L'ITALIA RIPARTE SOLO ATTIRANDO I RICCHI E I BRAVI E CACCIANDO I POVERI E INCAPACI


SPEXIT E LA DISINFORMAZIONE DILAGANTE

i media europei attaccano cercando di annebbiare la mente dei cittadini post brexit......Ieri hanno tirato fuori un sondaggio che vede la Clinton avanti a Trump di 13 punti percentuali. Meglio cosi' la vittoria di Trump sara' ancora piu' grande (come è accaduto per il brexit)
De resto non si puo' continuare a truccare i voti cosi' come è accaduto in AUSTRIA, il popolo in europa e' arcistufo.

l'unico giornale serio in italia è rimasto IL FATTO che sulla petizione conclamata da tutti i giornalisti prezzolati in italia e in europa ha il coragio di scrivere quello che abbiamo detto noi ieri: Il fronte del Remain non si arrende: oltre 1,8 milioni di firme per la proposta che chiede al governo una nuova consultazione. Una raccolta simbolica, perché per aderire basta autodichiararsi cittadini britannici, senza controprova. (in pratica hanno votato tutti quelli che vogliono mantenere l'europa schiava magari dalla francia o dall'america ecc ecc...di inglesi ..poca roba)
cosi come poche sono le manifestazioni di giovani che vogliono l'europa a londra..sono 4 gatti ma la stampa da risalto cosi come si fa per le manifestazioni studentesche in italia o in europa ..manifestazioni di 4 gatti trasformati in milioni...ridicolo
scrive Repubblica questa mattina: Ppe e Psoe sperano che le paure post referendum li avvantiggino contro Podemos.
Stiamo parlando delle elezioni in spagna e su una cosa possiamo essere sicuri:
- se Podemos avra' piu' voti del previsto (alias Ppe e Psoe ne perderanno di piu' di quanto pensassero) significherebbe che la SPEXIT riceverebbe consensi  e che gli spagnoli apprezzino la brexit piu' di quanto i giornali raccontino e sarebbe una prova della voglia di EURODISGREGAZIONE.
Il referendum inglese ha dato speranza a milioni di spagnoli, milioni di francesi , ma anche milioni di finlandesi, olandesi e anche tedeschi...

Pensate in italia dove hanno lavato la testa all'opinione pubblica negli ultimi anni cancellando ogni partito politico che menzionava la parola EURO ROTTURA (MOVIMENTO A 5 STELLE PER PRIMO....)
Eppure da venerdi sono milioni i cittidini che vorrebbero uscire da questa gabbia e il REFERENDUM di ottobre sancira' la voglia o meno degli italiani di stare in europa pur non avendo un solo partito politico che porti avanti seriamente questa volonta' dei cittadini (a parte salvini che pero' è invotabile)
 
 LEGGETE PASSI DI QUESA INTERVISTA A TRUMP DI IERI, IL FUTURO PRESIDENTE AMERICANO E' AMICO DI PUTIN E DI BORIS JOHNSON. SI PROSPETTA UN NUOVO MONDO E SI DEVE ESSERE PRONTI AD APPLAUDIRLO MA SOPRATUTTO A FARNE PARTE ATTIVA...

DONALD TRUMP:  «Matteo Renzi appoggia Hillary Clinton? Non mi importa, è irrilevante». In attesa di cenare con Rupert Murdoch, arrivato qui forse per sancire la pace in vista delle presidenziali di novembre.
Trump pensa che in Occidente sia in corso una rivoluzione epocale provocata da emigrazione e crisi economica, di cui la Brexit è solo il primo esempio, che lo spingerà alla Casa Bianca;
 «Il popolo ha scelto l’indipendenza, e questa è una decisione comprensibile. I mercati sono sempre agitati, ma la minaccia che li preoccupa davvero è un’altra: il debito da 19 trilioni di dollari accumulato dal presidente Obama, che presto salirà a 21 trilioni. Questo è il vero problema economico degli Stati Uniti, che colpisce le tasche degli americani».

Patetici  sono stati Obama e Hillary, che non hanno capito come sarebbe andato. Il presidente è venuto qui per dire agli inglesi che in caso di Brexit avrebbero dovuto mettersi in fila, per rinegoziare i trattati commerciali, e così ha determinato la sconfitta di Cameron».
Lei ha detto che molti Paesi europei sono pronti a seguire l’esempio della Gran Bretagna. Francia, Italia, Spagna, chi sta nella sua lista delle nazioni che minacciano di far saltare l’intera Unione Europea? «Questi Paesi sono tutti candidati, perché sono in difficoltà. Ma Francia, Italia e Spagna non sono i soli. Ce ne sono molti altri che sono pronti alla loro versione della Brexit. Vedrete».
«Sono stati commessi troppi errori in Europa, dall’immigrazione, alla politica monetaria. L’intero mondo è in tumulto, per colpa di questa leadership e di quella americana, che non sanno cosa fanno».
«Stimavo molto Angela Merkel, e le ho sempre fatto tanti complimenti, fino a quando ha preso quella decisione sciagurata sull’accoglienza dei rifugiati. Così ha trasformato la Germania in un Paese da cui i suoi abitanti vogliono scappare».
Però diversi leader europei, come il premier italiano Renzi, hanno appoggiato Hillary Clinton o preso posizione contro di lei. Stanno leggendo male la realtà, come ha fatto Cameron?
«Renzi non lo conosco neppure, non mi importa. È irrilevante. L’unica cosa importante è avere l’appoggio del popolo americano, che a novembre mi eleggerà presidente».
Molti europei hanno bocciato anche la sua proposta di imporre un bando all’immigrazione islamica negli Stati Uniti. Se un musulmano scozzese o inglese volesse venire in America, ad esempio, lei si opporrebbe?
«Io ho detto che bisogna controllare meglio e fermare l’immigrazione dai Paesi ad alto tasso di terrorismo. Sapete tutti benissimo quali sono».
Lei critica la Merkel, cancelliera di un Paese alleato degli Stati Uniti, e invece si scambia complimenti con il leader russo Putin, che sta sfidando l’America. Non è una posizione singolare, per un candidato alla Casa Bianca? 

«Quando sarò presidente, io avrò ottimi rapporti tanto con la Merkel, quanto con Putin. Avrò ottimi rapporti con tutti i Paesi europei, che amo e considero alleati importanti».
Però ha appena detto che l’Unione europea è destinata a sgretolarsi, e molti suoi membri sono pronti a seguire l’esempio della Gran Bretagna.
«Gli abitanti del Regno Unito hanno rivendicato la loro indipendenza, il diritto di decidere come governare il Paese e determinare il proprio destino. Mi sembra che questa sia una cosa in generale positiva. Lo sgretolamento dell’Europa invece è un dato di fatto, non una mia opinione. Dipende dagli errori commessi dalle sue leadership inadeguate». 


RICORDO CHE LA BLOCKCHAIN E IL BITCOIN SONO STRUMENTI DI LIBERTA' INDIVIDUALE CHE VANNO CONTRO LO STATALISMO , IL CENTRALISMO, IL CONTROLLO A TUTTI I COSTI DI PERSONE PERBENE E CONTRO LO STRAPOTERE DELLE BANCHE. QUINDI 

Share/Bookmark

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Intanto la Scozia con il suo 60% si rendera' indipendente e rimarra europea.

Thomas Covenant l'incredulo ha detto...

quoto al 100%

Daniele Balatti ha detto...

Grazie Paolo sei l'unica fonte di informazioni al di fuori del sistema!

Alex ha detto...

E saranno tutti c.... loro e poi pure nostri.