UNA VOLTA NELLA VITA CAPITA LA GRANDE OCCASIONE! CARPE DIEM!


I PAESI EMERGENTI E L'EST EUROPA COMMETTONO SEMPRE GLI STESSI ERRORI (articolo fondamentale )


questo e' un articolo fondamentale per l'investitore...dovresti stamparlo e poi senza farlo leggere interrogare il tuo private banker o il tuo promotore o consulente di investimento per capire come la pensa lui e come ti ha impostato il portafoglio. ...e se non credi a questo blog...tieniti questo articolo e rileggilo fra sei mesi POI MI DIRAI ....GRAZIE

i paesi emergenti sono sempre i soliti coglioni e lo saranno sempre....Ogni volta che una valuta PRINCIPALE (dollaro, yen, euro ..e in futuro anche lo Yuan)  è debole e i tassi sono bassi ..i paesi emergenti e le aziende di questi paesi si indebitano in maniera esagerata nella valuta debole e con tassi bassi....SALVO POI PENTIRSI AMARAMENTE ANNI DOPO QUANDO LA VALUTA SI APPREZZA.
Ebbene...in questi mesi i paesi emergenti hanno sofferto parecchio la fine del QE americano e le aspettative di un rialzo dei tassi in USA. Ma come vedete dal grafico e' dal 2014 che in Europa dell'est ci si indebita in euro piu' che in dollari....Mentre prima era molto differente. ...tutti si indebitavano in dollari...
Ma lo stock di debito non è in euro.-......MA ANCORA  IN DOLLARI..in quanto retaggio delle decisioni degli scorsi anni.
Per questo motivo i mercati emergenti sono messi male e hanno sofferto una profonda svalutazione nel corso del 2015.
Infatti i paesi devono rimborsare dollari ...e per rimborsarli devono comprare dollari...e comprandoli il dollaro sale...con un effetto perverso ...
senza contare che le aziende soffrono moltissimo in quanto le materie prime che vendono sono basse (e quindi i profitti sono sotto terra) e il debito che devono rimborsare è in una valuta diventata improvvisamente forte.....ci pensano poi i coglioni di analisti che quando fanno le analisi del valore di una azienda...inseriscono che le materie prime rimarranno basse a lungo..che le aziende dovranno indebitarsi sempre in dollari e che lo faranno a tassi di interesse via via piu' alti..e quindi sottostimano il valore delle azioni (salvo poi rettificarlo,,ma quando oramai è tardi)
L'APPROCCIO DEGLI ANALISTI E' SBAGLIATO...infatti ad esempio, in questo periodo le imprese cambiano valuta di indebitamento e stanno passando sempre piu' velocemente all'euro.
quindi......il rinnovo dei nuovi debiti non viene piu' fatto in dollari ma in euro ...e quindi l'euro scende e il dollaro continua a salire. (e le aziende in questa fase ne beneficiano ...ma di questo passaggio gli analisti se ne accorgono solo dopo...)
QUESTO PROCESSO SI CHIAMA DEDOLARIZZAZIONE  (ovvero un minore utilizzo del dollaro come valuta per indebitarsi ) . questo processo e' stato ben spiegato da questo blog lo scorso anno ed è stato il motivo per cui siamo stati in grado di cavalcare la forza del dollaro e fare profitti...e il motivo per cui continuiamo a fare profitti sui nostri portafogli.
Mentre .....vi ricordo, lo scorso anno Rischio Calcolato parlo' a lungo di dedolarizzazione e di fine del dollaro...e quindi di una sua svalutazione verso tutte le valute (segno di non capire assolutamente nulla di economia) .....io lo attaccai a lungo su questo argomento PERMETTENDO AL LETTORE DI FARE LAUTI PROFITTI stando sul dollaro ed evitando pesanti perdite (se uno avesse seguito rebuffo vendendo dollari e comprando rubli prima della crisi dello scorso anno..come da lui fatto..)
E' evidente anche dal grafico che da oltre un anno ...e a ritmi sempre maggiori...le aziende e gli stati dei paesi emergenti STANNO SOSTITUENDO IL DOLLARO CON L'EURO come valuta di indebitamento.....e in questo processo hanno due vantaggi
1) TASSI SEMPRE PIU' BASSI IN EURO
2) EURO SEMPRE PIU' DEBOLE...(quindi se hanno contratto un debito in euro a 1,25 sul dollaro e investono in dollari...hanno un forte guadagno che diverra' via via piu' forte man mano che ci avviciniamo alla parita')
e' sufficiente indebitarsi in euro e investire in dollari per ottenere performance stellari....specie se a leva...
DA QUI UNA IMPORTANTE CONSIDERAZIONE
a settembre abbiamo vissuto il picco di crisi delle valute emergenti dovuto a una politica della bce attendista e alla sicurezza di un rialzo dei tassi in USA.
Immediatamente abbiamo visto due importanti reazioni....a) la Fed non alzo' i tassi b) Draghi comincio' a parlare di RADDOPPIO DEL QE. 
In questo modo i paesi emergenti sono stati rassicurati e hanno spinto in maniera ancor piu' massiccia ALLA CHIUSURA DEI PRESTITI IN DOLLARI SOSTITUENDOLI CON PRESTITI IN EURO.
Questo processo iniziato nel 2014 TERMINERA' NEL CORSO DEL 2016....con un esercito di speculatori, aziende e governi che si INDEBITERANNO IN EURO anche quando raggiungeremo la parita' ..o andremo a toccare eccessi a 0,90...(vedremo...).
A QUEL PUNTO ...IL DOLLARO SI STABILIZZERA' PER POI ...probabilmente tornare a indebolirsi...ma questa e' un'altra storia...e lo vedremo a fine 2016...
QUINDI I PAESI EMERGENTI CHE SOSTITUISCONO PIU' VELOCEMENTE I DEBITI IN DOLLARI CON DEBITI IN EURO ..(grazie alla nuova grande liquidita' offerta dal raddoppio del  QE di draghi a cavallo di fine anno...) SARANNO QUELLI CHE PRIMA USCIRANNO DALLA CRISI E VEDRANNO LE LORO VALUTE RISALIRE RAPIDAMENTE LA CHINA.
da quanto sopra se ne deduce che i driver dove investire nelle prossime settimane sono
1) paesi emergenti - obbligazionario)
2) dollari
3) azionario europa (ma coperto dal rischio di cambio)

