L'ITALIA RIPARTE SOLO ATTIRANDO I RICCHI E I BRAVI E CACCIANDO I POVERI E INCAPACI


MONTEPASCHI CAPITALIZZA 750 MILIONI !!! MA COSA ACCADE SE LE RETTIFICHE SU CREDITI SI AZZERANO? ARTICOLO FONDAMENTALE

in un momento di totale sfanculamento delle banche italiane provare a fare il contrarian è un esercizio da fare.. 
del resto....se montepaschi dovesse fallire JP morgan potrebbe prendere i 18 miliadi di npl per i 5 miliardi di prestito fatto...ma non solo..la banca ha attivita' molto profittevoli...
0,2601 (-16.10%)
IERI IL TITOLO MPS E' COLLASSATO ma la festa al Bulgari non la faro' e sapete perche'? perche' mi sono messo a fare due conti e mi sono reso conto che post aumento capitale MPS sara' una banca sana e profittevole, ma molto profittevole.....(SEMPRE CHE IL RESTO DELL'ITALIA E DELL'EUROPA RIMANGA IN PIEDI...vediamo perche':
problemi:
siamo in area doppio minimo del titolo in borsa, un eventuale discesa porterebbe il titolo ancora piu' giu'.Il mezzanino deve essere rifilato a qualcuno e il timore che non si trovi 'acquirente spaventa il mercato. il 33% di valutazione degli npl non puo' scendere altrimenti tutto il giochetto salterebbe.  E poi c'e' l'incognita della mancanza di un consorzio di garanzia per l'aumento di capitale! senza contare la sfiducia totale verso l'istituto di credito da parte dei clienti e del mercato.
MA 
se si trovano i soldi per il mezzanino il meccanismo di JP Morgan dovrebbe funzionare.
Ma domandiamoci : come mai JP Morgan si espone cosi decisamente per una banca che parrebbe in serie difficolta'???
CERTO ENTREREBBE PESANTEMENTE NEL MERCATO NPL IN ITALIA MA NON SOLO. JP MORGAN SI E' ACCORTA CHE DENTRO MPS ADESSO ESISTE VALORE VERO!!!
E ALLORA SONO ANDATO A VEDERE IL BILANCIO DI MPS E MI SONO ACCORTO CHE:
- OGNI ANNO MONTEPASCHI HA SPESATO CENTINAIA DI MILIONI PER ABBATTERE GLI NPL...PER LA PRECISIONE, LO SCORSO ANNO 1,9 MILIARDI DI EURO SONO ANDATI A COPERTURA DEI CREDITI DETERIORATI
- NEL PRIMO SEMESTRE 2016 SI SONO SPESATI 718 MILIONI PER LA COPERTURA DEGLI NPL (in diminuizione rispetto al 2015). SI STA PARLANDO DI RETTIFICHE SU CREDITI PER CIRCA 1,5 MILIARDI DI EURO PER  TUTTO IL 2016
SUPPONETE ORA CHE LE RETTIFICHE SU CREDITI SCENDANO A 500 MILIONI POST RIDUZIONE NPL E AUMENTO DI CAPITALE INFATTI:
Oggi abbiamo 45 miliardi di npl, se 27 miliardi vengono cancellati, ne rimangono solo 18 di miliardi.
 è vero che verrebbero pagati il 33% per un incasso di 9,2 miliardi, mentre a bilancio sono inseriti al 49% e che si genererebbe una ultima perdita che dovra' essere contabilizzata ma questo non fara' che aumentare il famoso credito di imposta.....(perdita pari al 16% di 27 miliardi..ovvero 4,2 miliardi).
Per quello che riguarda gli altri 18 miliardi di Npl coperti  al 49% non credo sia necessario valutarli al 33% generando un'altra perdita ..ma se anche fosse ..la liquidita' incassata dalla banca pari a 14,2 miliardi darebbe la solidita' necessaria all'istituto.
 vediamo le voci di bilancio:
 il margine di interesse per il 2016 è previsto intorno a 1,95 miliardi  (1,04 nel primo semestre)
le commissioni sono previste pari a 1,85 miliardi per il 2016 (940 milioni nel primo semestre)
Il margine di intermediazione primario è previsto intorno a 3,8 miliardi (1,975 nel primo semestre)
dividendi e altri incassi per il 2016 previsti 400 milioni 
totale proventi circa  4,2 miliardi di euro (e sono stato pessimista)
spese personale e amministrative per il 2016  2,6 miliardi 
rettifiche crediti 1,4 miliardi
CI SONO POI ALTRE VOCI DI BILANCIO CHE NON CAMBIANO DI MOLTO I NUMERI DI BILANCIO.
SUPPONIAMO QUINDI CHE IL PROSSIMO ANNO MPS POST AUMENTO SI TROVI CON:
9,2 MILIARDI DI LIQUIDITA' DALLA VENDITA NPL + 5 MILIARDI DI AUMENTO DI CAPITALE.
CON UNA PARTE DI QUESTA LIQUIDITA' POTRA' RIPAGARE I BOND SUBORDINATI IN MODO TALE DA PAGARE MENO INTERESSI. E' IPOTIZZABILE CHE LA RIDUZIONE DEL DEBITO PER 10 MILIARDI PORTI UN BENEFICIO QUANTIFICABILE IN MINIMO 250 MILIONI.
MA NON SOLO, GLI NPL SCENDEREBBERO A MENO DELLA META' , INOLTRE DOPO UNA TALE PULIZIA NON SARANNO PIU' UN PROBLEMA E POTRANNO ESSERE SPESATI CON MOLTA PIU' LENTEZZA RISPETTO AGLI ULTIMI ANNI.
QUINDI POSSIAMO PENSARE CHE NON VERRANNO SPESATI PIU' DI 500 MILIONI ALL'ANNO RISPETTO AL 1,4 MILIARDI DI QUEST'ANNO 2016....
 E' QUINDI IPOTIZZABILE CHE L'UTILE 2017 PER MPS POSSA ESSERE DATO DA:
 margine di intermediazione primario in salita (chiusura dei prestiti e quindi maggiore margine di interesse ) pari a 4,2 miliardi, dividendi e altri incassi in diminuizione a 300 milioni , con un totale di 4,5 miliardi.
ai quali vanno tolti spese personale e amministrativo stabili a 2,6 miliardi e 500 milioni di rettifiche su crediti.
utile pre tasse pari a circa 1,4 miliardi...PROBABILMENTE LE PERDITE PRECEDENTI CREANO CREDITO DI IMPOSTA E QUESTO DIVENTA TUTTO UTILE NETTO.
VOI CAPITE BENE CHE CHI METTERA' I 5 MILIARDI DI AUMENTO DI CAPITALE AVRA' UN BEL RITORNO!!!   
QUINDI APPARENTEMENTE NESSUNA FESTA AL BULGARI E IL PERCORSO PER RISANARE MPS POTREBBE DIRSI INIZIATO...(anche se parrebbe proprio prematuro comprarlo prima dell'aumento del 2017 ... )
 


