L'ITALIA RIPARTE SOLO ATTIRANDO I RICCHI E I BRAVI E CACCIANDO I POVERI E INCAPACI


PROVIAMO A DISTRICARCI NEL MONDO INTERMARKET FRA TASSI VALUTE E BORSE..

A NOSTRO AVVISO  il movimento dell'oro è anticipatore del movimento del dollaro! fate attenzione, vista la mancata correlazione dei giorni scorsi fra oro (crollato) e dollaro (immobile) aumentano le probabilita' di vedere un oro MOLTO PIU' BASSO di 1220, sono aumentate le probabilita' di vedere un oro a 1100 e un dollaro alla parita' con l'euro nei prossimi sei mesi (attenzione che siamo vicini a ipervenduti quindi rimbalzi sono sempre dietro l'angolo)

- nuovo record della sterlina che continua a svalutarsi. ripropongo i miei target a 0,95 sull'euro e 1,05 sul dollaro (ottimo il nostro timing per il viaggio a londra)

- il franco svizzero a nostro avviso si svalutera' nei confronti del dollaro americano.

- Il rublo continua a essere valuta forte. non sarei sorpreso di vederlo a 0,62 entro pochi mesi. La grande incognita è il petrolio. Oggi alle prese con una resistenza a 52 dollari. Se non supera tale livello aumenta il rischio di un ritorno a 40 (e un rublo debole) al momento le probabilita' depongono a favore di un petrolio fra i 50 e i 60 dollari e un rublo forte.

I tassi in europa sono in salita (ma il bund aveva un rendimento superiore un mese fa rispetto a oggi) - i mercati e la speculazione hanno preso la risalita dei tassi come un segnale positivo per le banche ..e infatti in borsa si è visto. Ma a vedere bene ..i tassi sui btp sono piu' alti di meta' settembre , non cosi per i tassi tedeschi. Il tutto insomma si e' tramutato in un AUMENTO DELLO SPREAD BTP BUND. Insomma ..potrebbe anche essere che in borsa si stia facendo un errore a far salire i bancari italiani..in quanto il rischio paese è piu' alto che un mese fa. Senza contare che nei prossimi 60 giorni avremo l'incubo referendum.
Stiamo a vedere..
 


in america invece i tassi sono ritornati esattamente a livello di un mese fa. Potremmo quindi affermare che al momento l'america presenta una situazione migliore che in europa. I tassi sono improntati a un rialzo a dicembre.
In Europa il tapering potrebbe essere una mezza bufala ...ma tanto è bastato (usa e europa) per far crollare il prezzo dell'oro). La debolezza dei rendimenti italiani (in salita) è evidente e potrebbe continuare. 
il dollaro potrebbe apprezzarsi sull'euro nelle prossime settimane in caso di un peggioramento della situazione sulle banche europee (che allontanerebbe il tapering) e un ritorno a tassi negativi sul bund tedesco (ripeggioramenti sul fronte deutsche bank)..mentre l'italia continuerebbe a veder lo spread allargarsi .
IL DOLLARO FORTE SAREBBE ACCOMPAGNATO DA UN ORO ANCOR PIU' DEBOLE MA NON IN EURO .



Share/Bookmark

Nessun commento: