UNA VOLTA NELLA VITA CAPITA LA GRANDE OCCASIONE! CARPE DIEM!


cashlessway..E' un movimento che puo' considerarsi la rovina dell'italia che vuole rinascere oppure una associazione degna di premio nobel? cashlessway se li conosci li eviti ..almeno come eviti bersani o quello del fatto quotidiano...si quello che si atteggia in televisione da superfigo..o la gabbanelli..quella che attacca solo quando i buoi sono scappati.....vedi MPS...INTANTO CASHLESSWAY SI METTE O NO CONTRO IL GOVERNO DI RENZI ?(ATTENZIONE ALLE AZIENDE CHE SOSTENGONO CASHLESSWAY....FORSE VOGLIONO ANDARE CONTRO IL GOVERNO???)

prima di tutto..a due giorni dal lancio della campagna quelli di CASHLESSWAY hanno raggiunto solo 39 firme alle ore 23.46 di domenica come potete vedere dal sito:  

petizione

noi di contante libero ne abbiamo raccolte 15.000 anzi potete ancora sottoscrivere il nostro manifesto di liberta'

 il sito: CONTANTE LIBERO
SONO PAZZI TUTTI COLORO CHE NON VOGLIONO L'AUMENTO DEL CONTANTE a 3000 euro?
NON SONO PAZZI..MA FORSE SONO SEMPLICI LOBBISTI ALLA MERCE DI CHI LI PAGA ?  O SONO DEI FILOSOFI CHE LO FANNO SOLO PERCHE' CI CREDONO....SENZA ALCUN SCOPO DI LUCRO O DI PROFITTO?  chissa'....mistero lascio a voi giudicare
E INTANTO RIEMPIONO LE PAGINE DEI GIORNALI E DEI LORO BLOG...DELLE LORO AFFERMAZIONI  CHE MAGARI POTREBBERO UN GIORNO ESSERE BEN PAGABILI DALLE ISTITUZIONI BANCARIE STESSE
ma cosi' comportandosi non sono forse contro il volere del governo di renzi? e se si mettono contro il volere del governo..non si mettono forse contro la possibile rinascita dell'italia???
ragionate...del resto chi ha fatto allontanare le barche dai porti italiani per andare in quelli francesi o croati? chi ha fatto si che le auto di alta cilindrata non venissero piu' comprate in italia? chi ha voluto che migliaia di imprenditori chiudessero le loro aziende...migliaia di imprenditori fossero obbligati a delocalizzarsi in altri paesi allontanando ricchezza dall'italia...e distruggendo il bel paese?
forse gli stessi che hanno ridotto il contante contro ogni logica di liberta' individuale e nel tentativo di controllare tutto in modo da essere sempre piu' potenti....loro stessi..???
CashlessWay

chi la pensa a favore della limitazione del contante e 1000 euro  puo' ANDARSENE IMMEDIATAMENTE DAL MIO BLOG..QUALSIASI TENTATIVO DI COMMENTARE CRITICAMENTE VERRA' BANNATO E CHI LO FARA' VERRA' PESANTEMENTE INSULTATO...
IN EUROPA PRIMA DEVONO FARE UGUALI TASSE PER TUTTI !!!! SOLO ALLORA POTRANNO AUMENTARE O RIDURRE IL CONTANTE....CHI NON CAPISCE QUESTO....CAPISCE DI ECONOMIA....l'italia deve poter competere ad armi pari con il resto d'europa..altrimenti perde sempre in partenza....e non capirlo e' cosa molto grave....
renzi sta lavorando bene ed ecco che questi pseudogruppi lobbistici escono allo scoperto cercando di accoltellare l'operato di un governo saggio...cosi' come fece bruto contro giulio cesare...
RENZI VUOLE ALZARE I LIMITI PER IL CONTANTE A 3000 EURO.  UN GRUPPO IN RETE VUOLE, fin dalla sua nascita,  AZZERARE L'UTILIZZO DEL CONTANTE...SI CHIAMA CASHLESSWAY..
ECCO COSA MI E' ARRIVATO NELLA MAIL:
"
DA: cw@cashlessway.com
CHIEDIAMO L'OBBLIGO PER I COMMERCIANTI DI ACCETTARE PAGAMENTI CON CARTA
Dopo l'annuncio di Renzi di voler alzare il limite all'uso del contante da 1000 a 3000 euro, CashlessWay ha lanciato una petizione pubblica per chiedere al Presidente del Governo di introdurre l'obbligo per i commercianti di accettare pagamenti con carta.
Firmare questa petizione è un dovere in nome del diritto di tutti gli italiani che per onestà e razionalità vorrebbero usare la moneta elettronica per tutti i pagamenti.
testo:
Presidente Matteo Renzi,
Lei ha annunciato di voler riportare il limite del contante a 3.000 euro per dare slancio all'economia, limite che oggi è di 999,99 introdotto nel 2011 dall'allora Presidente Monti.
Lei sa bene che i 41 milioni di italiani che nel 2014 hanno presentato la dichiarazione dei redditi, hanno guadagnato in media 16.213 euro; l'82% di questa cifra è dichiarata da lavoratori dipendenti o pensionati (oltre il 30%).
Questa grandissima parte di Italia non è interessata direttamente ai limiti sul contante perché non è nelle condizioni né di poter evadere, né di poter acquistare abitualmente beni di alto di gamma o di lusso.
Per sostenere quindi il DIRITTO di usare i pagamenti elettronici, nel rispetto di quei cittadini che per onestà e razionalità vogliono poterlo fare, Le chiediamo di:
INTRODURRE L’OBBLIGO DI LEGGE PER I COMMERCIANTI 
DI ACCETTARE I PAGAMENTI CON CARTA,

