L'ITALIA RIPARTE SOLO ATTIRANDO I RICCHI E I BRAVI E CACCIANDO I POVERI E INCAPACI


I TASSI SPIEGANO MOLTO BENE QUELLO CHE STA ACCADENDO...

 Il rendimento del decennale americano è sceso a liveli che non si vedevano da anni, siamo all'1,56%. Allo stesso tempo il rendimento di un bund tedesco ha toccato ieri il record di rendimento nagativo dello 0.033%.
In pratica  da inizio anno i tassi a 10 anni in america sono passati dal 2,20 all'1,56% con un taglio secco dello 0,65%. Nello stesso tempo in germania il taglio e' stato identico, ovvero pari allo 0,65%.

se lo spread trade fra titoli americani e titoli tedeschi rimane identico..non cosi' capita con i BTP infatti il rendimento di un decennale italiano ieri era identico al rendimento di un btp a inizio anno.
Questo vuol dire che lo spread fra titoli italiani e titoli tedeschi e' aumentato di circa uno 0,6%
stessa cosa per i titoli di altri paesi dell'europa dei pigs.
cosi' accadendo il rendimento del paniere dei titoli di stato europei e' aumentato rispetto al rendimento dei titoli usa. Questo aumento dei rendimenti dovrebbe portare ad avere un euro piu' forte rispetto al dollaro questo almeno direbbero gli algos...ma...ma



Ma la BCE sta stampando e compra a go go titoli pubblici e non pubblici al ritmo di 80 miliardi al mese..ma sopratutto dopo il voto su BREXIT qualcuno comincia a prezzare il rischio disgregazione europa,....che porterebbe gli spread a volare e il dollaro a diventare VALUTA RIFUGIO insieme allo Yen.
Per evitare tutto questo  mi aspetto una cancellazione del rialzo dei tassi per il 2016 da parte della fed gia' in settimana e una manovra di politica economica espansiva da parte della bank of japan.
Nel frattempo la svizzera gia' venerdi e' intervenuta  a mani basse..la banca centrale ha acquistato tutti gli euro che poteva nel tentativo di non fare rafforzare la moneta..
INSOMMA PREPARIAMOCI A TASSI SEMPRE PIU' NEGATIVI E A PROTEGGERE I RISPARMI DALLE ANOMALIE CHE QUESTO COMPORTERA'







Share/Bookmark

1 commento:

Unknown ha detto...

Oro bitcoin e un po' di grains