MERCATO LIBERO

MERCATO LIBERO
accedi al nuovo sito

EURO IN CRISI: COME APRIRE UN CONTO ALL'ESTERO?


A gran richiesta da parte di tante persone:
Chiedo a tutti coloro che hanno contatti per aprire un conto legalmente all'estero e vogliono spiegare a tutti i lettori come si deve fare di comunicarlo indicando:
NOME DELLA BANCA:.......................
NAZIONALITA' DELLA BANCA:...............
SITO INTERNET:..........................
CONTATTO EMAIL:.........................
LINGUA DA UTILIZZARE :..................
VARIE ED EVENTUALI (costi, documentazione richiesta ECC ECC)

Se abbiamo qualche persona che lavora in una banca estera e vuole aiutare i nostri lettori....questo è il luogo e il momento adatto! invii i suoi dettagli!
IL TUTTO SEGUENDO LE LEGGI ITALIANE, OVVIAMENTE
Share/Bookmark

62 commenti:

ExTrEmE ha detto...

Questa serebbe un'ottima cosa sicuramente apprezzata da tanti, me compreso!
Anche se tardivamente, siamo sempre in tempo!

Anonimo ha detto...

si e solo 4 mesi che lo chiedo...non e cosi facile, in australia vogliono la residenza.

Anonimo ha detto...

E' finita: maledetti stati moderni!

http://www.zerohedge.com/article/smoking-gun-document-could-terminate-george-papandreous-career

Athens will likely now demand G-Pap's head on a platter, or at least a coherent explanation why he refused to do this transaction at massively beneficial to Greece terms, which most importantly, did not involve the IMF's austerity measures, which have been the source of so much consternation to date, not to mention a proximal cause for the biggest market drop in history.


What is most amusing is that the entity negotiating on behalf of Greece is the infamous Hellenic Post Bank, which as we noted previously, was uncovered to have been the party buying substantial CDS on Greece itself.

In summary Greece said no to both a US-fund based rescue effort, as well as sovereign rescue overtures by key non-American foreign powers. In the end the market called the country's bluff and Greece has now folded, stuck with any and all austerity terms that the IMF will impose upon it. The bottom line as far as G-Pap is concerned, is that there is now a smoking gun document (pending authentication - we have called the Hayman Group at (617) 217-2084 for an official comment, but have only gotten voicemail which is not surprising since it is Sunday), which indicates that Greece, as far as the public is concerned, could have avoided or at least delayed the imposition of austerity. And this will likely be the straw that breaks the back of G-Pap's political career, and could possibly lead to even more violent riots (surely no longer televized by CNBC, as the stock price of GE tends to correlate inversely with the number of people watching CNBC and panicking) in Athens in the upcoming days.

The return of massive daily volatility in the US equity markets is now here.
Il Folletto

Elgamoth ha detto...

Grazie mille! E' da un pò di tempo che ci pensavo e gli ultimi accadimenti mi stanno convincendo sempre di più di aprire un conto in un altro paese. Se sapete anche di SIM estere che offrono buoni servizi a prezzi ragionabili fatecelo sapere, cosi potremo dormire un pelino più tranquilli!!

Anonimo ha detto...

se volete vi posso indirizzare io in alcune banche Svizzere, piccole, serie, solide, si parla italiano, alcune sono possedute da grandi gruppi italiani (Ligresti) vi posso dare una totale assistenza e dichiarando nel quadro W del modello UNICO l'esportazione del vostro capitale, siete nel rispetto della legge italiana, perchè chiunque, dichiarandolo, può aprire un conto in qualsiasi banca del pianeta!!
e ricordate che la Svizzera è l'unico Paese europe a non avere debito pubblico. E si guardano bene dall'entrare nella UE e nell'euro.
se scrivete alla mia email omissis vi dirò a chi rivolgervi e come fare. Ricordate che se la Svizzera detiene un terzo delle ricchezze finanziarie di tutto il mondo, il motivo non va ricercato solo nel segreto bancario. Mi occupo di private banking dal 1985 e dal 1990 sono un indipendente e concordo con la battaglia sulla corretta informazione di questo sito a cui porgo i sinceri complimenti.

Anonimo ha detto...

Non sono competente, ma cerco di seguire con attenzione l'evoluzione.
Carlayo

Matthew ha detto...

