L'ITALIA RIPARTE SOLO ATTIRANDO I RICCHI E I BRAVI E CACCIANDO I POVERI E INCAPACI


SISTEMA BANCARIO ITALIANO IN DEFUALT : QUESTA ESTATE ARRIVA IL MASSACRO - PAROLA DI ZINGALES

luigi zingales ITALIA SBANCATA - ZINGALES DURISSIMO: “SENZA IL FONDO ATLANTE POTEVA VENIRE GIU' ANCHE UNICREDIT - E' INCREDIBILE CHE NON SIA STATA ANCORA DECISA UN'AZIONE DI RESPONSABILITA' CONTRO L'EX PRESIDENTE DI POP VICENZA, ZONIN - BISOGNA DICHIARARE L’EMERGENZA SISTEMICA E CHIAMARE LA TROIKA”
“Atlante sta solo comprando tempo. Impiega 2,5 miliardi dei 4,2 raccolti per ricapitalizzare le due banche venete, e non è nemmeno sicuro che l' intervento sia sufficiente - Non capisco perché tutti dicano che lo Stato non può intervenire. Non è vero. Ci sono delle regole precise, è che non le si vuole utilizzare”... -
Estratto dell'articolo di Giorgio Meletti per il “Fatto Quotidiano”

La crisi delle banche italiane è molto più grave di quanto non si dica. C'è una sola via d' uscita, l' intervento pubblico. So bene che significa sottomettersi alla temuta Troika. Ma non vedo alternative". Dall' Università di Chicago, dove insegna Finanza, l' economista Luigi Zingales lancia un appello alla classe dirigente della politica e dell' economia

La creazione del fondo Atlante che sta salvando Popolare di Vicenza e Veneto Banca non è risolutiva?

No, il fondo Atlante non risolve il problema perché non lo si vuol risolvere. E sa perché? Perché una vera soluzione richiederebbe l'assunzione della responsabilità da parte di molte persone. Invece si cerca di procedere lentamente, senza traumi.
 Chi deve assumersi le responsabilità?

Sicuramente chi è stato al vertice della banche in difficoltà. Il fatto che non si sia ancora decisa un' azione di responsabilità sull' ex presidente della Popolare di Vicenza Gianni Zonin mi lascia perplesso.
Perché Atlante non risolve?
Atlante sta solo comprando tempo. Impiega 2,5 miliardi dei 4,2 raccolti per ricapitalizzare le due banche venete, e non è nemmeno sicuro che l' intervento sia sufficiente.
Non capisco perché tutti dicano che lo Stato non può intervenire. Non è vero. Ci sono delle regole precise, è che non le si vuole utilizzare. Lo Stato può intervenire invocando la crisi sistemica e chiedendo l' intervento del fondo europeo Esm, il cosiddetto salva Stati, come ha fatto la Spagna quando ha chiesto 40 miliardi per salvare le sue banche.
 Questo significa mettersi sotto la tutela della temuta Troika, Commissione europea più Banca centrale europea più Fondo monetario internazionale.
Sì, e ovviamente il governo non lo vuole fare. Però guardi, è l' unica strada per dare uno scossone al Paese, e poi, tra essere governati dalla Germania o dalla Troika la differenza è poca. Anzi, mi sembra che ultimamente il Fondo monetario sia più tollerante degli uomini di Angela Merkel.

AGGIUNGO IO: L'ARRIVO DELLA TROIKA AVREBBE COME IMMEDIATA CONSEGUENZA (COME E' AVVENUTO IN GRECIA, IL BLOCCO ALLA LIBERA CIRCOLAZIONE DEI CAPITALI, UNA RIDUZIONE PESANTE DELL'UTILIZZO DEL CONTANTE E UNA FORTISSIMA TASSA DI SUCCESSIONE DONAZIONE.
 Nella tragedia bancaria hanno cacciato Federico Ghizzoni dall' Unicredit, una delle poche banche asseritamente sane.
Ha fatto un errore mostruoso, quello di garantire a fermo l' aumento di capitale della Popolare di Vicenza. Senza il fondo Atlante sarebbe potuto venire giù anche Unicredit.[...]
AGGIUNGO IO: SE UNA BANCA COME UNICREDI PUO' VENIR GIU' PER UN AUMENTO DI CAPITALE DI 1,5 MILIARDI , QUANDO HA ASSETS PER 1000 MILIARDI, FORSE QUALCOSA NON VA...E POI....FINECO HA 11,5 MILIARDI DI OBBLIGAZIONI UNICREDIT COMPRATE CON I SOLDI DEI CONTI CORRENTI DEI RISPARMIATORI ...E QUINDI SAREBBE CROLLATA ANCHE FINECO. ALTRO CHE BANCA SICURA

Lei ha fatto uno studio sulla stampa italiana e ha scoperto che aderisce con entusiasmo alle tesi e agli interessi delle banche.
Ho provato a studiare la correlazione tra la linea editoriale sui temi bancari e il livello di indebitamento degli editori, usando i giornali stranieri come punto di riferimento. Sulla nascita del Fondo Atlante, che piace alle banche, i giornali italiani sono molto più favorevoli di quelli stranieri. Sulla riforma della popolari, che alle banche non è piaciuta, i giornali italiani sono più critici di quelli stranieri. Questa divaricazione si accentua nei giornali più indebitati con le banche. Si tratta di due decisioni del governo Renzi: sulla prima sono positivi anche i giornali anti-governativi, sulla seconda sono critici anche i filo-governativi.

FASCISMO DI REGIME...NULLA DI NUOVO

Share/Bookmark

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Oggi mi ha contattato la banca per discutere dell'adc del Banco,mi hanno fissato appuntamento a settimana prossima, dicono che mi devono spiegare modalità e tempistiche per l'aumento! A domanda a che prezzo? Mi hanno risposto che non sapevano! Mi hanno detto che il prezzo verrà deciso e comunicato Venerdì, post chiusura mercato, dipende dal prezzo di chiusura! In poche parole una presa per il culo visto come ha chiuso il titolo oggi... Dirigenti e dipendenti se ne sbattono i coglioni dei clienti!

Anonimo ha detto...

SHOCK TO THE SYSTEM!!

Anonimo ha detto...

CARNEFICINA dei piccoli.....
ESCI e non aderire.....e investi in sicav estere....

Anonimo ha detto...

Anche a me hanno chiamato oggi pomeriggio dalla banca per fissare appuntamento per aumento di capitale, il fatto è che io non ho azioni del Banco! Mi hanno proposto di disinvestire ciò che avevo impegnato in altre forme di risparmio con la banca e partecipare all'aumento comprando azioni! Gli ho risposto che non se ne parla ma che è giunto il momento di chiudere il conto corrente.