L'ITALIA RIPARTE SOLO ATTIRANDO I RICCHI E I BRAVI E CACCIANDO I POVERI E INCAPACI


ZUCCO TRUMP! LA RIVOLUZIONE ABBAI INIZIO, MAKE AMERICA GREAT AGAIN

Mi rendo conto che i commentatori internazionali stanno trattenendo il fiato, perché non ho ancora esternato a proposito delle elezioni americane. Non voglio tenere tutto il mondo sulle spine, quindi esterno. 
1) Lo stato é il problema, non la soluzione, e difficilmente scegliere il frontman di un problema potrá portare a qualche soluzione: invece di pensare al prossimo POTUS, gli americani farebbero meglio ad attrezzarsi per fottere, disintermediare, aggirare, indebolire, sabotare e infine sperabilmente ignorare il problema, cioé lo stato, invece di partecipare con transporto ai suoi concorsi di bellezza interni. Religione e tecnologia sono probabilmente le strade migliori: pregate Dio di distruggere lo stato e sviluppate soluzioni per espandere il mercato nero e la libertá.
2) Anche supponendo che incidere sul problema possa rappresentare una soluzione, o comunque una riduzione del problema, votare é uno dei modi piú irrazionali e superstiziosi di provare a incidere sullo stato. Lo stato é una macchina burocratica che funziona indipendentemente dallo show politico-partitico-elettorale, che ha scopo prevalentemente diversivo, e il voto di una persona ha meno probabilitá di incidere sulla scelta del candidato di quanto una email molto sollecita inviata al candidato vincente abbia chances di modificare le sue politiche (a eccezione forse di elezioni locali con pochi elettori, o del voto espresso dai grandi elettori americani per le presidenziali, e cose simili). Finanziate la NRA per fare lobby, organizzate campagne mediatiche di sputtanamento dei politici avversari, al limite sparate a un Presidente: sono cose che hanno piú effetto sulla realtà.

3) Anche supponendo, in pieno furore superstizioso, che il voto individuale incida sulla scelta dei frontmen politici, e che la scelta dei frontmen politici incida sul funzionamento della macchina statale, non c'é ragione di votare secondo il criterio del "voto utile" e delle idee di "non dispersione": se il vostro voto da solo non incide rispetto a quello della folla indistinta (vedi punto 2, infatti é così), allora é inutile che lo esprimiate, se invece incide, allora a maggior ragione esprimetelo quando é difforme da quello della folla indistinta. Votate gli sfigati del Libertarian Party, piuttosto che due principali partiti statalisti (anche se Gary Johnson alle volte mi sembra statalista come Trump e Clinton, solo un po' piú fissato con le canne e i matrimoni ricchioni: sicuramente nel LP c'era di meglio). 
 Anche supponendo che sia necessario votare uno dei due partiti principali, e quindi ovviamente quello Repubblicano, perché nessuna persona sana di mente vorrebbe mai i Democratici e la Clinton, magari potreste votare contro la scelta iper-statalista del partito: non so se si possa fare il write-in di Cruz o simili (mi sa di no), nel caso fatelo (anche se il suo discorso alla RNC sulla figlia del poliziotto morto era patetico e davvero trash: dovevano fischiarlo per la retorica, non per la mancata sottomissione a Trump, che invece é stata onorevole).
4) Se proprio dovete votare Trump, almeno fatelo per le ragioni giuste: non raccontiamoci cazzate sul fatto che sia contro il big government, per il libero mercato, per le libertá individuali: Trump é l'esatto OPPOSTO, é un chrony-capitalist, sussidiato, protezionista, tassaiolo, welfarista, nazionalista, interventista di tendenze liberal. 
 Votate Trump per il suo vero valore: é simpatico, é un fenomeno, fa ridere, fa capire che la politica non é una cosa seria, fa incazzare di brutto i compagni, smitizza e svilisce le istituzioni, trolla come un Maestro. Votatelo per i video stupendi al SNL, per il suo tweet trollone sul discorso di Melania, per il concetto stesso che la first lady possa essere Melania (stupendo), per il fatto che ci fa divertire e non si prende sul serio, come noi non dovremmo prendere sul serio lo stato (anche mentre lo combattiamo a rischio della nostra vita).
Siccome voi, genti americane che prendete dalle mie labbra, ignorerete i punto 1, 2 e 3...almeno ascoltate il punto 4. Votate Trump, ma 4 da lulz!!! 


