UNA VOLTA NELLA VITA CAPITA LA GRANDE OCCASIONE! CARPE DIEM!


DIVERGENZA DALLE BANCHE CENTRALI - ARTICOLO IMPORTANTE


Capita raramente che le banche centrali abbiano comportamenti DIVERGENTI ed entrambe nello stesso mese di dicembre.
ai mercati le banche centrali (fed e bce) stanno dando DUE CHIARI SEGNALI per festeggiare il SANTO NATALE.
1) LA FED VUOLE AUMENTARE I TASSI
2) LA BCE VUOLE RADDOPPIARE IL SUO QE (per abbassare ancora i tassi stessi)
IN QUESTO MODO LO SPREAD FRA TASSI EUROPEI E TASSI AMERICANI RAGGIUNGEREBBE UN VERO E PROPRIO PICCO CON EFFETTO SVALUTATIVO MASSIMO DELL'EURO
IN QUESTO CONTESTO I MERCATI AZIONARI AMERICANI SALIREBBERO PER L'ARRIVO DI TONNELATE DI DOLLARI (ACQUISTATI DA TUTTO IL MONDO IN QUANTO CON I TASSI IN AUMENTO IL DOLLARO SI RAFFORZA)
IN QUESTO CONTESTO I MERCATI AZIONARI EUROPEI SALIRANNO ANCHE SE CON UN PO' DI RITARDO..IN QUANTO :
1) SI PUO' INVESTIRE ANCHE IN OBBLIGAZIONI VISTO CHE I TASSI SCENDERANNO (a differenza degli USA)
2) LA FUGA DALL'EURO IN QUESTA FASE RIDUCE LA LIQUIDITA' ANCHE PER IL MERCATO AZIONARIO
3) I DATI MACRO DOVRANNO USCIRE PESSIMI NEI PROSSIMI 30 GIORNI PER GIUSTIFICARE UN RADDOPPIO DEL QE
4) L'EFFETTO DELLA SVALUTAZIONE DELLA MONETA PORTA A UN PRIMO EFFETTO DIFENSIVO SUL MERCATO AZIONARIO E IN UN SECONDO MOMENTO A UN EFFETTO CRESCITA DA MIGLIORAMENTO DELLE ESPORTAZIONI E DA UNA SALITA DELL'INFLAZIONE IMPORTATA. (anche se le materie prime basse aiutano a non far salire l'inflazione e mantenere alti in profitti aziendali)
5) I BASSI TASSI DI INTERESSE E LA SVALUTAZIONE FAVORIRANNO GLI INVESTIMENTI ESTERI IN EUROPA E LE FUSIONI E ACQUISIZIONI (dando anche un rilancio al settore immobiliare)

OVVIAMENTE QUESTA E' SOLO UNA DELLE IPOTESI....PER L'ALTRA FACCIA DELLA MEDAGLIA CI PENSA L'OTTIMO ICEBERFINANZA CON LA SUA ANALISI SULL'AMERICA

Share/Bookmark

6 commenti:

Anonimo ha detto...

Occhio alle truffe: Schemi Ponzi!

ML ha detto...

sempre. e comunque

Anonimo ha detto...

paolo è tanto che non ti sentivamo così bello deciso. sei una voce fuori dal coro...sn tutti short
carlo

ML ha detto...

nel breve forse..ma non nel medio

marco toscano ha detto...

secondo me il dollaro si apprezzerà, l'euro svaluterà, la borsa americana inizierà la scesa dei 18 mesi max programmati max 2 anni prima di nuovo QE e l'obbligazionario americano salirà. Questo è il ciclo che si ripete anche se adesso i mercati sono più difficili o meglio tutte le altre banche centrali provano a copiare la Fed. Saluti a tutti, Marco.

Anonimo ha detto...

Ottime considerazioni. Il mercato è salito in un mare di diffidenza. Ottima notizia. Perché salirà ancora costringendo i molti short a ricoprirsi. Nemmeno il significativo rialzo dei rendimenti dei Treasury ha scalfito il mercato. La curva dei tassi è ancora molto ripida, ergo non c'è spazio per un bear market (che presuppone sempre l'appiattimento della curva dei rendimenti) . E finché il differenziale Treasury-Bund si manterrà così ampio non c'è storia. Gli short verseranno lacrime amare.

Saluti, Attilio