L'ITALIA RIPARTE SOLO ATTIRANDO I RICCHI E I BRAVI E CACCIANDO I POVERI E INCAPACI


ANCORA SULLA BCE: ACQUISTO DI AZIONI E BUY BACKS..

La Banca centrale europea non ha terminato gli strumenti a disposizione per offrire sostegno all'economia e continuerà a intervenire fino a quando l'inflazione non si porterà in area 2%, il target previsto da Francoforte. E' quanto ha detto l'esponente del consiglio direttivo della Bce, Erkki Liikanen, che si è aggiunto al coro di banchieri centrali espressisi a difesa dell'istituto centrale e del pacchetto di stimoli varati  da Francoforte. "Abbiamo fatto ciò che era essenziale in questa situazione ma è chiaro che la capacità di intervento della Bce non è finita", ha messo in chiaro Liikanen in un'intervista con la tv finlandese Mtv. "Abbiamo capacità e strumenti se necessario".
Ricalcando le parole di ieri del presidente Mario Draghi, il banchiere finlandese ha detto: "continueremo ad agire fino a quando l'inflazione non si porterà poco sotto il 2% nel medio periodo".

L'acquisto di obbligazioni corporate di fatto porta la BCE a investire nel settore privato...di fatto la prossima mossa potrebbe essere l'acquisto DEL MERCATO AZIONARIO.
To the extent this week’s ECB decision marks a shift towards private sector asset purchases, the ammunition the ECB has expands hugely. Assuming the ECB will be willing to navigate eventually into other private sector asset classes, the asset universe for QE purchases could expand to include uncovered bank bonds, bank loans and equities.
Le aziende trarranno vantaggio nell'avere un compratore dei loro bonds di ultima istanza. i tassi rimarranno bassi a lungo e i fondi verranno utilizzati per aumentare i BUY BACK azionari.
corporations would take advantage of the ECB-guaranteed IG bid to issue debt and, having nothing else to do with the proceeds, use the funds to buyback their own stock, a rerun of what has been happening in the US for the past 4 years. The ECB’s corporate bond program will result to lower financing costs and more limited financial distress over time. This coupled with elevated Equity Risk Premia will increase the incentive for European companies to buy back their own shares. We thus see a higher chance that share buyback activity will improve in Europe from its current dormant phase
 Il mercato del corporate debt in europa e' gia' sottile..per la BCE non sara' facile fare shopping in un mercato gia' poco liquido. In realta' alcune grandi aziende potrebbero decidere di emettere quantita' di debito in dose massiccia per approfittare di questa situazione unica...con operazioni di emissione a TASSO FISSO.
Another implication of the ECB corporate bond purchase program is related to the liquidity of the European corporate bond market. Under what conditions will prospective ECB purchases be damaging for the liquidity of the European corporate bond market?
The capacity of the ECB to purchase corporate bonds is also a function of the how the primary market responds to ECB buying. The primary market issuance is running at a rather slow pace of around €12bn a month currently. So again assuming ECB primary market purchases of 5%-10% of issuance, would add another €1bn per month of potential ECB buying. This capacity would naturally expand if the ECB program manages to bolster issuance going forward, e.g. if it manages to induce corporates to buy back their own equity.
Without an expansion of primary market capacity, the above analysis suggests that a feasible purchase pace by the ECB in order to avoid damaging the liquidity and the functioning of the European corporate bond market too much is between €3.5bn to €6bn per month 

interessante poi, come sempre l'analisi di ICEBERGFINANZA da non perdere 

Share/Bookmark

Nessun commento: