UNA VOLTA NELLA VITA CAPITA LA GRANDE OCCASIONE! CARPE DIEM!


ATTENZIONE AL RAPPORTO WALLY-USD

scrivevo ieri pomeriggio (IN ROSSO QUANTO AGGIUNGO OGGI)

Il dollaro è sceso in maniera molto importante dopo le parole di draghi e proprio grazie a questa svalutazione la borsa americana è salita venerdi. Oggi il mercato americano ha perso smalto e anche il dollaro CONSEGUENTEMENTE ha perso terreno rispetto al mattino (quando il futures non erano negativi)
SE WALLY NON TIENE..IL DOLLARO RISCHIA DI INDEBOLIRSI..E IL RIALZO DEI TASSI USA POTREBBE PUNIRE ULTERIORMENTE WALL STREET in una spirale negativa.
MENTRE PARLIAMO WALL STREET CONTINUA A SCENDERE E A RIPROVA DI QUANTO AFFERMATO IERI IL DOLLARO CONTINUA A INDEBOLIRSI.
per ora il tasso decennale non scende (siamo al 2,20%) sulle aspettative di un rialzo FED. 
ma la curva dei rendimeti potrebbe presto appiattirsi e questo creerebbe le basi per un indebolimento del dollaro ...e non un rafforzamento
Il petrolio e le altre materie prime si continuano a indebolire penalizzando le aziende legate al petrolio ma avvantaggiando i consumatori e altre imprese correlate ai consumi Usa.
Il problema della deflazione causata dal petrolio e che non innesca vera ripresa sono i debiti ad essa correlati...una prima discesa del prezzo del petrolio e' salutare per l'economia ma quando i prezzi scendono a livelli non sostenibili potremmo assistere a fallimenti a catena in particolare all'azzeramento di azioni e OBBLIGAZIONI HIGH YIELD
senza contare l'effetto a catena con un processo recessivo se non viene gestito con introduzione di maggiore liquidita'....

IL DECENNALE USA DIVENTA UN ASSET SEMPRE PIU' INTERESSANTE. I RENDIMENTI NEL  IL 2016 POTREBBERO SCENDERE SOTTO L'1,4% ..ovviamente questo avrebbe un pesante impatto sull'euro dollaro. Attenzione agli  eventi futuri post decisione sui tassi il 16 dicembre.
Attenzione ad eventi tecnici che possono generare un pesante sell off...
IL 16 DI DICEMBRE PARLA LA FED NELL'EVENTO PIU' ATTESO DELL'ANNO E DUE GIORNI DOPO CI SONO LE SCADENZE TECNICHE PIU' IMPORTANTI DELL'ANNO E TUTTI VOGLIONO ARRIVARE SCARICHI
"There are $1.1 trillion of S&P 500 options expiring on Friday morning. $670Bn of these are puts, of which $215Bn are struck relatively close below the market level, between 1900 and 2050. At the time of the Fed announcement, these put options will essentially look like a massive stop loss order under the market. This important event falls at a peculiar time—less than 48 hours before the largest option expiry in many years. "

Share/Bookmark

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Accidenti ero convinto che un aumento anche minimo dei tassi sarebbe stato salutare per i mercati vedremo ormai l'anno prossimo visto le turbolenze in atto tutti vogliono riposizionarsi sui minimi per ripartire.

Anonimo ha detto...

Oggi non ce l'ho fatta a resistere: mi sono liberato dello short su YNAP e sono tornato pesantemente long su ATL. Potrebbe essere una mossa prematura prima della FED, ma credo che da qui alla FED ci sia spazio per un rimbalzo. Giovanni

Anonimo ha detto...

Non mi è chiaro perchè il decennale americano diventi così interessante visto che sì i rendimenti scenderanno ma se questo porta a un indebolimento del dollaro questo vanifica i vantaggi dell'aumento delle quotazione del decennale dove sbaglio?

Uno del parco buoi

ML ha detto...

sara' sufficiente coprirsi dal rischio di cambio