Una domanda: comprare azioni francesi sul listino francese cosa succederebbe in caso di euro 2? Equivale di fatto a portare soldi al sicuro in Francia (rischio titolo a parte) oppure no?
Grazie e ciao a tutti.

Matteo

Mario ha detto...

In UK devi avere una residenza.. sorry, esiste la scappatoia di aprire offshore un conto... Io prima di trasferirmi in Uk tredici anni fa' mi sono fatto accompaganre da un amico che aveva un c/c ed ha garantito per me...
Tra un po' ci marchiano 666 ed il gioco e' fatto...

mercatolibero ha detto...

anonimo delle 17,15:

1) Banca di Ligresti...ma per favore

2) non apprezzo chi si fa pubblicità con una mail anonima.

3) qui siamo un gruppo che gioca a carte scoperte e per il bene del gruppo stesso. Se vuoi aiutare metti il tuo nome e tutti i dettagli, altrimenti (democraticamente) i tuoi commenti vengono bannati!

Anonimo ha detto...

grandioso articolo finalmente un post chiaro e deciso su quello che è il pensiero di chi ha in parte capito che tutto il resto è fuffa , che siamo agli sgoccioli o ora o mai più . La mi aintenzionee di aprire all'estero un conto bancario è sempre presente e quando leggo questo genere di post la voglia aumenta . All'anonimo delle 17:15 sui conti svizzeri sarebbe bello inannzitutto che tu lasciassi un recapito in modo che chi interessato abbia un canale per u contatto diretto anche solo per porti qualche domanda (direi lecita) riguardo alla fiducia che possa dare il nome Ligresti . Senza alcuna polemica ti porgo un saluto nella speranza di poterti contattare . Allo staff di mercato libero porgo invece un enorme ringraziamento per il continuo lavoro dì'informazione svolto

Anonimo ha detto...

Obiezione:
ma secondo voi per quale motivo Tremonti, in caso di emergenza/uscita dall'euro/svalutazione, non coinvolgerebbe i capitali esportati legalmente e dichiarati nel quadro RW?

...altrimenti perchè dovreste dichiararli per la legge?

Restano a tutti gli effetti capitali italiani appartenenti a soggetti italiani e, se l'italia adotta l'euro2 o la lira o che altro, quei capitali sono coinvolti nel processo

Anonimo ha detto...

premetto che non sono esperto..anzi..ho venduto da poco la mia prima casacd e in attesa di comprarne un altra ho parcheggiato in titoli "sicuri",enel e finmeccannica ! MINCHIA ! sicuri!!
sono sotto del 30 % e le cose sono due o penso al suicidio oppure o 2 soluzioni "veloci "da sottoporre a voi esperti..
1.comprare obbligazioni australiane a caso ( se fosse alternativa valida prego postate quale.)

2.vendere le azioni che ho,perdere l equivalente di 5 anni del mio lavoro, piangere e prendere tutto in contanti.8 e veloce e se ci fossero 2 euro in seguito con calma aprirei un altro conto
..
ho detto cazzate ? bo ? aiutatemi, sono vicino alla depressione,e alla disperazione,non riesco neanche piu a giocare con mio figlio di 3 anni .

CONSIGLI BEN ACCETTI

GRAZIE,
il re degli ignoranti

Umberto ha detto...

Aprire i conti all'estero e' abbastanza semplice se si parla almeno un po' l'inglese, spesso pero' bisogna andare sul posto per apporre le firme e questo fa perdere uno due giorni oltre alle spese di viaggio. Spesso non si aprono i conti alle persone fisiche (anche se e' possibile) masi costituiscono delle off shore companies anche per evitare tassazioni eccessive e, spesso, per evitare le successioni ereditarie legittime, creditori, mogli da cui si vuole divorziare, etc.... e le imposte sulle successioni (per chi ha molti beni). Il costo per aprire una societa' off shore e' spesso limitato (anche solo 100-300 Euro dipende dagli Stati e si puo' fare solitamente online), aprire il conto corrente e' leggermente piu' complicato appunto perche' bisogna andare spesso (ma non sempre e non dappertuto!) di persona. Dipende.
A Cipro (la parte "turca") e' facile e si puo' anche aprire il conto online. In Svizzera bisogna andare di persona. Ad Hong Kong e Singapore ci sono vari sistemi ma sarebbe meglio anche la' andare di persona. L'importante e' aprirlo dove c'e' un sistema stabile (anche una dittatura spesso lo e') e dove c'e' la libera circolazione dei capitali.
Fornire una soluzione online non sempre e' sufficente poiche' sarebbe da capire le esigenze di ogni singolo. Da non sottovalutare anche le cassette di sicurezza dove, se la crisi si aggrava, poter depositare contanti (di due-tre valute diverse) ed oro fisico.
Ciao e tutti
UmbertoZorzi

