UNA VOLTA NELLA VITA CAPITA LA GRANDE OCCASIONE! CARPE DIEM!


VOLUNTARY DISCLOSURE

Il Decreto Legge 193 del 22 ottobre 2016, convertito con Legge 125/2016, ha riaperto i termini di adesione alla cosiddetta Voluntary Disclosure.Il Governo, con il citato Decreto Legge, non solo ha confermato l’impianto normativo introdotto con la Legge 186, ma ha anche introdotto alcune significative novità.
 
In particolare: i contribuenti che vorranno regolarizzare i propri patrimoni usando la cosiddetta Voluntary Disclosure bis dovranno fornire all’Agenzia delle Entrate non solo tutta la documentazione
necessaria ad effettuare i calcoli  per determinare imposte, sanzioni ed interessi, ma anche provvedere
direttamente al versamento delle somme dovute senza attendere che sia l’Agenzia delle Entrate ad effettuare la liquidazione del debito.
Per evitare che contribuenti e professionisti che li assistono effettuino i calcoli in modo errato, magari per difetto, se dai successivi controlli dell’Agenzia delle Entrate dovessero emergere  differenze significative, le relative sanzioni verranno maggiorate del 10 per cento.

Altra novità introdotta con il Decreto  Legge 193/2016 è la previsione di norme specifiche sull’emersione di contanti e titoli al portatore detenuti in cassette di sicurezza italiane; nuovo è, in particolare, il ruolo assegnato al notaio che dovrà presenziare all’apertura della cassetta il contenuto, redigendo un apposito verbale. Agli intermediari viene richiesto di “attrezzarsi”, sia sul piano giuridico che informatico, per gestire al meglio il particolare rapporto bancario nel quale dovranno essere versati contanti e titoli, in modo tale da assicurare la permanenza di un vincolo fino alla
Ma la vera rivoluzione che accompagna la Voluntary Disclosure bis è da ricercarsi nell’intervenuta sottoscrizione da parte di molti Stati, tra i quali Panama, di accordi per lo scambio di informazioni in ambito fiscale con l’Italia: va proprio ricercato in questi accordi il vero detonatore che potrebbe consentire di replicare i buoni risultati conseguiti con la prima Legge sulla collaborazione volontaria.

C’è tempo solo fino al 31 luglio prossimo per aderire al nuovo programma di autodenuncia.
 
WMO E' LEADER NEL CAMPO DELLA VOLUNTARY DISCLOSURE CON UFFICI DIRETTI A DUBAI,  PANAMA E BAHAMAS, OLTRE CHE OVVIAMENTE A LUGANO.
I nostri esperti sono fra i migliori sulla piazza e il costo del servizio gode di uno sconto significativo a vantaggio dei nostri lettori.
Inoltre regaliamo il nostro portafoglio asset allocation per il 2017 a tutti i clienti Voluntary, e i nostri partner bancari svizzeri offrono soluzioni ottimali per il mantenmento degli assets fuori dal paesi italia (post voluntary)
 
CONTATTA PER INFO: MERCATILIBERI@GMAIL.COM 




Share/Bookmark

1 commento:

Anonimo ha detto...

C'è ancora qualcuno che crede .....illusi...