UNA VOLTA NELLA VITA CAPITA LA GRANDE OCCASIONE! CARPE DIEM!


STEFANO QUINTARELLI - INDAGATO PER APPROPRIAZIONE INDEBITA: ERA QUEL PARLAMENTARE DI SCELTA CIVICA CHE AVEVA PROPOSTO UNA LEGGE CONTRO LE CRIPTOVALUTE ANONIME PERCHE' FAVORIVANO L'EVASIONE......

di STEFANO QUINTARELLI ne abbiamo gia' parlato nel nostro blog pochi mesi fa....in occasione del suo ATTACCO contro le cripto valute anonime che favorirebbero l'evasione....(in realta' il problema  e' che i piccoli potentati governativi e para governativi hanno paura di perdere potere ....)
LEGGI L'ARTICOLO DI MERCATO LIBERO CONTRO QUINTARELLI

BASTA DIRE CHE E' PARLAMENTARE E QUESTO BASTA..
MA AGGIUNGIAMO CHE E' AMICO DI MONTI E GIA' LA COSA E' PESANTE..
POI AGGIUNGIAMO CHE E' UN UOMO ARRICCHITO DALLA NEW ECONOMY E DA ALLORA CERCA NEI MEANDRI DELLA POLITICA DI FARSI STRADA...E OTTENERE DEI VANTAGGI ..COMPLICE ANCHE IL SUO TENERE BUONA L'INNOVAZIONE TECNOLOGICA...
HA TESSUTO UNA SERIE DI RAPPORTI ANCHE CON I MEDIA DA APPARIRE COME INTOCCABILE.
DA OGGI E' INDAGATO PER UN REATO MOLTO IMPORTANTE:
 ECCO L'ARTICOLO DEL CORRIERE DELLA SERA
Nove persone, tra i quali un parlamentare e l’attuale direttore del più importante quotidiano economico italiano, sono al centro di altrettante perquisizioni in corso a Milano nell’inchiesta sui conti del Sole 24 Ore.
Il “giallo” delle 109.500 copie digitali multiple, dichiarate nel marzo 2016 dalla casa editrice controllata da Confindustria ma poi sospettate d’essere “fantasma” e perciò tolte dal computo della diffusione dalla società Ads certificatrice delle vendite dei giornali, spinge la Procura di Milano a uscire allo scoperto dopo tre mesi di accertamenti e interrogatori di testimoni su due capitoli.
Nel primo dei due filoni, che a valle ipotizza il reato di “false comunicazioni sociali” a causa dell’impatto della fittizietà di quelle copie multiple digitali sui conti reali del bilancio 2015, sono indagati dal pm Gaetano Ruta l’attuale direttore del quotidiano di Confindustria, Roberto Napoletano, responsabile anche di Radio 24 e dell’agenzia di stampa Radiocor; Benito Benedini, ex presidente della casa editrice durante la presidenza confindustriale di Giorgio Squinzi, nonché ex presidente di Fondazione Fiera Milano e di Assolombarda; e Donatella Treu, già amministratore delegato e direttore generale del gruppo quotato in Borsa.
 Nel secondo filone, che a monte scandaglia invece l’opaco rapporto tra il mondo del Sole 24 Ore e la società inglese Di Source Limited (incaricata di raccogliere e attivare gli abbonamenti digitali di copie in realtà inattive e dunque “gonfiate” nei numeri proposti agli inserzionisti pubblicitari e al mercato editoriale) sono indagati per l’ipotesi di reato di “appropriazione indebita” (complessivamente sinora stimata in poco meno di 3 milioni di euro) l’ex direttore dell’area digitale del gruppo Sole 24 Ore, Stefano Quintarelli, attuale deputato di Scelta Civica per l’Italia e professore fra i più attivi nella legislazione sul web; l’ex direttore finanziario del gruppo editoriale, Massimo Arioli; l’ex direttore dell’area vendite, Alberti Biella; Filippo Beltramini, direttore di una società inglese (Fleet Street News Ltd) interamente controllata da Di Source Limited, e responsabile dei rapporti con i clienti italiani della Di Source; il commercialista Stefano Poretti; e il fratello del deputato, l’imprenditore Giovanni Quintarelli.

STEFANO QUINTANTELLI E' SOCIO ASSOB.IT LA ASSOCIAZIONE BITCOIN E BLOCKCHAIN ITALIANA . UN SOCIO SCOMODO PURTROPPO E CHE NON SIAMO RIUSCITI AD ALLONTARE. IL MIO PERSONALE DESIDERIO E' CHE NON SIA PIU' SOCIO E CHE NON PAGHI LA QUOTA ANNUALE (ENTRO POCO TEMPO LO VEDIAMO)

QUESTO E' IL TESTO DELLA MAIL INVIATA DA ME A STEFANO QUINTARELLI POCHI MINUTI FA:
ERA COPIATO IL DIRETTIVO DI ASSOB.IT.

caro Stefano,ci aggiorni sulla tua proposta di legge contro le criptovalute anonime in quanto favoriscono l'evasione fiscale di cui ti sei vantato a lungo e hai chisto collaborazione a tutti nei mesi scorsi?
gia' che ci sei sarebbe carino che ci potessi fornire un breve comunicato stampa su quanto segue:

http://milano.corriere.it/notizie/cronaca/17_marzo_10/inchiesta-sole-24-ore-indagati-direttore-altre-otto-persone-4be21928-056b-11e7-882a-48a6b14b49a6.shtml

Nel secondo filone, che a monte scandaglia invece l’opaco rapporto tra il mondo del Sole 24 Ore e la società inglese Di Source Limited (incaricata di raccogliere e attivare gli abbonamenti digitali di copie in realtà inattive e dunque “gonfiate” nei numeri proposti agli inserzionisti pubblicitari e al mercato editoriale) sono indagati per l’ipotesi di reato di “appropriazione indebita” (complessivamente sinora stimata in poco meno di 3 milioni di euro) l’ex direttore dell’area digitale del gruppo Sole 24 Ore, Stefano Quintarelli, attuale deputato di Scelta Civica per l’Italia e professore fra i più attivi nella legislazione sul web.
Grazie mille per l'attenzione
Paolo Barrai

Share/Bookmark

2 commenti:

Anonimo ha detto...

http://www.osservamondo.com/2017/03/dollaro-e-trentennale.html
??

Anonimo ha detto...

Grande Paolo stagli addosso e staccagli le palle a sto cialtrone