L'ITALIA RIPARTE SOLO ATTIRANDO I RICCHI E I BRAVI E CACCIANDO I POVERI E INCAPACI


COMMISSIONE DI 5 EURO AL BANCOMAT! E' ARRIVATA E IL BITCOIN GODE!!!

È arrivata la tassa sul prelievo al bancomat .In Germania alcune banche hanno deciso di far pagare COMMISSIONI sul prelievo di denaro contante ai propri clienti. BERLINO - Le banche sono in crisi e i margini di guadagno si assottigliano. E allora che succede? Si cercano nuove fonti di entrate. In Germania ci sono banche che hanno già iniziato ad applicare ai propri clienti una COMMISSIONE DI 5 EURO sul prelievo al bancomat. Succede per esempio ai correntisti della Banca Popolare di Ermstal-Alb (Volksbank Ermstal-Alb).
Il motivo di questo provvedimento è semplice: i 55.000 bancomat presenti su tutto il territorio nazionale tedesco costano molto denaro.
Fino ad oggi il prelievo era gratuito. Cosa è cambiato?La ragione di fondo è da ricercare nei tassi d'interesse ai minimi storici. I vecchi modelli di affari nel settore finanziario non funzionano più. Una volta le banche vivevano grazie alla differenza tra i tassi d'interesse di denaro prestato e preso in prestito. Con i tassi d'interesse pari a zero i margini di guadagno sono ridotti ai minimi termini. Inoltre vi è un altro fattore: il denaro a contanti sta cominciando ad essere fastidioso perché costa in gestione. Addio conti a conti correnti zero
Le banche che offrono conti correnti gratuiti per conquistare nuovi clienti sono sempre di meno. Alcune banche, per esempio, aumentano il canone se il cliente non raggiunge una determinata cifra di denaro depositata. La Postbank tedesca, per esempio, ha alzato l'asticella per concedere al cliente un conto corrente a zero spese. Se vuole evitare di vedersi addebitare dal conto ogni mese 10 euro, il risparmiatore dovrà garantire un'entrata minima di 3.000 euro mensili. 1.000 euro, infatti, non bastano più.
Cosa fare?
SELEZIONARE LA BANCA GIUSTA...E PASSARE AL BITCOIN!

Share/Bookmark

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Lo fanno per scoraggiare l'utilizzo del contante

Anonimo ha detto...

qual e la banca giusta in italia adesso?