Share/Bookmark

16 commenti:

Anonimo ha detto...

insomma ad un'ora fallisce .... e l'ora dopo diventa un'affare, domani mattina magari fallisce di nuovo ......
A parte la volubilità del giudizio, ... fai ragionamenti troppo sulla carta e basati sul nulla .... MPS continua a perdere clienti e liquidità, .... i 18 miliardi di npl che restano sono i peggiori e quelli dai quali probabilmente non si recupera quasi nulla ...... Jpm non è la prima volta che partecipa ad un consorzio di garanzia ... ma poi non è che sia sempre andata bene anzi ... a lei interessa la commissione di collocamento ...... Poi tu ci insegni ( !! ) che i prezzi di mercato contano ed allora perchè i subordinati hanno perso anche sei figure oggi ?
Le quattro banchette a leggere l'offerta di acquisto non valgono un granchè nonostante di npl non ne hanno nemmeno uno !!!!!! si parla di 500 milioni contro attese di 1,8 miliardi !!!!!!
E poi ha tanti di quei bond in giro da pagare con cedole pesanti che difficilmente faranno "lievitare" il risultato .....

Francesco ha detto...

...sei in formissima in questo periodo! Quando approfondisci poi... condivido molte delle tue idee e visioni del futuro, ho la tua stessa etica del lavoro e della professione eppure sono un consulente finanziario che opera per una banca italiana... il massimo del minimo secondo te! Ma se hai cambiato idea su mps confido che potrai cambiarla anche sulla mia professione e su alcune banche di questo paese che operano con serietà nel settore del private banking e che non sono quelle con cui collabori. Da inizio anno per esempio quasi tutti i portafogli dei miei clienti sono allocati su governativi area euro, paesi emergenti in valute forti dollari usa soprattutto ed emittenti forti in valute emergenti come rub try zar brl. Per la parte equity, usa, Bric ed in particolare Russia in valuta locale ma soprattutto azioni del settore aurifero. Non credo ci sia molta differenza coi tuoi portafogli a dimostrazione che possiamo lavorare allo stesso modo e che il paese di residenza o la professione non sono la discriminante. La discriminante sono le idee... quelle buone e le puoi avere tuo come un qualsiasi private banker che lavori onestamente e professionalmente per una realtà bancaria italiana con una solida reputazione nel settore del private banking! Sempre di più secondo me saranno le persone a fare la differenza con la loro capacità di consolidare rapporti fiduciari molto stretti mentre le banche saranno una mera commodity! Quando capirai questo e ti verrà voglia di lanciare qualche progetto italiano che vada in questa direzione e che non ci veda per forza in contrapposizione sarei felice di collaborare e di mettere a fattor comune le reciproche esperienze e peculiarità! Fino ad allora continuerò a leggerti con piacere ed eventualmente a confrontarci Da inizio anno per esempio quasi tutti i portafogli dei miei clienti sono allocati su governativi area euro, paesi emergenti in valute forti dollari usa soprattutto ed emittenti forti in valute emergenti come rub try zar brl. Per la parte equity, usa, Bric ed in particolare Russia in valuta locale ma soprattutto azioni del settore aurifero. Non credo ci sia molta differenza coi tuoi portafogli a dimostrazione che possiamo lavorare allo stesso modo e che il paese di residenza o la professione non sono la discriminante. La discriminante sono le idee... quelle buone e le puoi avere tuo come un qualsiasi private banker che lavori onestamente e professionalmente per una realtà bancaria italiana con una solida reputazione nel settore del private banking!