Mario ha detto...

x re degli ignoranti, non deprimerti io ne ho prese ben peggiori nella mia vita.
Soluzioni:
1. compra dei put della azioni che hai, almeno se continuano a scendere non crei altri danni, quando rimbalzano vendi a tranches e non investire se non sei pronto a perdere.
2. vendi il primo giorno di rimbalzo, perdi quello che devi perdere e non comprarti obbligazioni australiane!
3. tieni duro ma sappi che potrebbe volerci moooolto tempo.
Sicuramente le persone mooolto piu' esperte di me sulla lista sapranno come meglio consigliarti!
Auguri

Anonimo ha detto...

scusate l'ignoranza ma non sono un esperto: se compro titoli di stato tedeschi o francesi posso essere al riparo dalla bufera?? paolo

Anonimo ha detto...

Dannazione Paolo, è la gente come “Il re degli ignoranti” a cui bisognare dare una mano.
Situazione difficilissima la sua, ma non si può non offrirgli una speranza.
Tutto si sgretola velocemente in questi giorni, ma la solidarietà quella no!.
E’ impossibile che questo disegno infernale si attui nel giro di poco tempo, la Comunità Europea forse si è resa conto che ormai siamo con il culo in terra, forse con un colpo di reni riesce a trovare l’ennesimo aggiustamento temporaneo. Avere PIIGS all’interno dell’economia non è di certo un fiore all’occhiello.
Dovranno trovare una soluzione! Per forza!
Sarei disposta a far parte con la mia nazione all’“euro dei poveri”, ma non alla disfatta dell’Europa!
Ora i primi della classe non hanno più senso d’esistere, ora tutti devono convogliare le loro forze per un salvataggio comune.
Il debito dello Stato è la più grande zavorra? Bene, che inizino i tagli, dopotutto da qualche parte dovranno pure iniziare, e tu sai quanto mi costa dire questo, ho quasi le lacrime agli occhi, ma da qualcuno dovranno pure iniziare.
Ma i problemi degli adulti non devono assolutamente ricadere sui figli, caro “re” continua a giocare con lui, crescilo nel miglior modo possibile, come meglio puoi, finchè poco alla volta si capirà veramente dove andremo a parare. Auguri.
Grazie anche a te Paolo per gli aggiornamento in real-time.
Francy

Anonimo ha detto...

Ragazzi sono cavoli! gli exit pools dicono che la Merkel perdera' il 10% dei voti nel Nord Reno-Westfalia quindi... addio maggioranza nella camera alta e addio pacchetto di aiuti alla Grecia!!!!! MrDany

private banker ha detto...

sono l'anonimo delel 17,15 io mi ero chiamato private banker e avevo messo la mia email, ma è stata oscurata da un omissis, non era affatto anonima.
la Banca dove andare a Lugano è la Banca Gesfid, in via Adamini 10 è 100% svizzera e seria, parlano italiano, anzi, ci lavorano moltissimi italiani, basta andare con un documento d'identità, non si portano i soldi, ma si spediscono con regolare bonifico bancario e lo si denuncia nel quadro W del modello UNICO della dichiarazione delle imposte, nel rispetto delle leggi. io sono Daniele e posso indicarvi altre banche che lavorano bene a Lugano
Per chi vuole tutelarsi in caso di divorzio, l'unica piazza sicura è Singapore, perchè Svizzera e Montecarlo riconoscono le leggi matrimoniali italiane e il vs ex coniuge vi fregherebbe

Anonimo ha detto...

Forse posso esservi utile, perché aprendo un conto presso Bullionvaul, si ottiene un conto di appoggio presso la banca Lloyds TSB, e nessuno vi obbliga poi a comprare l'oro per forza.
Per fare il bonifico dall'Italia costa zero, mentre dal conto presso Bullionvault al vostro costa 50 euro mi sembra.
Paolo d

Dalla FAQ sulla sicurezza di Bullionvault: http://oro.bullionvault.it/help/index.do

La sicurezza del denaro npn speso

Il denaro presente in qualsiasi conto bancario viene protetto dalle leggi sul deposito. Per questo motivo il denaro dei clienti di BullionVault viene protetto in maniera diversa in caso di 1) fallimento di BullionVault e 2) fallimento della sua banca.

