UNA VOLTA NELLA VITA CAPITA LA GRANDE OCCASIONE! CARPE DIEM!


RENZI....RINASCIMENTALE!

IMU - Abolizione dell’imposta sull’abitazione principale, anche sulle case di lusso adibite ad abitazione principale, nonché sui terreni agricoli 
TASI - Scompare la TASI nelle seguente situazioni: 
• in caso di immobile destinato dal proprietario ad abitazione principale per sé e la propria famiglia; 
• in caso di immobile affittato dal proprietario, ma destinato dall’inquilino (possessore) ad abitazione principale per sé e per i propria famiglia. 

Taglio aliquota IRES - Previsto dal 2017 il taglio dal 27,5% al 24% dell’IRES, salvo anticipare la riduzione al 2016 se verrà concessa una maggiore flessibilità nei conti da parte dell’Unione europea. 

Super ammortamenti per i beni acquistati dal 15 ottobre
 – Misura particolarmente  favorevole alle imprese, che mira a consentire il super ammortamento al 140% che dovrà essere ripartita in modo lineare sulla vita utile del bene. Da quanto si apprende la misura agevolativa si applicherà ai beni acquistati nel 2016 e anche quelli acquisti nell’ultimo trimestre del 2015 a partire dal 15 ottobre.
IMBULLONATI il D.l.  punta ad escludere dal computo della rendita per il calcolo IMU quella categoria di impianti e macchinari meglio nota come “imbullonati”, risolvendo di fatto una annosa questione da tempo dibattuta.
Aumento del limite dei ricavi per i forfettari - Nella bozza della Legge di Stabilità 2016 vengono introdotti dei nuovi limiti di ricavi per il regime forfettario aumentando le attuali soglie (diversificati sulla base dell’attività svolta) con un incremento di 10.000 euro per tutti che diventa di 15.000 euro per i professionisti aumentando così il limite per quest’ultimi a 30.000 euro. 

Bonus edilizi prorogati per il 2016 - Il disegno di Legge di Stabilità 2016 varato dal governo nella giornata di giovedì 15 ottobre proroga di un anno, fino al 31 dicembre 2016, la detrazione Irpef del 65% per gli interventi di efficientamento energetico e del 50% per le ristrutturazioni e l'acquisto di mobili ed elettrodomestici. 

Sale il limite del contante - Tra le novità dell’ultima ora contenute nel disegno di Legge di Stabilità 2016 spicca l’aumento del limite del contante dai 999,99 euro attuali a 3.000,00 euro. 

Assegnazione beni ai soci: nuova opportunità - Il Legislatore reintroduce la possibilità di far fuoriuscire gli immobili pagando una imposta sostitutiva
• delle imposte sui redditi e dell’IRAP pari all’8%; 
• che diventa dal 10,5% se la società risulta di comodo in almeno due dei tre periodi di imposta precedenti a quello in corso al momento della assegnazione. Nelle precedenti versione della norma le società di comodo erano escluse dalla possibilità di fruire della norma agevolativa. 
Per quanto riguarda il socio, si prevede che l’eventuale distribuzione di utili in natura sia esclusa dall’ambito applicativo dell’art. 47 del Tuir.
Rivalutazione dei beni aziendali e rivalutazione di quote e terreni da parte delle persone fisiche - Relativamente alla rivalutazione di quote e terreni il disegno di legge ripropone la possibilità, per le persone fisiche, le società semplici e gli enti non commerciali, di rideterminare il costo di acquisto di terreni e partecipazioni che possono produrre effetti sulla determinazione delle plusvalenze tassabili, ai sensi dell'art. 67, D.P.R. 917/1986 (Tuir).

Per quanto riguarda la rivalutazione dei beni d’impresa il d.d.l. di stabilità 2016 prevede:
• l’adeguamento dei valori di beni e partecipazioni già risultanti dal bilancio dell’esercizio 2014 e ancora posseduti al termine di quello successivo;
• il versamento di un’imposta sostitutiva:
- del 16% per i beni ammortizzabili;
- del 12% per quelli non ammortizzabili (terreni e partecipazioni).
• la possibilità di affrancare la riserva in sospensione d’imposta contabilizzata a fronte della rivalutazione versando un ulteriore tributo del 10 per cento. 
IRAP in agricoltura e pesca - Abrogazione IRAP per attività agricole e di pesca. 

Iva e procedure concorsuali - Si da la possibilità di rettificare l’imposta sul valore aggiunto al momento dell’apertura del fallimento del soggetto debitore e non sarà più necessario attendere la ripartizione dell’attivo fallimentare. Un’accelerazione che di fatto si traduce in una maggiore chance di liquidità per i creditori in quanto possono detrarre l’Iva dall’importo dovuto (e quindi versare di meno) o chiederla a rimborso. In questo modo, tra l’altro, si realizzerebbe un intervento in continuità con quanto già avvenuto per le imposte dirette, per le quali la deduzione delle perdite su crediti non riscossi può avvenire all’apertura del fallimento. 

Art-bonus - Viene reso permanente e fissato al 65% lo sconto fiscale introdotto dall’art bonus, il credito d’imposta a favore di chi aiuta la cultura.


Share/Bookmark

4 commenti:

Anonimo ha detto...

che ne pensi di questo articolo Paolo ?
https://it.finance.yahoo.com/notizie/italia-verso-bancarotta-finita-festa-143000264.html

ML ha detto...

AVEVO GIA' RISPOSTO..STAI PIU' ATTENTO

http://ilpunto-borsainvestimenti.blogspot.it/2015/10/il-re-buffo-e-anche-nudo.html

Anonimo ha detto...

Articolo da aggiornare come era evidente, inoltre arriva ulteriore mazzata per le seconde e terze case...conseguenza sarà ulteriore crollo mercato edilizio...saluti e complimenti per le informazioni

Anonimo ha detto...

ma che dici uno che mette in bolletta il canone della rai ..ma va la ...
la rai dovrebbe andare criptata solo chi paga ed è in regola può vederla il contrario di quello che vuol fare il re buffo renz x non dire altro