18- 19 MAGGIO: CRIPTOVALUTE ALL'ITFORUM DI RIMINI

18- 19 MAGGIO:  CRIPTOVALUTE ALL'ITFORUM DI RIMINI
NOI SAREMO PRESENTI! RAGGIUNGICI PER UNA DUE GIORNI UNICA!

PETROLIO VOLA..E WMO ASSET ALLOCATION RINGRAZIA ....INFLAZIONE ...TASSI AL RIALZO E DOLLARO FORTE

OPEC, Comunicato ufficiale:
Dopo l’Accordo di Vienna (171° meeting OPEC tenutosi nella giornata del 30 novembre 2016) i ministri OPEC hanno incontrato nella giornata del 10 dicembre 2016 alcuni ministri rappresentanti produttori esterni al Gruppo. Il meeting è stato presieduto da Sua Eccellenza Dr. Mohammed Bin Saleh Al-Sada (Presidente della Conferenza dell'OPEC e Ministro dell'Energia e dell'Industria dello Stato del Qatar) e da Alexander Novak (Ministro dell'Energia della Federazione Russa). Nell’ordine: L’Assemblea ha ricordato i diritti dei popoli e delle nazioni alla sovranità permanente sulle proprie ricchezze naturali; L’Assemblea ha analizzato le attuali condizioni del mercato del Petrolio a breve termine e le prospettive a medio termine ed ha riconosciuto la necessità di una cooperazione congiunta dei paesi esportatori di Petrolio al fine di raggiungere una stabilità duratura nel mercato del greggio nell’interesse di produttori e consumatori. L’Assemblea ha ricordato che i membri OPEC si sono riuniti nella giornata del 30 novembre 2016 ed hanno stabilito di implementare una contrazione produttiva di 1.2 milioni di barili giornalieri, accordo che entrerà in vigore dal 1° gennaio 2017. L’Assemblea ha messo a registro che i paesi membri, in conformità alle decisioni prese, hanno confermato il loro impegno per giungere ad un mercato del greggio stabile ed equilibrato sottolineando l’importanza della collaborazione da parte di altri produttori nell’unire i loro sforzi a quelli dell’OPEC. A questo proposito i paesi di cui sopra hanno deciso di adeguare la loro produzione di greggio ai livelli stabiliti tramite contrazione volontaria o riduzione gestita a partire dal 1° gennaio 2017 per un periodo di sei mesi prorogabile per ulteriori sei mesi tenendo conto delle condizioni di mercato e delle condizioni prevalenti. I paesi di cui sopra e l’OPEC, convinti della necessità di cooperare in modo congiunto al fine di stabilizzare il mercato hanno deciso quanto segue: L’OPEC mantiene in vigore quanto deciso nel meeting del 30 novembre 2016, meeting in cui sono state decise le modalità di esecuzione a seguito di una profonda conoscenza dei regolamenti OPEC. Azerbaigian, Regno del Bahrain, Brunei Darussalam, Guinea Equatoriale, Kazakistan, Malesia, Messico, Sultanato dell'Oman, Federazione Russa, Repubblica del Sudan e Repubblica del Sud Sudan si impegnano a ridurre la loro rispettiva produzione di petrolio, volontariamente o attraverso riduzione gestita, secondo le procedure stabilite: l’obiettivo stabilito è il raggiungimento di una contrazione di 558000 barili giornalieri per i produttori di cui sopra. Due paesi esterni al Gruppo dovranno far parte del comitato di sorveglianza OPEC (OPEC Ministerial Monitoring Committee) composto da ministri del Petrolio, presieduto dal Kuwait con la Federazione russa in qualità di presidente alternativo e assistiti dal Segretariato dell’OPEC. Rafforzare la collaborazione, anche tramite analisi congiunte ed outlook, al fine di garantire un mercato petrolifero sostenibile a vantaggio di produttori e consumatori. Rivedere regolarmente, a livello tecnico e ministeriale, lo stato della collaborazione in oggetto. In conclusione, l’Assemblea esprime gratitudine al governo ed al popolo austriaco, nonchè alle autorità della città di Vienna per la calorosa ospitalità e le eccellenti modalità organizzative dell’Assemblea stessa.

Share/Bookmark

1 commento:

Anonimo ha detto...

Scusa Paolo, dove vedi per piacere le quotazioni in tempo reale del petrolio di domenica? Marta