18- 19 MAGGIO: CRIPTOVALUTE ALL'ITFORUM DI RIMINI

18- 19 MAGGIO:  CRIPTOVALUTE ALL'ITFORUM DI RIMINI
NOI SAREMO PRESENTI! RAGGIUNGICI PER UNA DUE GIORNI UNICA!

DOLLARO FORTE E DATI EUROPEI FANTASTICI...QUALCOSA QUI NON VA..

il dollaro, incurante delle parole di Trump, in questi giorni è tornato in area 1,055. Si è lentamente raffrozato su euro. 
Se questo avvenisse in presenza di una economia tedesca ed europea in difficolta' sarebbe ampiamente giustificato..
Ma se il dollaro si rafforza sull'euro e allo stesso tempo i dati macroeconomici europei indicano un netto miglioramento....vuol solo dire che le esportazioni tedesche toccheranno nuovi record ..facendo imbufalire sempre piu' Trump che ha piu' volte affermato che la Germania gode di un euro troppo debole e che esporta troppo!
Questo paradosso è di non facile interpretazione e solo nelle prossime settimane avremo modo di capire come si muovera' la politica americana nei confronti dell'europa
 
Euro-area economic activity unexpectedly rose to the highest level in almost six years in February as the region’s recovery became more broad-based and inflationary pressures continued to intensify.
A composite Purchasing Managers’ Index climbed to 56.0 from 54.4 in January, putting the region on track for quarterly growth of 0.6 percent, IHS Markit said on Tuesday. Economists predicted the gauge would slip to 54.3. Inflows of new orders and surging optimism among firms point to a potentially stronger expansion in the coming months, the London-based company said.
 L'attività economica nell'Eurozona a febbraio è balzata inaspettatamente ai massimi di sei anni con una crescita "quasi record", e la creazione di nuovi posti di lavori ai massimi di nove anni e mezzo: è quanto emerge dall'indice Pmi composito, l'indice anticipatore più accreditato che raccoglie le stime dei direttori degli acquisti nei settori servizi e manifattura.
L'indice è salito a 56 da 54,4 di gennaio, indicando che l'Eurozona va verso una crescita dello 0,6% nel primo trimestre 2017. Gli economisti si aspettavano, al contrario, un calo del Pmi a 54,3.
Secondo Ihs Markit, la società londinese che raccoglie i dati, i nuovi ordini e l'ottimismo delle imprese indicano un'espansione potenzialmente più forte nei prossimi mesi.


Share/Bookmark

1 commento:

Anonimo ha detto...

Non è che semplicemente che ci si attendono tassi in rialzo dalla FED e fermi in Europa? Trump o non Trump è il caso di provare a mettersi in Short su Usa. Cosa ne pensi?