IMPONENDO SANZIONI A COLORO CHE NON SI ADEGUANO.

L’attenzione e il sostegno non deve essere dato solo ai commercianti!
Preme ricordare che TUTTI i cittadini italiani devono sostenere un costo per la gestione del contante che si aggira intorno a 8 miliardi di euro l’anno, costo che non comprende le conseguenze patologiche che il contante genera come per esempio il sommerso, l’evasione e i drammi causati dalle rapine, raccontate ogni giorno su tutti i giornali.
Egregio Presidente Matteo Renzi, la Legge di Stabilità deve prevedere l’introduzione della sanzione per tutti i commercianti che si rifiutano di accettare pagamenti con carta.
E’ imperativo che in tema di pagamenti l’Italia dimostri di voler allinearsi al

resto dell’Europa e se da una parte alzare il limite per l’utilizzo del contante

a 3000 non lo è, obbligare per legge i commercianti ad accettare la moneta

elettronica, è sicuramente un modo per farlo.

Grazie"
PREMESSO CHE IL COSTO DELLA MONETA ELETTRONICA è ABNORME....PENSATE CHE OGNI TRANSAZIONE PORTA UN VANTAGGIO ALLE BANCHE DAL 2% AL 5%..altro che 8 miliardi di costi...del contante...pensate al costo del consumatore quando paga con la carta di credito
PREMESSO CHE IN EUROPA NON SI VA NELLA DIREZIONE AFFERMATA DA CASHLESSWAY
PREMESSO CHE LA MAIL DI CASHLESSWAY E' PIENA DI INESATTEZZE CATTO COMUNISTE
PREMESSO CHE LA TASSAZIONE ASFISSIANTE IN ITALIA NON DEVE DURARE PROPRIO COME DICE RENZI
PREMESSO CHE PROPRIO MARIO MONTI E' STATO UN ROVINA PAESE  E NON CERTO UN EROE CON INTERVENTI CHE HANNO DISTRUTTO IL SISTEMA ITALIA...ALLONTANANDO TANTA DI QUELLA RICCHEZZA ...DA FAR PAURA...
E SOPRATUTTO PREMESSO CHE L'UOMO DEVE ESSERE LIBERO E NON CONTROLLATO...CHE SI DEVE PUNIRE GLI ERRORI E NON REPRIMERE L'ECONOMIA...E CHE CON IL CONTROLLO A PRIORI SI UCCIDE LA LIBERTA' E IL LIBERO ARBITRIO....

SIAMO IN UN PAESE UCCISO DALLE REGOLE DALLA BUROCRAZIA E DALLE TASSE...DOVE LE PERSONE DEVONO RECUPERARE LA FIDUCIA IN SE STESSI E NELLE ISTITUZIONI...E SOPRATUTTO DOVE SI DEVE RIPORTARE LA GENTE A PENSARE IN TERMINI DI ECCELLENZA E PROFITTO....
E QUINDI DOBBIAMO ESSERE IN GRADO DI COMPETERE A PARI LIVELLO CON GLI ALTRI PAESI EUROPEI DOVE LA LIBERA CIRCOLAZIONE DEL CONTANTE VIENE SANCITA COME UN VALORE E NON COME UNA COSA CATTIVA..


