fa

LA DOMANDA CHE TUTTI CI PONIAMO È COME TRUMP RIUSCIRÀ A CONCILIARE UN DOLLARO PIÙ DEBOLE CON DEI TASSI DI INTERESSE PIÙ ALTI.....E QUESTO MENTRE IN EUROPA È IN ATTO UN QE?

Tempi interessanti ci attendono....

Share/Bookmark

ENNESIMO REGALO AI LETTORI DI MERCATO LIBERO SUL BITCOIN

IERI SERA ABBIAMO LANCIATO UN AVVISO SUL BLOG  CHE IL BITCOIN AVREBBE PROBABILMENTE ROTTO ALL'INSU'.
Quotava 828 dollari, questa mattina 890. Un ottimo segnale che ci è arrivato ieri dai nostri partner  di HK.
WMO ha firmato un accordo in esclusiva di vendita di segnali di trading su cryptocurrencies con questa società. SONO MOLTO PREPARATI. UN TEAM DI 5 ESPERTI. IL LORO RESPONSABILE ERA A LUGANO 10 GIORNI FA E ABBIAMO FIRMATO QUESTO ACCORDO COMMERCIALE.

I REGALI STANNO FINENDO....PRESTO IL SERVIZIO DI WMO PARTIRÀ . LE REGOLE DEL SERVIZIO, GLI EXCHANGE DA UTILIZZARE, LA PIATTAFORMA INNOVATIVA, I COSTI ECC ECC VERRANNO RESI NOTI ENTRO FINE SETTIMANA..

INTANTO OGGI GODIAMOCI QUESTO BITCOIN SUPERSTAR...E ...SCOMMETTIAMO CHE I GIORNALI NON NE PARLERANNO?

LA COSA DIVERTENTE È VEDERE ALCUNE PERSONE CHE ERANO MOLTO INTERESSATE A INVESTIRE IN BITCOIN E  NEL VEICOLO DI INVESTIMENTO SI SONO IMPROVVISAMENTE CAGATE ADDOSSO...PERCHÉ È SCESO IMPROVVISAMENTE DAI MASSIMI.....
MEGLIO CI SIAMO TOLTI DAI COGLIONI I CAGADUBI......

MANCANO 10 INVESTITORI ALLA CHIUSURA DEL VEICOLO CHE PARTIRÀ A FINE MESE.

Share/Bookmark