CONDIVIDO LE OTTIME ARGOMENTAZIONI DI GIACOMO, TRANNE OVVIAMENTE LA SUA POSIZIONE SU QUELLA TESTA DI....CRUZ...MA MI PERMETTO DI AGGIUNGERE  CHE:
1) QUANDO SIMPATIZZO PER TRUMP NON SIMPATIZZO CERTO PER IL CONCETTO DI STATO . LO STATO (e su questo ho una posizione leggermente differente da Giacomo e meno estremista) AL MOMENTO E' NON SOSTITUIBILE MA DEVE ESSERE RIDOTTO AL MINIMO - SERVE SOLO COME INFRASTRUTURA - LE TASSE SERVONO PER I SERVIZI PRIMARI E IL GOVERNO DEVE SERVIRE PER DIRIGERE L'ECONOMIA E IMPEDIRE CHE TROPPO LIBERISMO CREI PROBLEMI . E QUI CARO GIACOMO LA TUA CONCEZIONE E' TROPPO ESTREMISTA..E HAI IN MENTE UN MODELLO ASSOLUTAMENTE UTOPICO IN QUESTA FASE DELLA STORIA UMANA E DOVRESTI ESSERE PER IL MENO PEGGIO...
2) SIMPATIZZO PER TRUMP NON SOLO PERCHE' E' SIMPATICO, MA PERCHE' E' CONTRO TUTTO QUELLO CHE IO PROFONDAMENTE ODIO: OBAMA, L'AMERICA DEMOCRATICAL NAZISTA DEGLI ULTIMI 8 ANNI, L'ANNIENTAMENTO DELL'UOMO E DEI SUOI VALORI TRADIZIONALI CHE L'AMMINISTRAZIONE OBAMA BANCOCENTRICA PERSEGUE (SOCIAL NETWORKS, APERTURA ALL'ISLAMISMO, PERMISSIVISMO , DEGRADO CULTURALE E SOCIALE DELLE MASSE, REDDITI DI CITTADINANZA, TORRE DI BABELE PER CONTROLLARE MEGLIO)
OBAMA HA UCCISO L'UOMO E LA CIVILTA', L'EUROPA HA SEGUITO TALE POLITICA E STA FALLENDO.
TRUMP MI STA SIMPATICO PERCHE' E' UN UOMO CONTRARIAN A TUTTO QUESTO, HA IL CORAGGIO DELLA DENUNCIA E LA VOGLIA DI METTERE FINE A TUTTO QUESTO.
per il resto è solo un uomo e non dovra' mai essere un idolo o un eroe...lo sai perche'? PERCHE' L'UNICO IDOLO CHE SI DEVE AVERE E' SE STESSI, LA PROPRIA FAMIGLIA, LA VOGLIA DI ESSERE UNICI E SPECIALI, DI ECCELLERE, DI STARE BENE DI VEDER CRESCERE BENE I PROPRI CARI. L'UOMO E' AL CENTRO, L'UOMO E' IL PROTAGONISTA E NON UNA CLINTON (che è profonda nemica di questo concetto)
L'UOMO TRUMP RAPPRESENTA L'UOMO ....E QUESTO MI BASTA.

Share/Bookmark

9 commenti:

Anonimo ha detto...

A me sta simpatico Trump perche' e' l'unico che si rende conto che uno stato che ha una polizia che usa alcuni gruppi di cittadini come bersagli da poligono di tiro, che ha percentuali enormi di popolazione in carcere, che fa piu' esecuzioni capitali di tutti, non puo' andare in giro a dire agli altri come si fa a essere democratici e a rispettare i diritti civili. Se la mentalita' dei presidenti americani degli ultimi 20 anni fosse stata cosi non avremmo tutto sto casino che abbiamo oggi

Anonimo ha detto...

Condivido.
Aggiungo solo che bisogna essere sinceramente individualisti per poter aiutare il prossimo.
Mauro B.

Anonimo ha detto...

Abbiamo finito da molto tempo di appassionarci al politico di turno.
anche perché abbiamo chiaramente capito chi i politici non contano una cippa
Il potere vero è altrove e non viene eletto certamente dal popolo bue.
Saluti

Alessandro ha detto...

Anche se non condivido quasi tutto, Giacomo Zucco vale la pena di dargli grande spazio per il suo coraggio che ha sempre dimostrato come in questo video contro Monti. https://www.youtube.com/watch?v=15A6PlBN0IA
Grande rispetto.

Anonimo ha detto...

Paolo il tuo ragionamento ha basi buddiste : l essere umano al centro cioè se stessi

ML ha detto...

meglio non sapevo che budda mi aveva copiato..

Anonimo ha detto...

MA NON SI VERGOGNA A PUBBLICARE QUESTE AFFARMAZIONI? LE CONSIGLIO DI TROVARSI UN ALTRO PARNER. QUESTO FA LA FINE DI UN SUO VECCHIO AMICO LONDINESE COMPAGNO DI TANTE AVVENTURE.
SALUTI MARCO, L

ML ha detto...

Marco..morto un lettore se ne fanno altri due più intelligenti.

Anonimo ha detto...

Rivoluzione che abbaia non morde:-)