L'ITALIA RIPARTE SOLO ATTIRANDO I RICCHI E I BRAVI E CACCIANDO I POVERI E INCAPACI


DA DRAGHI AL GRUPPO DI ACQUISTO PALAZZO A MILANO - Milan l'è un gran Milan


ARTICOLO LUNGO MA IMPORTANTE. ANALIZZIAMO LA DECISIONE DELLA BCE, L'IMPATTO SULLE VARIE ASSET CLASS PER I PROSSIMI MESI E IL GRUPPO DI ACQUISTO IMMOBILIARE A MILANO
La manovra della BCE in settimana è in queste ore in fase di analisi e revisione da parte di molti analisti e istituzioni finanziarie nel mondo intero. Subire, da parte di una banca,  i tassi negativi se deposita i soldi presso la banca centrale, non è una novita'....la SVIZZERA ci convive da molto tempo e anche altri paesi del nord europa sono oramai abituati a convivere con questo scenario.
Il debito statale non e' piu' un peso e puo' essere emesso all'infinito...tanto non vengono pagati interessi su tale debito..anzi...se il debito emesso scade dopo pochi anni....i tassi di interesse che lo stato paga sono NEGATIVI
Ma la inefficienza degli stati (in particolare l'italia) nel gestire questa grande opportunita' è  nota ....pensate che l'italia oggi ha un costo medio del nuovo debito emesso di circa lo 0,5%....quindi i 2200 miliardi di debito costerebbero annualmente solo  11 miliardi di euro all'anno..e invece nel 2015 la spesa per interessi sara' di quasi 70 miliardi. Ovvio che nei prossimi tre anni si prevede un grande miglioramento del costo del debito pubblico, ma non un crollo...ecco infatti qui di seguito la previsione di discesa della spesa per interessi in Italia espressa come % del pil.
E' ovvio che questi dati dipendono da:
1) crescita del PIL (se cresce poco..il dato tende a peggiorare)
2) crescita dello stock del debito (se il debito cresce meno del previsto il dato tende a migliorare)
3) tassi di interesse (piu' i tassi scendono e piu' il costo da interessi sul  debito scende)
 Us_07072015_2a
 Ora , la prima parte della manovra di Draghi non  puo' che migliorare questi dati in quanto il costo del debito IN GENERALE diminuisce (interessi negativi portati dallo -0,3% allo -0,4%) e per favorire l'intera discesa dei tassi..la BCE ha deciso di aumentare l'acquisto di debito (qe) da 60 miliardi al mese a 80 miliardi al mese. Questo aumento riguardera' non solo debito pubblico degli stati ma anche debito composto da obbligazioni corporate...il che ridurra' la differenza fra di tasso (spread) fra debito pubblico e debito privato e garantira' un miglioramento del costo del credito non solo per il sistema statale ma anche quello privato. inoltre la BCE ha confermato che il QE potra' protarsi anche oltre marzo 2017 (anche se Draghi ha confermato che non abbassera' ulteriormente i tassi ...e questo suo blocco verso manovre sui tassi in futuro...ha creato debolezza al dollaro ...infatti se la crisi economica tornera' a mordere nel 2017...sara' la volta DEGLI USA a dover fare un QE o della Cina ...visto che i tassi di cambio DOLLARO YUAN sono correlati..)..ma il mercato valutario non fara' svalutare il dollaro verso l'euro adesso...è troppo presto...(al massimo 1,15 o poco oltre). inoltre aver messo uno stop ai tassi piu' negativi per il futuro ha bloccato una serie di ILLAZIONI provenienti da alcuni illustri economisti che stavano generando apprensione fra le masse di investitori in europa.