Per proteggere il denaro dei clienti dal potenziale fallimento di BullionVault, il denaro dei clienti non investito in oro è depositato in un conto segregato e collettivo presso Lloyds TSB, denominato conto "CLIENT" (=clienti). In base alla legge inglese una banca non ha il diritto di rifarsi del denaro depositato in un conto fiduciario "CLIENT" per far fronte ad eventuali debiti in cui BullionVault potrebbe incorrere durante la sua attività gestionale.

Qui possono essere visualizzate le copie scansionate degli atti fiduciari dei conti clienti (uno per ogni valuta).

Per aumentare ulteriormente la propria sicurezza, BullionVault si avvale di due banche distinte. Tutto il denaro dei clienti è depositato presso Lloyds TSB. Anche le commissioni delle compravendite vengono accumulate qui e periodicamente trasferite al conto aziendale presso Barclays Bank, da cui vengono pagati i costi gestionali di BullionVault.

Ogni trasferimento di denaro verso il conto presso Barclays si riflette e quindi viene verificato il giorno successivo nella VERIFICA GIORNALIERA del conto "BullionVault CLIENT", confermando così che in nessun caso viene utilizzato il denaro dei clienti per pagare le operazioni aziendali.

Il conto "BullionVault Client" è potenzialmente esposto al fallimento di Lloyds TSB.

Lloyds TSB fa parte di uno dei gruppi bancari più grandi nel Regno Unito. Attualmente per il 65% è di proprietà del governo britannico in seguito all'acquisizione da parte del governo di HBOS e con la formazione della Lloyds Banking Group nel dicembre 2008. L'affidabilità creditizia, ovvero il credit rating, viene misurata da agenzie quali Moody's, la cui analisi attuale indica che Lloyds TSB (dove sono custoditi i soldi dei clienti di BullionVault) ha un'affidabilità del tipo "Aa3". Questa affidabilità è uguale a quella di molte delle principali banche al mondo, e maggiore di altre banche illustri.

I depositi individuali dei clienti, compresi quelli dei clienti al di fuori del Regno Unito, in caso di fallimento della Lloyds TSB potrebbero essere coperti da compensazione legale fino ad un limite statutario di £50.000. Qualsiasi tipo di compensazione di questo genere, se pagato, viene regolato dal Financial Services Compensation Scheme, simile all'FDIC negli Stati Uniti.

Tutti i soldi dei clienti di BullionVault sono depositati e possono essere inviati ai clienti (i cui conti sono stati convalidati) entro la fine del giorno lavorativo successivo alla richiesta di prelievo. Ma come tutti i depositi bancari, i soldi dei clienti sono potenzialmente esposti al fallimento della banca. Il possesso di oro, invece, elimina questo rischio - uno dei motivi per cui BullionVault fornisce agli investitori privati la piena proprietà dell'oro fisico acquistato anzichè garantire solo un credito.

TS_ENI ha detto...

Personalemte consiglio http://www.postfinance.ch/ che è il sito delle poste svizzere.
Conto in € o in franchi svizzeri, remunerazione discreta, bancomat, sito on line.

Anonimo ha detto...

vi consiglio questo sito che chiarisce un pò di aspetti sui C/C swiss

http://swiss-bank-accounts.com/i/index.html

Anonimo ha detto...

Salve Dott. Barrai, e complimenti come sempre per l'ottimo lavoro che svolgete. Ho appena letto questa notizia e francamente sono molto preoccupato, mi farebbe piacere conoscere il suo punto di vista:

Ricoverato ministro Finanze tedesco
Bruxelles, malore prima dell'Ecofin
Il ministro tedesco delle Finanze, Wolfgang Schauble, è stato ricoverato in ospedale a Bruxelles, in Belgio. Lo ha confermato il suo portavoce, Michael Offer. Nella capitale belga si sta svolgendo la riunione straordinaria dell'Ecofin a cui Schauble avrebbe dovuto partecipare. Schauble è tenuto sotto osservazione dopo essersi sentito male, probabilmente per un reazione allergica ad un medicinale.

