L'ITALIA RIPARTE SOLO ATTIRANDO I RICCHI E I BRAVI E CACCIANDO I POVERI E INCAPACI


CADUTA LIBERA DEL FRANCO SVIZZERO CONTRO EURO MA....

Ma la vera opPortunita' e' vendere franco svizzero contro un'altra valuta.....cosa che GLI ABBONATI DI WMO HANNO FATTO A INIZIO SETTIMANA.

Share/Bookmark

5 commenti:

Anonimo ha detto...

Aveva ragione anche RC sua maestà Re buffo allora?
Con l'investimento in yen come si va?

Anonimo ha detto...

una parolina per chi è lungo yen

Anonimo ha detto...

Con il tracollo di Russia e Brasile l’acronimo Brics ha ormai poca rilevanza nell’individuare quali sono, al momento, i mercati emergenti sui quali stanno puntando i principali fondi d’investimento. Bisogna, dunque, segnarsi una nuova sigla: Ticks. Che sta per Taiwan, India, Cina e Korea

http://www.wallstreetitalia.com/wp-content/uploads/2016/01/ftcople1-640x450.jpg

Anonimo ha detto...

Il 2016 sarà l’anno della volatilità e il guru degli investimenti Mohamed El-Erian ritiene che ormai nessuna asset class sia più sicura in un contesto difficile da decifrare come quello attuale. È pertanto giunto il momento di avere quasi un terzo del proprio portafoglio investito in contanti.

Il cash è una classe di asset sottovalutata, nonché il miglior modo di sopravvivere in un anno che si preannuncia molto nervoso e altalenante per gli investitori, secondo l’ex Ceo del maggiore fondo obbligazionario al mondo, Pimco.

“Se vi rivolgete a un consulente di investimenti vi dirà che il cash è un investimento sprecato”, ha detto a CNN Money El-Erian, chief economic adviser di Allianz. “Io non la penso così”.

Se le previsioni sono queste, detenere il 25-30% del proprio patrimonio in contanti è allora il consiglio di El-Erian: “non sottovalutate il potere che offre l’avere cash in portafoglio, ti consente di avere agilità e ti dà anche una certa resistenza”.

“La risposta a un mercato molto volatile è quella di vendere tutto. Quando si vende tutto indistintamente, di solito lo si fa allo stesso tempo”.

ML ha detto...

Hermann...tornato a livello di inizio anno...Come il dollaro...Petrolio che sale emergenti che recuperano crollo del franco svizzero..tutto sommato non vedo grossi scossoni...ne in brutto ne in bello..e.voi?..portafogli bilanciati e con rischi controllati..oggi per noi è meglio di ieri...e per te ?