L'ITALIA RIPARTE SOLO ATTIRANDO I RICCHI E I BRAVI E CACCIANDO I POVERI E INCAPACI


ETHEREUM IL NUOVO BITCOIN? DIREI PROPRIO DI NO....RISPONDE GIACOMO ZUCCO

Market Cap 

SABATO 9 APRILE A MILANO UNA GIORNATA DEDICATA ALLA BLOCKCHAIN DALL'ABC FINO ALLE ULTIMISSIME NOVITA'
OVVIAMENTE CI SARA' UNA SEZIONE DEDICATA AD ETHEREUM E ALLE VASTE POSSIBILITA' DI APPLICAZIONE.
ECCO I DETAGLI DEL CORSO 
occorre iscriversi entro il 25 marzo inviando una mail a mercatiliberi@gmail.com

Ethereum ieri ha raggiunto la capitalizzazione di 1 miliardo di dollari. la sola notizia che verra' scambiato su BITFINEX, una delle principali piattaforme di trading delle criptovalute ha fatto esplodere un prezzo che gia' stava salendo da mesi. Pensate che fino a tre mesi fa la capitalizzazione di ETHEREUM era inferiore ai 100 milioni di dollari e in soli tre mesi il suo valore si e' decuplicato.
Allo stesso tempo la capitalizzazione di Bitcoin si e' congelata in area 400 dollari in attesa di chiarimenti sullo sviluppo tecnologico e sui costi di transazione. Ethereum è molto piu' duttile come moneta e puo' essere utilizzato al meglio per GLI SMART CONTRACTS.
Ethereum has a unique advantage in the cryptocurrency market in that it offers a Turing-complete scripting language to integrate applications on chain with smart contracts. This has seeded a vast array of startups and projects that use it for interesting and varied applications. It’s even garnered attention from the likes of Microsoft for use with their “Blockchain as a Service” platform, Azure. Before Ethereum, altcoins have essentially been interchangeable with Bitcoin, offering only incremental “improvements” regarding different features and technologies, and have fallen by the wayside as Bitcoin has gained adoption and popularity.
With the block size debate weighing heavy on the Bitcoin community, and as a result, stagnation of Bitcoin development, people have been looking for a serious alternative for cryptocurrency trading. With the intrinsic utility of Ethereum development becoming more and more apparent, a lot of folks are finding it in Ethereum. While that 1 Billion market cap may not be a permanent statistic, Ethereum’s usefulness outside of day trading means this growth likely isn’t just another altcoin bubble.
It will be interesting to see where this trend of growth takes Ethereum both in terms of trading and development. Some posit that an increase in price may prove problematic for some smart contract applications, but continued development will be a stabilizing force that will give Cryptocurrency traders a less volatile baseline than Bitcoin. If there is a cryptocurrency that can overtake or even equal Bitcoin’s market cap, Ethereum looks like the safest bet at present. Either way, Ethereum should be inspiring Bitcoin developers to start innovating to remain competitive as Ethereum grows.
comunque vada...il prezzo di ETHEREUM e' di forte stimolo per gli sviluppatori di BITCOIN per innovare e per farlo in fretta. 

 RISPOSTA DI GIACOMO ZUCCO SULL'ARGOMENTO:
DIREI PROPRIO DI NO!
 Bitcoin é una piattaforma decentralizzata, disegnata layers sovrapposti, testata per 7 anni, basata su un'innovazione tecnica geniale (PoW e blockchain) e su un token scarso e limitato, con enormi effetti network di hashing power, di capitalizzazione e profonditá di mercato, di accettazione merchant e di developer (molti dei piú grandi e brillanti esperti di sistemi distributi, crittografia, open source, teoria dei giochi ed catallassi lavorano oggi su Bitcoin).

Direi proprio di no!
Ethereum é una piattaforma molto centralizzata, basata su un bad design che infila le app al livello del protocollo di base, testata per pochi mesi, pensata per una forma di sicurezza ancora mai implementata e soggetta a forti limiti teorici (PoS) ma implementata per mancanza di alternative sulla PoW, oltre che su un token la cui supply finale é incerta, con deboli effetti network di hashing power, di capitalizzazione e profonditá di mercato, trascurabili o nulli effetti network di accettazione merchant e di developer.
Non é inolte assolutamente vero che lo sviluppo di Bitcoin sia "stagnante": anche se continuamente disturbato da attacchi hard fork esterni e polemiche da parte del popolino ignorante (che vuole " tutto subito e gratis" senza capire limiti tecnici e implicazioni di sicurezza), che fanno perdere tempo e focus, i dev di Bitcoin negli ultimi mesi hanno introdotto cose che un paio di anni fa non avremmo nemmeno sognato: segwit, optin-rbf, cltv, payment channels, ecc. E molto altro sta bollendo nella pentola dello sviluppo: sidechains, asset nativi, confidential transactions, lightning network, schnorrsig, ecc.
In parte peró condivido il finale dell'articolo: la concorrenza fa sempre bene! E anche se lo sviluppo in Bitcoin é tutt'altro che stagnante, puó essere portato a migliorare e/o accelerare ancora!

E poi: più valore del token di Ethereum significa più visibilità alla piattaforma, più visibilità significa più dev che iniziano a smanettare coi contratti, il che significa piú avanzamento del settore, che verrá utile anche per Bitcoin e dintorni. Il problema sarebbe solo se qualche bravo dev di Bitcoin smettesse di lavorarci per passare solo a Ethereum (per ora mai successo), o se una parte importante della capitalizzazione btc si spostasse su Ethereum (non é al momento accaduto). Ma finché si tratta di nuovi dev, di nuovo interesse e nuovo capitale, ben venga!
E ben venga, in ultima analisi e per assurdo, anche uno spostamento da btc, nella (estremamente improbabile) ipotesi che sia talemente imponente da rendere Ethereum decentralizzato (anche come chiavi di vitalik e checkpoint), incensurabile, irregolabile, supersicuro come PoW (senza difficulty bomb o supercazzole sulla PoS), supercapitalizzato, superaccettato dai merchant, pseudoanonimo e con strumento di privacy, scalabile con soluzioni offchain, ecc. Avremmo, in quel caso, solo un Bitcoin nuovo migliore. Ficata.
L'unico scenario negativo sarebbe un rilevante spostamento di capitale o talento dev da btc a eth, per poi vederlo tutto finire regolamentato e centralizzato. Allora quello sarebbe un danno.


Share/Bookmark

1 commento:

Micky ha detto...

Secondo me ethereum è un ottima opportunità di investimento fin tanto che arriverà l'alving del xbt... Sbagliato peró vederlo come criptovaluta... Non è nato per quello (anche se ci si è adattato per ora)