Anonimo ha detto...

per un conto corrente normale potete andare a
http://www.raiffeisen.ch
ma dovete andare in svizzera chi abita in lombardia prende i treno scende a Chiasso y tutto OK...si puo far anche trading on line il ccosto e di circa 200 franchi anno puoi versare dolari, euro e franchi.
Piu Veloce man non banca tradizionale e SAXOBANK si ocupano di trading e credo che tutti li conoscete, hanno un uficcio in corso monforte ma il conto e DANESE garantito dello stato Danese
si puo far trading su azioni, CFD, futures...su tutto!
le comisioni non sono male secondome solo DIRECTA e meglio per una size Promedio di 10.000, il grande vantagio secondo me e che puoi aprire subacuonts in qualsiasi valuta.
Si Fa tutto online.

su queste due banche potete informarvi prima per internet , e dopo chiamare

spero essere stato di aiuto

ciao

Luca

davide ha detto...

non capisco...da una parte gli americani sono la causa di questa situazione(e da cui ne trarranno vantaggio)dall'altra è lo stesso obama che,sui giornali, va dalla merkel a sincerarsi che si trovi un accordo per salvare la gracia.
o mi sfugge qualche cosa o obama è un gran paraculo.

Anonimo ha detto...

Condivido quanto già sottolineato dall'anonimo che ha citato Tremonti.
Francamente non si capisce a cosa possa servire aprire LEGALMENTE un conto all'estero dichiarato nel quadro RW.
Inevitabilmente sarebbe soggetto a tutte le misure che il governo potrà prendere in futuro sia di natura fiscale (tassazioni delle rendite e del patrimonio) sia restrittive per l'acquisto di determinati strumenti finanziari.
La banca estera poi non fa il sostituto d'imposta e si rischia di incorrere in errori nella dichiarazione dei redditi, che sicuramente il fisco non esiterebbe a bastonare senza pietà.

private banker ha detto...

ah, certo, puoi aprire un conto cifrato, anonimo, dove versare denaro contante prelevato dalal tua banca italiana, in questo caso sei al riparo dagli strali di Tremonti, ma qui il capo aveva detto IN RISPETTO DELLA LEGGE
comunque una banca di sola gestione, in Svizzera, non corre i rischi di una banca che investe in proprio, che presta denaro, che è il vero rischio ( che i clienti insolventi non te glielo restituiscano...)quindi anche se ufficiale, è più sicuro
oppure vai a lugano e ti diranno come portarlo fuori in contanti e anonimo,ma li devi prelevare dal tuo conto in Italia, a meno che non li hai già in mano...

Anonimo ha detto...

Paolo,

ammettiamo che queLlo di ZH su G-Pap sia un fake, ma è peggio questa notizia, o è peggio che gli exit poll diano la Merkel in calo del 10%??

Lo so che la risposta è facile, facile.....


Il Folletto

Umberto ha detto...

Un conto all'estero LEGALE puo' avere i suoi vantaggi in una situazione di crisi come quella attuale. Primo si evitano patrimoniali (lo ricordate il prelievo forzoso sui conti correnti del '92?), secondo lo scrive il premio nobel Krugman nel Sole 24 ore di ieri. Se salta l'Euro verranno bloccati TUTTI i prelevamenti da tutti conti bancari. Cosi' come e' successo in Argentina nel 2001 e come consiglia Krugman alla Grecia.....se vi sembra poco.....

Anonimo ha detto...

Ragazzi ho visto il sito www.postfinance.ch come suggerito da qualcuno. Ci sono prezzi e condizioni nel dettaglio anche per i conti in valuta estera (molto interessante il conto in NOK). Per aprirlo si va in uno sportello delle poste (quindi in Svizzera) e in poco tempo lo apri poi torni in Italia fai un bonifico e sei apposto. Ma poi, purtroppo, il quadro RW si beccherà una tassazione da capogiro e quindi credo sia tutta fatica inutile-
Fabrizio

Anonimo ha detto...

@anonimo delle 19.12
concordo con Te il legale ora può essere illegale domani.
Ora è sicuramente troppo tardi.

Andrea ha detto...

Questo sito riporta molte info interessanti sul tema conto all'estero:
http://piccolorisparmio.eu/?page_id=285


AndreaG

Anonimo ha detto...

Conoscete il fondo KBC RENTANOKRENTA - LU0166237098 ?
e' un obbligazionario norvegese in corone norvegesi. Ha reso il 10% nel 2010 e il 19,6 nel 2009
Non vi sembra un buon modo per investire in valuta norvegese?

grazie
Sergio - Salo'

Andrea ha detto...

Sempre su corone norvegesi segnalo: Nordea-1 Norwegian Kroner Reserve BP Acc

questo investe in titoli a breve termina, ma Nordea ha anche la versione che investe in titoli più lunga scadenza.

Anonimo ha detto...

Ciao Amici, fate bene a pensare che a 3monti non je la fate.. mica è scemo! per chi pensa di prendere contante e metterlo nelle cassette di sicurezza... ricordo che nel '29 sia in italia che negli usa, vennero aperte forzosamente tutte le cassette di tutte le banche! e detenere oro era illegale, unica eccezioni il possesso, a fini di collezionismo (!ahaa!) di monete d'oro.. come sempre.. favori agli amici e giustizia per tutti, che tradotto oggi.. come suona? per fdortuna che Paolo ce lo spiega tutti i giorni! ciao Franco

Anonimo ha detto...

Sara' tutto vero ma mi state facendo sentir male..!! Avete presente un detenuto sulla sedia elettrica in attesa di giudizio? C'e' poco da fare ...
ad esempio in Grecia dopo le proteste e' cambiato qualcosa in positivo? Booooooooo''
Luca

Anonimo ha detto...

qualuno conosce C.I.M. Bank in Svizzera?
Sul sito ho visto che offre il servizio trading di Interactive Broker (anche se con commissioni un po' piu' alte...mi sembra)

Anonimo ha detto...

GRAZIE FRANCY
ma e dura per un dipendente che guadagna 1300 euro al mese e dopo una vita di SACRIFICI vedere tutto sfumato cosi.............
e moolto triste non sapere che pesci pigliare.. e poi cosa posso fare correre a comprare case o tenere contanti sotto materasso ( quello che ne rimane )
re degli ignoranti

Anonimo ha detto...

Buonasera,
Ho conosciuto il vostro sito tramite un mio conoscente che mi mostrò un pò di tempo fa il progetto del viaggio in Brasile. Ho letto l'articolo inerente l'euro in crisi ed il come aprire un conto all'estero. Ho lavorato dieci anni per il terzo gruppo bancario Svizzero, Raiffeisen, e da ca. 1 anno mi sono messo in proprio costituendo una mia società di gestioni patrimoniali e consulenza in investimenti. Parlo anche italiano e posso ev. dare una mano a chi desiderasse ulteriori informazioni. In Svizzera se si cercano banche che parlano italiano c'e' sicuramente il canton Ticino ma anche una parte del canton Grigioni. Lascio per trasparenza il link del mio sito, OMISSIS. Li trovate tutti i contatti, chiedere pf di Ramon, grazie.

mercatolibero ha detto...

Caro ramon, ti ringrazio, ma preferiamo dare i contatti diretti con le banche. Passare dai promotori, consulenti e gestori non mi sembra proprio una cosa sensata.

Anonimo ha detto...

perchè non dovremmo comprare titoli australiani o obbligazioni in AUD? Non hanno un debito molto basso, fuori dal "ring of fire"?

Massimo

Anonimo ha detto...

Per darvi una mano, visto che recentemente ho fatto uno studio approfondito su tariffe, costi e tassi d'interesse segnalo, oltre alla già citata Postfinance, che comunque non è una banca!! il leader per il trding online in CH, Swissquote, con un interessante remunerazione sia su conto in CHF che Euro. (E' solo banca online www.swissquote.ch). Saluti Ramon

Anonimo ha detto...

qualcuno mi dice se e una cazzata tenere i contanti sotto il materasso finche non passa questa ondata di casini ?

Anonimo ha detto...

Se arriva un sorcio .. se li mangia...:)))

Anonimo ha detto...

sentite un attimo ma invece che fare tutto questo ambaradan di aprire un conto fuori che molte volte richiede la presenza fisica x firmare ecc. nn si puo andare in banca e chiedere di prevevare buona parte del proprio capitale x esempio in Dollari Australiani e poi tenerli sotto il materasso?
la mia e solo una domanda
saluti
Matteo

mercatolibero ha detto...

