L'ITALIA RIPARTE SOLO ATTIRANDO I RICCHI E I BRAVI E CACCIANDO I POVERI E INCAPACI


BURKINI E TERREMOTO A BRACCETTO....

"Terremoto all'italiana: penne al sugo di pomodoro, penne gratinate, lasagne", questa la vignetta pubblicata dall'ultimo numero di Charlie Hebdo. Vi si mostrano vittime del sisma sporche di sangue. L'ultima, ("lasagne"), presenta diverse persone sepolte da strati di pasta. La vignetta sul terremoto è pubblicata nell'ultima pagina del numero in edicola di Charlie Hebdo, che ha in copertina una vignetta sul "burkini". Nella stessa ultima pagina della vignetta sul sisma, il drammatico tema della sciagura in Italia viene affrontato in un colonnino con una serie di battute: "circa 300 morti in un terremoto in Italia. Ancora non si sa se il sisma abbia gridato 'Allah akbar' prima di tremare"

cattivo gusto? forse si forse no? non e' forse lo stesso gusto con il quale la rivista dissacrante francese si occupa della popolazione musulmana?
Viviamo in un mondo che è TORRE DI BABELE e tutto e' vero come tutto e' falso...non esiste cinismo realismo non esiste pace o guerra non esiste l'informazione e la realta' si confonde con le balle...
fatevene una ragione e vivrete decentrati e meglio!


Share/Bookmark

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Charlie Hebdo faceva cagare prima e fa cagare ora.
Questo non giustifica l'attentato ma neppure la sua santificazione.

Fa cagare e basta, è merda.

Anonimo ha detto...

Che merde.

Anonimo ha detto...

Ahahah

e tutti quei cazzoni del Je suis Charlie dove sono finiti?

Anonimo ha detto...

se non capite l'umorismo mettete voi la maglietta je suis una testa di cazzo

Liggy ha detto...

Secondo me è una vignetta intelligente tantè che i primi ad indignarsi sono stati i politici, non è irrispettosa verso i terremotati ma verso il sistema italia che non funziona assolutamente
Voglio vedere se qualcuno pagherà per la scuola crollata e per la quale erano appena stati spesi 700 000 euro, io credo di no