L'ITALIA RIPARTE SOLO ATTIRANDO I RICCHI E I BRAVI E CACCIANDO I POVERI E INCAPACI


IL FALLITO STEFANO BISI E IL LEGAME CON IL SUICIDATO ROSSI!!! MONTEPASCHI SAGA...

Ne parlai a lungo su queste pagine dal 2009 al 2012 ...STEFANO BISI il fallito massone di siena amico intimo del Mussari!!!
MERCATO LIBERO 2012: ARTICOLO CHE PARLA DEL LEGAME CON IL SUICIDATO ROSSI:  STEFANO BISI IL CRAPAPELADA.....
 DAVIDE ROSSI E STEFANO BISI SONO PERSONAGGI NEGATIVI. PERSONE RESPONSABILI DEL DISASTRO SENESE ...INSIEME A MUSSARI, VIGNI E TANTI POTENTI CHE SI NASCONDONO NELL'OMBRA...

Lo scandalo Mps investe i vertici della Massoneria: "Venerabilissimo Gran Maestro dimettiti". La lettera
 "Ti si addebita una ipotesi di reato che appare lesiva della sensibilità sociale, particolarmente invisa alla pubblica opinione. Dimettiti, anche nel Tuo interesse"

E’ bufera ai vertici della Massoneria italiana. Al Gran Maestro Stefano Bisi è giunta infatti una lettera che lo invita a dimettersi. La missiva sarebbe stata inviata dal Gran Tesoriere del Grande Oriente d’Italia (Goi) Giovanni Esposito, in pratica il “ministro delle finanze” dell’organizzazione. Secondo quanto riporta Gianni Barbaceto sul Fatto Quotidiano, dietro la perentoria richiesta ci sarebbe la vicenda della sponsorizzazione della Mens Sana Basket da parte del Montepaschi di Siena.

Per quella questione Bisi “è imputato di ricettazione. Accusato di aver ricevuto prima del 2013, per almeno 24 mesi, una sorta di stipendio aggiuntivo mensile di 5mila euro pagato in nero da Ferdinando Minucci, il presidente della società sportiva” ai tempi della sponsorizzazione da parte della Banca senese. Il sodalizio aveva dettato legge nella pallacanestro nostrana vincendo di tutto per una decina d'anni, poi "era decaduta contestualmente al MPS che l’aveva sostenuta dal 2000 al 2014".

Il contenuto della lettera inviata da Esposito a Bisi è tranchant, nonostante i toni di circostanza: “Carissimo Venerabilissimo Gran Maestro – si legge nel testo pubblicato dal Fatto – con vivo rammarico e grande preoccupazione ho appreso della richiesta di rinvio a giudizio formulata nei tuoi confronti. Con sgomento poi constato che Ti si addebita una ipotesi di reato che appare lesiva della sensibilità sociale, particolarmente invisa alla pubblica opinione, e che inoltre colloca i fatti nell’ambito di uno dei più grandi scandali della Repubblica negli ultimi decenni”. Il tutto si conclude con l’esortazione “dimettiti”.

Bisi è Gran Maestro del Grande Oriente dal 2014 ed è vice direttore del Corriere di Siena. 
 UN GIORNALUCCOLO DI SERIE B (è PIU' LETTO MERCATO LIBERO) SENZA CONTARE CHE UN MEMBRO DELLA FAMIGLIA AVEVA TROVATO LAVORO DAL MUSSARI...
Per il Gran Tesoriere la permanenza del Gran Maestro in carica sarebbe imbarazzante. “Di quale autorevolezza – incalza Esposito – potresTi ora avvalerti per sospendere un Fratello che venga inquisito anche per gravi reati? (…) Purtroppo finora abbiamo lasciato trascorrere del tempo (…) Ma oggi la presunzione di innocenza non Ti può né ci può appagare, a fronte della fin troppo facile prevedibilità delle conseguenze che la Nostra Istituzione dovrà ulteriormente subire, oltre a quelle che già paga, se non interverrà la sola determinazione che la Tua saggezza non può non vedere come inevitabile: dimettiti, anche nel Tuo interesse”.

.Stando a quanto si legge in un altro articolo del Fatto del 4 aprile 2016 Bisi avrebbe coltivato “relazioni molto intense” anche tra i politici, soprattutto tra quelli toscani di centrosinistra. “Per esempio con il presidente della Regione Enrico Rossi, e soprattutto con Luca Lotti, il più stretto collaboratore di Matteo Renzi e padrino politico del sindaco di Siena il renzianissimo Bruno Valentini”.



Share/Bookmark

3 commenti:

antonio falcone ha detto...

Fabrizio Viola è l'ultimo che ha risposto alla chiamata di Rossi. Cosa si sono detti? Rossi voleva scoperchiare il "pentolone"? ...Viola ha preso la sua bella liquidazione e tanti saluti. Un morto reclama giustizia. Speriamo che sia fatta, senza pietà per nessuno.

ML ha detto...

UN MORTO CHE HA FATTO LA FINE CHE SI MERITAVA

Anonimo ha detto...

ma geronzi? questop pezzo di merda che fine ha fatto?
carlo