L'ITALIA RIPARTE SOLO ATTIRANDO I RICCHI E I BRAVI E CACCIANDO I POVERI E INCAPACI


A TECHNOGYM NON PIACCIONO I PICCOLI INVESTITORI! APPUNTAMENTO A PIAZZA AFFARI IL 3 MAGGIO

 faccio una premessa, per MERCATO LIBERO Technogym vale dei 750 milioni al miliardo (cifra massima a cui il titolo puo' ambire solo su un news flow particolarmente positivo)
 Una valorizzazione corretta attualmente è in area 750-850 milioni
Technogym è la prima matricola del 2016 ad andare in borsa. la societa' taglierà il traguardo di Piazza Affari il prossimo 3 maggio. Il record è già stato scritto però infatti l’offerta è andata a ruba tra gli investitori istituzionali, cui era riservata questa prima fase. L’ammontare è stato sottoscritto interamente già nelle primissime ore del collocamento (prezzo tra 3 e 3,75 euro). Il retail potrà acquistare sul mercato dal giorno stesso della quotazione.
la societa' quindi capitalizzera' fra i 600 e i 750 milioni di euro. Un valore comunque di  molto inferiore rispetto alla valutazione di 1 miliardo di cui si è piu' volte parlato nell'ultimo anno.
 L’operazione avviene con la vendita di un pacchetto di azioni da parte di  Salhouse Holding, la società veicolo di Arle Capital Partners, il fondo di private equity che vende complessivamente 57,5 milioni di azioni, pari al 28,75% del capitale del Gruppo fondato nel 1983.
L'AZIENDA E' LEADER NEL SETTORE. SONO MOLTO BRAVI. unica nota stonata...: il ceo non ama i piccoli investitori...sappiatelo..nel futuro non sara' certo una azienda che fara' l'interesse del retail ma solo quello dei big investors
LE VALUTAZIONI DI QUESTA AZIENDA NON SONO ASSURDE. I 675 MILIONI CIRCA  A CUI E' STATA VALORIZZATA NON CONSIDERANO IL BRAND NEL SETTORE LUSSO MA NEL SETTORE FITNESS.
la societa' non ha debiti, ha mire espansive, i dati di bilancio sono ottimi e le olimpiadi daranno sicuramente molta visibilita' alla azienda.
Il ceo e fondatore, alessandro nerio, è un personaggio carismatico e con le idee chiare.  questo aiuta sicuramente.
a vendere sono i private equity e qui nasce un grandissimo dubbio: ATTENTI
Candover Investments plc  (the LSE-listed investment company that used to be the principal investor in private equity funds once managed by Candover Capital Partner) and Arles Capital own together a 40% stake in Technogym capital while the remaining 60% is retained by founder Nerio Alessandri. Candover funds had invested in the company in August 2008 when it had been valued one billion euros or 15x 2007 ebitda (that had been 68.6 millions that year after 385 millions of revenues).
AVETE CAPITO BENE , NEL 2008 LA TECHNOGYM ERA STATA VALUTATA UN MILIARDO E OGGI, 8 ANNI DOPO, ARRIVA IN BORSA CON UNA VALORIZZAZIONE DI 750 MILIONI???
E COME MAI IL FONDO HA DECISO COMUNQUE DI USCIRE ANCHE SE IN FORTE PERDITA? 
è evidente che Nerio è STATO UN GRANDE, vendendo nel 2008 sui massimi e incassando una paccata di soldi..ma la domanda che ci poniamo tutti è: perche' i fondi private equity oggi vendono? e perche' vendono in perdita? cosa temono?
solitamente i private equity vendono o per disperazione o per realizzare forti plusvalenze...in questo caso invece realizzano un perdita
in 2014 Technogym reached 466 million euros in revenues (+13% vs. 2013) and a 64.8 millions ebitda (+77%) with a 57.2 millions net financial debt (from 87 milions). Candover Investments’ Interim results for the half year ended 30th June 2015 showed showed an implied valutation for Technogym of just less than one billion euros, included debt, or 14x FY 2014 ebitda
 ORA ATTENTI...
Tecnogym ha chiuso il 2015 con un fatturato di 512 milioni di euro (+10%) ed un margine operativo lordo di 86,7 milioni di euro, in crescita del 40% rispetto all’esercizio precedente e un debito di circa 35 milioni.
  ovvero fatturato ed ebitda molto meglio dello scorso anno quando la azienda doveva valre 1 miliardo ...ma viene portata in borsa per 650-750 milioni....
 PARE CHE IL MISTERO SIA UNA QUESTIONE DI TEMPISTICA...
 D'altronde c'è anche una questione di tempistica che tira in ballo il socio di minoranza: il fondo Arle, proprietario del 40%, avrebbe una clausola, inserita nei patti parasociali, che lo obbliga a uscire entro giugno. Borsa o vendita a un altro compratore, poco cambia per Arle: interessa monetizzare l'investimento, da troppo tempo in portafoglio. Alla fine sceglierà la strada che garantirà l'incasso maggiore. 
VA BENE LA TEMPISTICA..MA UNA VALUTAZIONE INFERIORE DI CIRCA 300 MILIONI SU UN COLLOCAMENTO DEL 28,5% DELLE AZIONI...SIGNIFICA UN MANCATO INTROITO DI CIRCA 80-90 MILIONI PER IL FONDO PRIVATE EQUITY..NON PROPRIO NOCCIOLINE..
LA DOMANDA CHE E' NATURALE PORSI E' SE LA SOCIETA' TECHNOGYM ABBIA VERAMENTE LA POSSIBILITA' DI CRESCERE O IL FONDO PRIVATE EQUITY ESCE PERCHE' NON HA VISTO GROSSI APPEAL PER IL FUTURO.
noi, vedendo i numeri siamo propensi a credere che TECHNOGYM possa valere un prezzo superiore al collocamento e che il miliardo di euro sia alla portata entro 12 mesi (se i mercati reggono) . Un acquisto in area 3,50-4 euro non è da sottovalutare.
ricordo che Ferrari invece fu quotata non come societa' di automobili ma con valutazioni di titolo del lusso...quindi il titolo è stato quotato gia' con un premium rubato agli investitori.
Technogym probabilmente regala questo premio agli investitori istituzionali dando un clacio in culo ai retail. Ma se il primo giorno di quotazione il titolo non salisse troppo, potrebbe essere occasione di acquisto..
 technogym sebbene è da considerarsi nel settore lusso e benessere non riesce ad avere la marginalita' delle case del lusso italiane, tuttavia se prendiamo anche la peggiore in termini di ebitda verso capitalizzazione....ovvero la TODS vediamo che moltiplicando l'ebitda per 10 ottieni la capitalizzazione. Nel caso di Technogym arriveremmo a una capitalizzazione di 860 milioni di euro.
  TECHNOGYM
 capitalizzazione 0,75 MILIARDI
fatturato  512  milioni
ebitda 86 milioni
 