Ma è la seconda parte della manovra di Draghi quella innovativa:  IL TLTRO (che portera' l'euro a indebolirsi ulteriormente verso dollaro ma non subito..a partire da maggio o giugno)
Ora LTRO e TLTRO sono gia' stati sperimentati nel passato dalla BCE con discreti risultati..ma questa volta potrebbe essere DIFFERENTE il risultato che si andra' ad ottenere..ma andiamo per gradi... Il processo previsto dai TLTRO prevede un’asta mediante la quale vengono erogati prestiti quadriennali alle banche dell’Eurozona A CONDIZIONI di tasso negativo fino allo -0,4%.. (Borrowing conditions in these operations can be as low as the interest rate on the deposit facility.) . La novità delle prossime aste sarà proprio questa: i tassi saranno negativi per quelle banche che prestano liquidità a famiglie e imprese.
IL PRIMO TLTRO AVRA' LUOGO A GIUGNO 2016!!!
In questo senso, la BCE si è posta nella condizione assolutamente innoviativa  di NON SOLO  DARE LIQUIDITA' ALLE BANCHE GRATIS..MA DI PAGARE LE BANCHE SUI FINANZIAMENTI CHE CONCEDERA'.....
MAI NESSUNA BANCA CENTRALE  HA OSATO TANTO!!!
La banca centrale ha annunciato quattro nuovi programmi di prestito a lungo termine alle banche (TLTRO).Saranno in funzione per quattro anni e permetteranno alle banche dell’eurozona di prendere in prestito del denaro a costi più bassi dalla BCE.
TLTRO: cosa sono e come funzionano? A differenza delle aste Ltro, che hanno portato all’erogazione di oltre mille miliardi di liquidità a tre anni, le aste dei TLTRO sono finalizzate a sostenere unicamente i prestiti bancari alle imprese . Le banche che non rispetteranno tale condizione saranno quindi costrette a rimborsare i prestiti con un tasso penalizzante. Le banche possono accedere alla liquidità agevolata fino a un massimo del 7% del monte-prestiti al 30 aprile scorso, ma le condizioni potrebbero cambiare.
E QUESTA VOLTA A BENEFICIARE DI TASSI DI INTERESSE NEGATIVI SARA' IL SETTORE PRIVATO (BANCA E IMPRESA) E SI SA' ..IL SETTORE PRIVATO SA ESSERE PIU' EFFICIENTE DEL SISTEMA PUBBLICO..NEL CREARE VALORE E OPPORTUNITA'

SE QUESTA E' STATA LA MANOVRA DI DRAGHI...ADESSO GLI OCCHI SONO PUNTATI ALLA FED IL 16 DI MARZO E IL GIORNO SUCCESSIVO ALLA BANCA CENTRALE SVIZZERA. E' assolutamente probabile che la FED non dira' nulla di particolare...certo e' che la salita delle materie prime (e dollaro debole) portera' inflazione ...e quindi la FED non escludera' aumenti di tassi futuri...ma non ora....se ne riparlera' a giugno o piu' in la'...AL DI LA' DI MOVIMENTI IMPROVVISI E VELOCI SUI MERCATI...E' PROBABILE CHE NULLA CAMBIERA' DI PARTICOLARMENTE RILEVANTE SUL CAMBIO EURO DOLLARO (con possibili estensioni fino a 1,15 ...ma il trading range valutario dovrebbe rimanere inalterato (1,05 - 1,15)