I SERVIZI DI PORTAFOGLIO DI WMO SONO DISPONIBILI IN ABBONAMENTO ANNUALE . PER INFO CONTATTA MERCATILIBERI@GMAIL.COM...CAVALCA DA VINCENTE I PROSSIMI 12 MESI E PUNTA A UNA REDDITIVITA' A DOPPIA CIFRA

Share/Bookmark

11 commenti:

Anonimo ha detto...

http://www.repubblica.it/economia/finanza/2015/11/09/news/goldman_sachs_decreta_la_fine_dei_bric_basta_prospettive_di_crescita_-126945764/

Anonimo ha detto...

Short di breve, sul minimo comprare, per il lungo.

Un vecchio operatore

ML ha detto...

Le motivazioni per cui han chiuso quella attivita' sono solo di profitto di prodotto per loro...non per l' investitore

ML ha detto...

Le motivazioni per cui han chiuso quella attivita' sono solo di profitto di prodotto per loro...non per l' investitore

Anonimo ha detto...

Buongiorno, a.mio avviso minimo per Lunedì 16 alla prima ora poi su a 25k per Natale.
Bassa Modenese

Anonimo ha detto...

In base alla tua visione dei mercati (Questo processo iniziato nel 2014 TERMINERA' NEL CORSO DEL 2016....con un esercito di speculatori, aziende e governi che si INDEBITERANNO IN EURO anche quando raggiungeremo la parita' ..o andremo a toccare eccessi a 0,90...(vedremo...).).
Fare mutui in euro..come lo stanno facendo gli italiani ed acquistare bond in dollari (Eib Tf 1,625% Dc18 Usd ho inserito questa che è la più conosciuta ma ci sono altre con tassi sopra il 3%) per avere un reddito superiore al btp...o bot,ahahh.
Un bel ragionamento, complimenti Paolo.

ML ha detto...

per ora e per qualche mese andra' benissimo....

Anonimo ha detto...

Scusi scusi scusi, mi sono perso un punto fondamentale: se tutti si indebitano in euro, perchè questo cala?

Poi: dott Barri, non dia tutte queste info alla massa di sciacalli che bazzica il suo blog!!! : ))

Anonimo ha detto...

all'anonimo della 23,03
anche gli sciacalli...e invidiosi si possono convertire al bene.
Pace e Bene.
Fra Indovino.

Davide Tasinato ha detto...

Ci ripenso da qualche giorno...poi vedo il dollar index che si avvicina a 100 (valore che aveva proprio alla sua creazione nel 1970) e capisco che è veramente un meccanismo di lunghissimo periodo! Grazie per l'ottimo articolo!

Mauro ha detto...

Salve vorrei chiedere se cortesemente potreste darmi delle delucidazioni:

1- come fa un paese (e le sue aziende) ad indebitarsi in una valuta estera ? (emettendo bond in valuta estera ? tipo i yankee bond ?)

2- perchè lo fa ? (per rendere più appetibile il proprio debito legandolo una valuta solida ?? )

3- investire in bond obbligazionario emergente è perchè essendo emessi in valuta euro con il rinnovo del qe i tassi non saliranno e quindi questi bond non perderanno valore ?

grazie mille per l'eventuale risposta e scusate se ho scritto delle cavolate

mauro