facciamo il paragone con MONCLER? 
capitalizzazione 3,7 miliardi
fatturato  880 milioni
ebitda 300 milioni 

facciamo il paragone FERRAGAMO
 capitalizzazione 3,5 miliardi
fatturato  1,4 MILIARDI
ebitda 324 milioni 

facciamo il paragone TODS
capitalizzazione 2,04 miliardi
fatturato  740 milioni
ebitda 200  milioni 

INFINE NON DIMENTICHIAMOCI LA COSA PIU' IMPORTANTE: IL MERCATO DI TECHNOGYM.
Il mercato NON sono i privati. Technogym ha fallito nel cercare di vendere i suoi attrezzi alle famiglie. Quindi è differente dal marchio Ferrari o dal marchio Armani o Prada. Il loro target sono le palestre, gli hotel..ecc ecc..un mercato molto difficile..senza contare che in AMERICA LA CONCORRENZA è molto brava e non sono mai riusciti a entrare in quel mercato.
insomma, il mercato delle attrezzature da palestra è una bella nicchia ma il tasso di crescita non e' strepitoso...e l'ambiente è sufficientemente competitivo da non regalare utili straordinari..come invece è capitato a qualche casa di moda...o qualche auto di lusso

 

Share/Bookmark

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Quel che è stato venduto di technogym e tanto è stato fatto oramai non ci si può aspettare che continui così.

donato gionsoni ha detto...

Si chiama Nerio Alessandri, Paolo!

Ho lavorato in Technogym per 6 mesi, splendida azienda!

Marco P., il "polacco" di Credit Suisse :-)