FINO AD ORA CI SIAMO OCCUPATI DI ANALIZZARE LA MANOVRA DI DRAGHI ....VENIAMO AD ALCUNI ASPETTI DI ASSET ALLOCATION
1) Prima di tutto...le materie prime, quelle che sono state la CAUSA PRINCIPALE della deflazione (con crolli storici dei prezzi - vedi petrolio) hanno smesso di scendere....anzi....il petrolio quota a un prezzo superiore a inizio anno..quindi..i dati che la BCE ha usato per fare la manovra di giovedi...sono VOLUTAMENTE SBAGLIATI...Draghi ha usato i dati deflattivi creati fra dicembre e due settimane fa per introdurre una cura da cavallo (o una iperdose di droga)..in realta' con petrolio rame e affini in salita....i dati non sono gia' piu' DEFLATTIVI ma stanno migliorando da soli. E' evidente che questa cura accentuera' per i prossimi mesi la positivita' ...e dara' ulteriore boost ai prezzi di materie prime. e' sufficiente un piccolo rialzo dai prezzi attuali non aspettatevi cose mostruose.. pensate solo al petrolio la cui produzione e' troppo troppo alta...e non cala in maniera significativa..quindi il solo fatto di avre il prezzo a 40 dollari e' gia' di per se una gran cosa..
Tutte le materie prime ne potrebbero beneficiare  ...compreso oro e ancor di piu' argento ....(i tassi rimangono orientati al ribasso..quindi i metalli preziosi saranno un buon asset da mantenere...anche se una gran corsa e' gia' stata fatta)
2) migliorando le materie prime e in assenza di un rafforzamento del dollaro, gli emergenti non potranno che migliorare. La liquidita' sta gia' andando da tre settimane sugli emergenti e continuera' per i prossimi due o tre mesi almeno.Da prediligere l'obbligazionario in valuta locale di buoni emittenti (a tassazione al 12,5% ) con cedole alte (sopra il 7%) ..meglio ancora se li trovate ...zero coupon governativi.
3) mercato azionario . Non potra' che migliorare, E' evidente e naturale uno stop di una decina di giorni a cavallo della PASQUA in quanto la corsa dai minimi..ha decisamente bisogno di un ritracciamento sotto i livelli odierni...MA IL TREND ALMENO FINO ALL'ESTATE e' tornato positivo.(le motivazioni sono espresso qua sopra)
4) mercato obbligazionario: sempre non interessante in europa ...solo glu high yield ne beneficeranno, ma con tutte le altre opportunita' in giro...non ritengo di interesse questa asset class.

5) mercato immobiliare europeo e italiano : non potra' che beneficiare della decisione di Draghi ma come oramai noto....IL BENEFICIO SARA' COLTO SOLO SELETTIVAMENTE DA QUELLE AREE DELL'EUROPA CAPACI DI CREARE VALORE...quindi ad alessandria o ad ancona o cittadine simili nessuna possibilita' di ripresa dei valori immobiliari, mentre nei distretti dove assistiamo a crescita economica o a sviluppi turistici importanti le cose cambiano. in particolare le migiori aree in europa appaioni essere oggi BERLINO E MILANO. La prima per la solidita' della Germania e per il gap di prezzi ancora in essere contro le maggiori capitali europee, la seconda per lo sviluppo economico dell'area Lombardia, la fine del mercato delle aste (oramai non si trova quasi nulla di interessante alle aste immobiliari) e appunto dei tassi di interesse sui mutui che MAI SONO STATI COSI' BASSI E CHE NEI PROSSIMI MESI TOCCHERANNO IL BOTTOM GRAZIE ALLA MANOVRA DELLA BCE.

LA NUOVA RICCHEZZA: 
L'IMMOBILIARE  MILANESE 
DI QUALITA'
MA TORNIAMO ALL'ITALIA:
Il Pil dell'Italia ha una sola possibilita' di ripartire in assenza o quasi di abbassamento delle tasse e di sburocratizzazione : L'IMMOBILIARE.
La crescita dei prezzi dell'Immobiliare puo' generare un grande effetto ricchezza e un aumento importante del PIL di una citta', di una regione e ...anche di una nazione messa male come l'italia. MILANO e' sicuramente il posto migliore per investire in immobiliare nel nostro paese.
Siamo reduci da un EXPO che ha dato tanti soldi al sistema MILANO..come si dice qui da noi...dane' fan dane'...inoltre i contatti internazionali per servizi, commercio, moda, food ecc ecc sono triplicati in questi ultimi due anni. Tutto questo miglioramento di relazioni sta portando alla nascita di nuovi servizi e nuovi business (il centro in italia per le START UP è sicuramente Milano).
 
