L'ITALIA RIPARTE SOLO ATTIRANDO I RICCHI E I BRAVI E CACCIANDO I POVERI E INCAPACI


WMO SUGGERISCE DI CONTINUARE A STARE LUNGHI DI EMERGENTI, RUBLO, REAL, TURCHIA, RAND, MESSICO, INDIA ECC ECC...

 

BUY RUBLO, TURCHIA, RAND, MEXICO, INDIA, PHILIPPINES, EVEN REAL, BOND ARGENTINI ...ECC ECC
AND BUY DOLLARS

SELL EURO SELL FRANCO SVIZZERO


Share/Bookmark

7 commenti:

Anonimo ha detto...

Si intende a breve termine o a medio-lungo (1 anno)?

Anonimo ha detto...

Mah, mi sa che è un altro scherzetto di Barrai sul tema del post sulla Popolare di Vicenza...anche perchè non c'è un asset tra quelli citati che sia positivo a un anno. Molto contrarian ma molto pericoloso. A meno di un qe monstre della BCE in cui i mercati credano davvero.

Anonimo ha detto...

Che ne pensi Paolo?
Mario Draghi ha già salvato due volte l’economia europea, una prima volta nell’estate del 2013 con il “Whatever it takes”, una seconda a inizio 2015 con il varo del piano di acquisti mensile da 60 miliardi di euro. Per salvarla una terza volta, l’incremento degli acquisti a 70 miliardi di euro atteso dal consensus, potrebbe non bastare: c’è il rischio che l’incremento della potenza di fuoco venga interpretato come la riproposizione di una terapia che fino a oggi non è stata in grado di allontanare la minaccia di deflazione.
Anche l’ulteriore aumento della tariffa per il parcheggio della liquidità a Francoforte (il tasso sui depositi) viene data già per scontata dagli investitori.
Per ottenere una risposta positiva dai mercati finanziaria, Draghi deve tirare fuori dall’arsenale un’arma già utilizzata con successo in passato, un nuovo maxi finanziamento a condizioni agevolate da mettere a disposizione delle banche: un nuovo TLTRO a condizioni più vantaggiose di quelle in essere. Sempre di immissione di liquidità si tratta, ma incanalandola verso gli istituti di credito, la BCE risolve il problema della carenza di titoli acquistabili, sempre più scarsi proprio a causa degli effetti del QE.
Incrementando la quantità di acquisti in un alveo di disponibilità sempre più ridotto, l’istituto centrale potrebbe provocare effetti distorsivi sui prezzi, con il rischio di destabilizzare il mercato delle obbligazioni.
Con un nuovo TLTRO, le banche diventerebbero un braccio operativo del QE, sarebbero loro ad andare sul mercato a rastrellare titoli di Stato e altra “carta”, senza i vincoli ai quali deve sottostare la Bce. Formalmente, le risorse messe a disposizione da Francoforte agli istituti di credito dovrebbero essere girate alle famiglie e alle imprese, ma alla fine, anche se in modo meno diretto, si arriva allo stesso risultato. Il TLTRO prevede che le banche, per poter partecipare all’asta, presentino come collaterale obbligazioni di vario genere, governative, bancarie e corporate.
Draghi potrebbe fare anche di più: uno degli annunci che il consensus non si aspetta, ma che qualcuno prende in considerazione, riguarda la possibile inclusione negli acquisti della Bce di titoli sotto il livello investement grade, o di subordinati emessi dalle banche. In questo modo, ci sarebbe un immediato effetto positivo sulle banche: essendo grandi detentrici di questa classe di bond, sarebbe per loro possibile dismetterne una parte con una plusvalenza.
Un passo di questa portata sarebbe impegnativo in quanto esporrebbe la banca centrale al fuoco delle critiche, soprattutto dei tedeschi, ma c’è qualcosa che Draghi, in questo ambito potrebbe dire.

Anonimo ha detto...


Mi scusi Sig. Barrai, solo una curiosita'.
Io personalmente sarei un po' dubbioso in investimenti a medio lungo termine su emergenti....in particolare:
Perche' investire in Real quando l'economia e' in piena difficolta'??
Perche' investire sul Messico quando ancora hanno gravissimi problemi di legalita', crimini legati allo spaccio di stupefacenti e corruzione a manetta?

Paesi con popolo giovane?
O semplicemente la ripresa del petrolio che ridara' una boccata di ossigeno a questi paesi pieni di materie prime??



DiegoM

ML ha detto...

Breve con.stop loss al prezzo di acquisto

ML ha detto...

Breve con.stop loss al prezzo di acquisto

Anonimo ha detto...

Comprare USD? Non mi sembra il caso visto l'andazzo odierno. Se la Fed decide di lasciare i tassi invariati...,,crollo USD !