L'ITALIA RIPARTE SOLO ATTIRANDO I RICCHI E I BRAVI E CACCIANDO I POVERI E INCAPACI


ONECOIN E' UNA TRUFFA..LA GUARDIA DI FINANZA STA INDAGANDO. PRESTO I PRIMI ARRESTI. RUJA IGNATOVA TRUFFATRICE PURE NON SCOPABILE! UNA ZINGARA MOSTRO!

DATEMI I NOMI DEI VENDITORI IN ITALIA  E LI FAREMO ARRESTARE TUTTI PER TRUFFA. LI PASSEREMO ALLA GUARDIA DI FINANZA ITALIANA (A CHI STA GIA' INDAGANDO)
IGNATOVA ESPERTA DI TRUFFE E DI FALLIMENTI (GIA' CONDANNATA PER TRUFFA)  
SE VOLETE FARE UNA DENUNCIA CIRCOSTANZIATA RIVOLGETEVI AL PIU' VICINO CENTRO DI POLIZIA DELLA ZONA.

Share/Bookmark

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Video molto interessante.
Grazie Paolo!
Andrea da Torino

Anonimo ha detto...

domanda stupida....ma se queste criptovalute sono considerate anonime e non tracciabili, possibile sapere come fanno ad associare i bitcoin ad un narcotrafficante ed a confiscargliele?



SIDNEY - Bitcoin all'asta: circa 25mila quelli che saranno oggetto di un incanto il mese prossimo in Australia. Frutto di un sequestro «in qualità di proventi di reato», saranno venduti in blocchi da 2mila: per un valore di quasi un milione di franchi l'uno e un importo complessivo di oltre undici milioni e mezzo.

L'asta è programmata per il 20 giugno: e sarà la prima di tal genere al di fuori degli Stati Uniti. Secondo i quotidiani locali, si tratta di denaro virtuale confiscato a un uomo accusato di traffico di droga.

Dal 2012, giurano gli esperti, il numero delle transazioni in bitcoin è quadruplicato: al punto da renderli appetibili anche al pubblico delle aste.

andrea muller ha detto...

Dove si mandano i nomi che vuoi?