L'arrivo di giovani talentuosi e benestanti  (non immigrati poveri, ma giovani CON CULTURA E CONTATTI INTERNAZIONALI) e' in forte crescita. A Milano si vive bene, e' una citta' adatta ai giovani nuovi YUPPIES...ovvio che varra' dato loro un nome differente..ma sono la VERA NUOVA LINFA VITALE DI MILANO...
QUESTE PERSONE CERCANO SPAZI PER VIVERE..MA NON CASE DI RINGHIERA O QUARTIERI POCO SICURI O SENZA DIVERTIMENTI..hanno capacita' di spesa..ma devono trovare la GIUSTA LOCATION ...sono disposti a pagare ma solo se ottengono quello che vogliono in cambio. E Milano quindi sta crescendo a chiazze ...ci sono aree come Isola dove i prezzi sono saliti del 50% in poco tempo e altre invece che sono in fase di riqualificazione ..dove si acquista ancora a prezzi interessanti.
Inoltre ..una cosa e' acquistare un appartamento e un'altra e' negoziare per una palazzina e poi una volta acquistata tistrutturarla e metterla sul mercato nel modo giusto.
I tassi di interesse sono una vera MANNA..guardate i tassi per i mutui di ieri...e immaginatevi un NETTO MIGLIORAMENTO NEI PROSSIMI 12 MESI.

PENSATE AI MUTUI A TASSO VARIABILE.....ANCORATI ALL'EURIBOR.. con i tassi negativi il tasso di riferimento per il variabile è diventato anch’esso negativo e sommato allo spread, che ovviamente non può essere negativo, produce un interesse sulla rata mensile a volte veramente irrisorio. Il fatto è che sul variabile l’interesse è agganciato allo spread sull’Euribor, un tasso a sua volta variabile che oggi è negativo su tutte le scadenze, da una settimana a 12 mesi. E QUINDI...la rata mensile ancorata all'euribor puo' essere prossima allo zero...


GRUPPO DI ACQUISTO 
MERCATO LIBERO 
IMMOBILIARE A MILANO

 MERCATO LIBERO da 4 mesi sta lavorando su una importante operazione di gruppo di acquisto per l'acquisto e la gestione di un palazzo a MILANO.
Abbiamo selezionato due partners strategici istituzionali. In particolare la gestione dell'immobile verra' affidata ad Halldis e' il primo operatore italiano nell’affitto di appartamenti e uffici chiavi in mano in Italia e in Europa, società che fa parte della holding Windows on Europe, presieduta da Leonardo Ferragamo, amministratore delegato e fondatore Pietro Martani, e da Generali Immobiliare Italia.
Halldis è il gestore del CENTRO COPERNICO di Milano. E' stato  capace di valorizzare un immobile anonimo in una via sulla circonvallazione ... ..in pochi mesi lo hanno ristrutturato e in altrettanti pochi mesi lo hanno riempito..oggi ci sono 1500 persone che lavorano in questo centro uffici..in un periodo in cui uffici a milano vuoti ne esistono tanti...
Qui di seguito trovi alcune informazioni sul gruppo HALLDIS.




IL SUCCESSO MAGGIORE IL GRUPPO HALLDIS LO STA AVENDO CON LA CREAZIONE DI SPAZI NUOVI DI BUSINESS. in particolare il CENTRO COPERNICO e' il loro fiore all'occhiello. Centro di business service e punto di riferimento per il mondo dell'INNOVAZIONE e start up in EUROPA.
L'idea che le start up siano fuffa....fa parte del passato...oggi sono una stupenda realta' che produce contenuti di qualita', sinergie fra persone, know how ...il tutto assemblato in un CONTENITORE PROPOSITIVO come il centro Copernico.
In questa location, quando passate dal bar sentirete piu' facilmente parlare inglese che italiano...e le persone che si fermano per settimane  o mesi a milano vengono supportate a trovare appartamenti in affitto tramite la sinergia con HALLDIS residenziale...
Un chiaro esempio di VISIONE VINCENTE in un settore come quello immobiliare asfittico. La creazione di valore non e' facile ...e solo persone preparate e organizzazioni di provata esperienza possono dare questa opportunita'
MERCATO LIBERO ha capito fin da subito che da solo con la semplice forza del gruppo di investitori non poteva offrire le stesse probabilita' di successo.
Per questo abbiamo ricercato una partnership  con HALLDIS per garantire OPPORTUNITA' ALL'INVESTIMENTO.
ecco DEI FILMATI sull'esperienza del nuovissimo centro COPERNICO gestito





MA QUALI SONO I VANTAGGI DI UN GRUPPO DI ACQUISTO RISPETTO ALL'INVESTIMENTO IN SOLITARIO E DIRETTO?


