L'ITALIA RIPARTE SOLO ATTIRANDO I RICCHI E I BRAVI E CACCIANDO I POVERI E INCAPACI


NON CREDIAMO A WILLIAMS

Dollaro debole..
The trigger for its weakness overnight was a paper from San Francisco Fed President John Williams arguing that central banks might have to raise inflation targets, focus more on growth and back much looser fiscal policy in the future.
I deboli dati macro e le affermazioni di Williams  hanno indebolito il dollaro nel primo giorno post ferragosto....
Non credo alle affermazioni di Williams anche se è  molto vicino alla Jellen....comunque sempre massima attenzione...

Share/Bookmark

9 commenti:

Anonimo ha detto...

B
L
U
F
F

Anonimo ha detto...

Ieri Paolo dicevi che il dollaro debole sarà ancora per poco. Credi ancora questo nonostante Williams? Grazie

ML ha detto...

Si

spartan3000it ha detto...

Scusate la mia invadenza e ignoranza. Uso questo blog per informarmi ma anche restituisco molto del mio tempo a internet (sono impegnato nell'open source). Potrei fare una libera donazione come a volte ne ho fatte per i blog che uso e che ne hanno fatto richiesta. Volevo qui segnalare che tal Soros invitato al Parlamento Europeo ha consigliato anche a noi in Europa la nota (dai tempi dei subprimes) ricetta americana: campare a debito e rifilare debito spazzatura in tutto il mondo. Date un'occhiata alla curva esponenziale del debito americano. L'euro e' forte non perche' e' forte l'economia in Europa: e' tutto relativo, gli USA stanno giocando sembra l'end-game e finira' tutto con un reset con remissione dei debiti e stanno accelerando le fasi di decomposizione della loro moneta. Vogliono che succeda lo stesso anche per l'euro perche' ne temono la concorrenza (in realta' le due banche centrali fanno squadra). Sbaglio?

Anonimo ha detto...

Anche Maria Davide parlava del fallimento quasi simultaneo delle due bc

Anonimo ha detto...

Espandono liquidità per mettere in difficoltà le altre monete. Vogliono inondare il mondo di dollari e forse anche di euro. Vedi quello che ha dovuto fare Abe con lo yen per compensare il diluvio di dollari. Poi a periodi il dollaro si rafforza e si consolida perché non è la pizza di fango del Camerun. L'espansione monetaria mette in difficoltà il risparmio e le produzioni di qualità. Vivere di debito, senza preoccuparsi della restituzione significa vivere di elemosina.

Anonimo ha detto...

x spartan

e quindi torniamo al baratto?moneta globale?venderemo le suocere in cambio di derrate alimentari?

Anonimo ha detto...

Pinocchio.....
http://www.lettera43.it/economia/macro/la-crescita-frena-renzi-pronto-ad-alzare-l-iva_43675256850.htm

Anonimo ha detto...


per par condicio.........


http://www.economist.com/news/leaders/21705317-americas-housing-system-was-centre-last-crisis-it-has-still-not-been-properly?cid1=cust/ednew/n/bl/n/20160818n/owned/n/n/nwl/n/n/EU/n