Grande Matteo. Cero che è così!!!

peccato che se devi spostare 1 milione di euro....

Anonimo ha detto...

PAolo non riesci a mettere una chat invece che aggiornare continuamente i commenti?
grazie saluti

Anonimo ha detto...

beh io avro 4000€ sul mio conto..domani vado la e poi gli dico di sganciare dei dollari AUS! comprai alcune monete d'oro da 1 Oncia l'anno scorso quando ancora l'oro era a 880 e le tengo imboscate bene in casa mia! domani via con i dollari AUS!
Salutiiiiiiiii
Matteo

Anonimo ha detto...

Anch'io sono abbastanza spaventato da quel che potrebbe succedere,ma comunque credo che da un crollo dell'euro non si salverebbe nessun paese "virtuoso"(Svizzera,Norvegia,Australia ecc.).
Vista l'integrazione dei mercati globalizzati la catastrofe coinvolgerebbe tutto il mondo.
Voglio credere che il futuro prossimo dei paesi europei sarà simile a quel che succede in Grecia:più tasse,contrazione dei salari,diminuzione del valore dei risparmi,meno debiti,abbassamento del tenore di vita per tutti.
Tra le varie opzioni questa mi sembra oltre che la più probabile anche la meno dolorosa.
Apprendista

Loose Dog ha detto...

se vi interessa vi posso dare un po' di informazioni su come aprire un conto a malta, io mi ci sono trasferito per lavoro e ci sono già passato, ma si possono aprire anche senza bisogno di essere residenti, le banche sono diverse: bank of valletta, hsbc, aps, lombard e altre.
eventualmente vi posso dare anche qualche riferimento di studi legali affidabili, questa è una delle patrie delle finanziarie e dei trust e non è più nella lista nera, sono pur sempre conti in euro, ma lo vedo un posto un po' più sicuro.

Anonimo ha detto...

Buonasera a tutti.
Scusate la mia ignoranza: se io volessi aprire un conto all'estero, diciamo in Svizzera, mi converrebbe aprirlo in Euro, Franchi svizzeri o in altra valuta?
E cosa conviene fare dei vari investimenti in essere in questo momento? Vendere tutto, anche se in perdita non esagerata oppure aspettare?
Sono abbastanza preoccupato di tutto quello che stà succedendo e seguo con attenzione tutto quello che si dice in Mercato Libero, che ringrazio infinitamente.
Ho un figlio di 48 giorni, e il futuro che gli si prospetta non lo vedo molto roseo.
Purtroppo io sarei dell'idea di andarmene da questo paese che niente offre e tutto toglie, ma i problemi di salute miei e della mia compagna ci impediscono di farlo.
Spero in un vostro consiglio per il conto.
Grazie e buona serata a tutti.
CRISTIANO (Parma)

Ps: Mercato libero avanti tutta!

Anonimo ha detto...

Scusate ma avrei tanto bisogno di un consiglio visto che sono un'ignorante totale in finanza e leggi. Un anno fa ho ricevuto in eredita' dei btp che scadono nel 2012 depositati su conto italiano con pochi risparmi. Ho un conto in UK (dove risiedevo) praticamente vuoto ma tenuto ancora aperto per via di altre brevi permanenze li'. Questo e' tutto quel che ho perche' per il resto da due anni non ho lavoro!
Mi chiedo, mi conviene forse trasferire subito il tutto li' (pensare che stavo per chiudere il conto)???
E, vista la crisi, mi conviene vendere ora i btp e trasferire i contanti sul conto in Uk piuttosto che aspettare la loro scadenza??
Sapete dirmi qualcosa? Naturalmente sono il solo responsabile delle mie scelte, ma vorrei tanto capire se c'e' un rischio reale nel tenermi questi btp fino a scadenza-per quel poco che mi frutterebbero poi!, e nel tenere loro e i pochi risparmi sul conto italiano avendo gia' altre possibilita'. Ve ne sarei molto grato.
Alessandro

Anonimo ha detto...

Postfinance, www.postfinance.ch, non è una banca ma è la divisione delle poste svizzere, che appartengono interamente allo stato svizzero.
Le giacenze nei conti Postfinance sono garantiti al 100% dallo stato svizzero.
Se crolla la svizzera ..