I VANTAGGI DEL GRUPPO DI ACQUISTO RISPETTO ALL'ACQUISTO DIRETTO:

-PREZZO DI ACQUISTO MEDIO: 250.000 EURO   - GRUPPO ACQUISTO : 50.000
-POTERE CONTRATTUALE : BASSO  - GRUPPO DI ACQUISTO : ALTO SCONTO IMPORTANTE (20%-30%)
-ZONA DI ACQUISTO : PERIFERIA - GRUPPO DI ACQUISTO : CENTRO SEMI CENTRO
-COSTI DI RISTRUTTURAZIONE : SCONTO DI UN 25% SE FATTO CON GRUPPO DI ACQUISTO
-COSTI ARREDO : SCONTO DI UN 30% SE FATTO CON GRUPPO DI ACQUISTO
-TEMPO PERSO PER LA RICERCA: MESI - CON IL GRUPPO DI ACQUISTO E' QUELLO DELLA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO E DELL'IMMOBILE (1 SERA)
-RENDIMENTI NETTI DI GESTIONE : SIGNIFICATIVAMENTE PIU' ALTI SE CON OPERAZIONE DI GRUPPO

DURATA OPERAZIONE : FRA I 5 E I 7 ANNI. RITORNO ATTESO FRA IL 60% E IL 100% (esempio del centro copernico dove il valore dell'immobile è salito del 100% in soli tre anni)
SIAMO NELLA FASE FINALE DI RACCOLTA DI INTERESSE DA PARTE DI INVESTITORI E DI SELEZIONE DELL'IMMOBILE.
SE SEI INTERESSATO A SAPERNE DI PIU' E A PARLARE DIRETTAMENTE CON I RESPONSABILI DEL PROGETTO.

INVIA UNA MAIL A MERCATILIBERI@GMAIL.COM - CONTATTA 335.6651045 indicando un recapito telefonico
SIAMO A COMPLETA DISPOSIZIONE, NEI PROSSIMI 60 GIORNI ANDREMO A CHIUDERE QUESTA IMPORTANTE OPERAZIONE DI GRUPPO.

Share/Bookmark

6 commenti:

Anonimo ha detto...

ottimo articolo! grazie

Anonimo ha detto...

Bel post
Nando

Anonimo ha detto...

Immobiliare the place to be

Anonimo ha detto...

SAREI INTERESSATO ALL ACQUISTO... TI CONTATTERò ENTRO LA SETTIMANA.
LORE

Unknown ha detto...

Ottimo articolo grazie Paolo , ma secondo me hai dimenticato due situazioni in grado di mandare all'aria tutta questa manna, primo il Brexit, secondo l'elezioni in Germania dove la Cancelliera rimane molto probabilmente a spasso.

Anonimo ha detto...

Scusa ma se non ricordo male anche le aste LTRO erano finalizzate a erogare prestiti all'economia reale ( imprese e famiglie)e prevedevano un penalty qualora le banche non avessero girato alle aziende le somme prese a prestito.....è andata così? è aumentato il prestito erogato alle aziende in questi anni? Non mi pare sia andata come si voleva( se l'economia europea avesse goduto del boost preventivato Draghi non sarebbe stato costretto a spingersi a tanto)...purtroppo la stampa e i giornalisti non dicono come stanno le cose....pertanto mi sembra che l'unica novità sia il fatto che la BCE paghi uno 0,4 alle banche per fare prestiti....in questo si è spinta oltre quanto fatto in precedenza....ma non si dice mai che è una riproposizione di quanto fatto prima