Anonimo ha detto...

Cosa che ti fa pensare che i ratio di scadimento qualitativo dei crediti attualmente considerati in bonis abbia preso una piega diversa in mps? La verita' e' che in assenza di credito bancario facile (debolmente garantito di regola) in Italia tanti non si proverebbe neppure a fare impresa.

Anonimo ha detto...

Io non ci capisco più niente ...ed allora perché le casse dei professionisti hanno detto NEIN ?

ML ha detto...

le case han detto no al mezzanino non all'aumento di capitale come ho scritto nei giorni scorsi

Anonimo ha detto...

bella analisi...bravo Paolo, non ho letto nulla di simile in rete in questi giorni, sono andato a vedere i bilanci e pare proprio che il tuo ragionamento non faccia una piega.

Anonimo ha detto...

Ottima analisi, ma come hai precisato bisogna considerare il contesto macro....MPS potrà sovraperformare il mercato, ma sarà comunque in discesa....come dice il bravissimo Mazzalai, senza mezzo indicatore economico di ripresa globale la vedo dura per tutte le banche da qui a 1 anno almeno...troppo rischioso scommettere..poi forse su quello che rimarrà....
Andrea

Anonimo ha detto...

il capo del fondo atlante ha detto testuali parole che se arriva nuova recessione senza sistemare i npl esistenti il sistema crakka... per me è una corsa contro il tempo perchè entro pochi mesi arriverà nuova recessione...troppo rischio comprare zombie bank

Anonimo ha detto...

si però barrai devi fare con te stesso, in questo post vedi tutte rose e fiori e vedi mega occasioni anche con la fallita mps...2-3 post sotto scrivi che chi tiene i soldi in una qualsiasi banca italiana perderà tutto... se operi in borsa come scrivi son dolori...

Anonimo ha detto...

Bravo Paolo... dimentichi solo una cosa.
Una volta cedute le sofferenze, il rating e i CDS di MPS miglioreranno tantissimo, questo portera' ad un margine molto maggiore grazie alla forte riduzione del costo del funding. Quindi ulteriore manna per l'utile.
Se oggi e' troppo presto per le azioni, dato l'aumento di capitale, secondo me e' invece un ottimo momento per i subordinati, che ne pensi?

ML ha detto...

anonimo delle 12,08 mi dispaice che continuate a non capire la filosofia...
1) i risparmi devono essere detenuti in un posto sicuro e non in una banca come mps o intesa o fineco o fideuram ecc ecc - o meglio in un paese come l'italia
2) questa e' una analisi contrarian che è stata solo abbozzata...ma è fatta di numeri..e non di parole, quindi siete pregati di rispondere con i numeri e non con parole
3) se uno ...a tempo debito..vuol provare una speculazione al rialzo in base a questi numeri..sempre di speculazione si parla..mica si mettono in gioco i risparmi complessivi..cosa che invece fai se detieni i risparmi in una banca italiana
4) sapendo queste cose...e notando che le cose vanno in altre direzioni..sara' sufficiente andare al ribasso...
QUINDI QUESTA ANALISI COMUNQUIE VADA SERVE E SERVE SIA PER COMPRARE CHE PER VENDERE A TEMPO DEBITO MPS.

ML ha detto...

ANONIMO 12,35 si hai ragione..ma il piano puo' ancora salatare..mi raccomando

Anonimo ha detto...

pensi che l'eventuale sconfitta di renzi al referendum possa influire sul piano?

Anonimo ha detto...

Analisi interessante Paolo
mi pare che anche i numeri appena comunicati di Unicredit mettano in luce un redditività superiore alle aspettative.
Certo in termini assoluti sono minori dell'analogo trimestre 2015 ma incorporano già lo scenario da tassi negativi può ancora peggiorare nel 2017?
a questi valori anche incorporando un aumento di capitale di 10ml, per assurdo visto che stanno lavorando per ridurre di molto il fabbisogno di capitale, stiamo comunque parlando di multipli molto vantaggiosi in termini di P/E.
in questi giorni dopo gli stress test POSITIVI si scendeva per i dubbi sulla redditività, dubbi secondo me cancellati dalle trimestrali.
Quanto ci metterà il mercato a correggere questa anomalia o ci sono altri elementi che non stiamo considerando?



Anonimo ha detto...

sconvolgenti parlare di mer....fritta ma andate a zappare che fate meglio...se jp morgan è interessata è perchè vuole nascondere le sue esposizioni che sono di gran lunga maggiori ....Paolo che è colpa della tempesta magnetica....!!!

Stefano Casali ha detto...

Analisi molto bella, soprattutto capibile e non presente da nessuna parte. Devo dirti bravo