Mario

mario ha detto...

x Alessandro, solo se l'importo e' sotto le 50.000 sterline e se credi che ci sia un imminente crollo dei paesi Europei, io non mi preoccuperei troppo se vivi in Italia continua ad usare i conti Italiani...

Anonimo ha detto...

postfinance mi sembra il massimo.

Ovvio che i soldi vanno prelevati in contanti da qui e portati lì.
Aprire il conto lì, fare bonifico online da qui a lì e poi denunciare nel quadro rw mi sembra una barzelletta......
certi utenti secondo me sono scemi.

PS
Max 10.000 a carico.
Sennò c'è la multa alla dogana.
e conservate la ricevuta del prelievo dal vostro C/C qui in modo tale da poter dimostrare che non avete rubato i soldi con cui avete aperto il C/C là....

giancarlo ha detto...

ho visto che qualcuno ha accennato alla possibilita' di far cambiare dalla propria banca gli euro in valuta estera, ma sarebbe interessante sapere fino a che limite ed altre eventuali implicazioni legali/fiscali.
sarebbe interessante sapere poi che "affidabilita'" hanno le corone norvegesi.
grazie giancarlo

Anonimo ha detto...

Il discorso valute secondo me allo stato attuale è molto importante datoc he per l'euro io personalmente l vedo nera. cosa ne dite ? Franchi svizzeri - Corone Norvegesi - Corone Danesi - Dollari Australiani ... quale pensate possa essere la valuta da considerare di piu e quali altre aggiungereste ?

Alessandro

Anonimo ha detto...

perchè l'idea di trasferire soldi in una banca estera regolarmente è cosi stupida?
ok sono visibili allo stato ma mettono al riparo da eventuali tracolli italiani(stato e banche, siamo un pigs a tutti gli effetti)...cosa non capisco?

sidelait ha detto...

ma siamo sicuri che portando max 10k alla volta (io dovrei fare 2 viaggi) poi si è al riparo da eventuali controlli dagli enti preposti (gdf ecc ecc)?
Ripropongo il quesito anche al dott Barrai: la svizzera ora "va bene"? meglio in franchi svizzeri il conto?

a ha detto...

salve!
Io avrei un problemino piu complesso.... se qualquno mi puo dare dei consigli saro molto grato!
Ho una societa in romania con 52 operai, tutti quanti sono a lavorare in diversi paesi del europa magior parte in italia, per adesso io ricevo dei bonifici dal UK in una banca italiana, e si come tutti i operai sono transitori non hanno la residenta in italia e quindi e un problema di pagare gli stipendi, per questo motivo io ogni mese preglievo dalla banca italiana quasi 60-70 milla euro in contanti per pagare questi stipendi.. e adesso mi dovrei aspettare la guardia di finanza acasa.... quindi io mi chiedevo se ce qualche altro modo per fare tutto questo... oppure se apro un conto al estero e tutti i bonifici vengono li in che modo posso pagare gli stipendi? posso fare 52 carte prepagate presso queste banche estere intestate alla societa o direttamente agli operai? oppure una carta bancomat o di credito che mi permete una volta al mese di prelevare queste cifre??? Grazie

kupenda ha detto...

Ho €250.000 da mettere tranquilli (da default),non usarli MAI,non mi interessano gli interessi o altro.Domanda:1-se è vero che si può evitare la comunicazione nel quadro RW (sono pensionato e non vorrei fare UNICO ), a condizione che la banca (Svizzera?) ,dichiari e ri-accrediti gli interessi sul c/c di provenienza ,tutto ovviamente con bonifico (IBAN).2-Perchè è stupido farlo legalmente? Cosa si rischia?Che altro posso fare oltre che ubriacarmi di ansiolitici?.

Anonimo ha detto...

Salve, qualcuno mi sa dare delle informazioni il più precise possibili su come poter aprire un conto corrente a Malta anche se non si è residenti?
Grazie. Salutoni

Anonimo ha detto...

Vedo che è un post vecchio, anche se, fino a dicembre, ci sono stati interventi.
Io ho chiesto, in questi giorni, chiarimenti a Bank of Valletta e Hsbc Malta.
Aprire un conto non è poi così difficile, anzi.
I documenti (passaporto, bolletta o patente, etc.) vanno autentucati presso la propria banca in Italia.
Si firma un'autorizzazione a richiedere referenze.
Il grosso è fatto!
Ciao