MERCATO LIBERO DIEDE VITA DUE ANNI FA AL MOVIMENTO CONTATE LIBERO ED ECCO LA NOSTRA RISPOSTA A TANTA DEMENZA:

 Punti per Il Contante Libero 

1- Eliminare o limitare il CONTANTE è un grave atto contro la libertà dei cittadini.

2- Eliminare o limitare il CONTANTE significa affidarsi a canali elettronici tenuti sotto controllo da poche entità che avrebbero in mano il monopolio dei mezzi di transazione finanziaria. La Moneta Elettronica è assolutamente lecita ed assai utile e comoda ma deve rimanere una Libera Scelta.

3-Eliminare o limitare il CONTANTE è un “regalo” alle Banche ed alla Finanza che guadagnano su tutti i pagamenti, salvo quelli in contanti.

4- Eliminare o limitare il CONTANTE significa colpire un MEZZO di pagamento semplice, efficace, poco costoso e uguale per tutti.

Affidarsi ai canali elettronici significa altresì dover sottostare al pagamento di commissioni ad ogni atto di pagamento. 100 euro in contanti dopo 100 passaggi di mano sono sempre 100 euro. 100 euro elettronici dopo 100 passaggi sono diventati 45 euro. 55 euro sono “svaniti” per finire in mano a Banche&affini.

5- Eliminare o limitare il CONTANTE significa perdere la proprietà diretta e MATERIALE dei propri risparmi che diventano virtuali, sotto la tutela ed il controllo di terzi. E’ pertanto possibile, con un semplice click, impedirci di accedere alla nostra liquidità o di prelevare i nostri risparmi, che appartengono solo a noi ed a nessun altro. In tempi di Grande Crisi e di rischio Default questo punto è quanto mai vitale ed importante.

6- Eliminare o limitare il CONTANTE significa infliggere un durissimo colpo al nostro diritto alla PRIVACY.

“L’occhio di una telecamera” ci spierebbe 24 ore su 24, rendendoci soggetti non solo ad un controllo pervasivo ma anche arbitrario, in baliaalle imprevedibili evoluzioni socio-politiche della Storia. Immaginate se un domani questo potere finisse in mano ad un novello Hitler o Stalin, o peggio, ad un banchiere.

7- Eliminare o limitare il CONTANTE è contro la natura dell’uomo: otterrai solo un fiorente mercato nero.

8- Eliminare o limitare il CONTANTE come misura di Lotta all’Evasione è un’assurdità che nasconde i veri scopi dei promotori di questa “crociata”: il contante è un MEZZO ad ampia diffusione che solo marginalmente viene usato in modo illegale. La vera evasione passa attraverso ben altri canali, quasi tutti elettronici e sotto il controllo delle banche.

9- Invertendo lo slogan delle lobbies che vogliono eliminare il contante, possiamo affermare che “La difesa del contante è una vera e propria battaglia di civiltà” (e di libertà).

10- PER IMPEDIRE CHE AVVENGA L’ELIMINAZIONE DEL CONTANTE bisogna diffondere le nostre critiche razionali e far sentire il nostro grido di protesta e disapprovazione.



MA CHI SONO QUELLI DI CASHLESSWAY...

PRIMA DI TUTTO SONO FORSE PERSONE CHE CERCANO DISPERATAMENTE UN RUOLO POLITICO...E /O ECONOMICO...? LO FANNO PER PURA' SOLIDARIETA' ' PER IL BENESSERE SOCIALE? PERCHE' LO FANNO...DOMANDATEVELO...PURO SERVIZIO SOCIALE E CIVILE? FORSE ..MA DOMANDARSELO E' PIU' CHE LECITO...

Geronimo Emili2GERONIMO EMILI, President – @geronimoemili






Andrea Begnini

ANDREA BEGNINI, Vice President
FRANCO ASQUINITreasurer
LODOVICO ARTONI
GIULIA ARANGUENA – @maiameraime
RAFFAELE BARBERIO – @rafbarberio
ANDREA DE MATTEIS – @dematteislex
GIANLUIGI DE STEFANO – @gianluigidestef
ALESSANDRO ERMOLLI
PIETRO GUASTAMACCHIA – @ilpiotr
ALESSANDRO LONGONI – @alexlongoni
LEONE OUAZANA
ALESSANDRO MELONCELLI
SANDRO PELLO’
GIANNI RIOTTA – @riotta
GIOVANNI VATTANI – @giovattani

E POI ECCO I LORO SPONSOR...BENE...QUESTI SPONSOR SARANNO VERAMENTE CONTENTI CHE QUESTI DELLA CASHLESSWAY  FACCIANO QUESTA PETIZIONE COSI' PERENTORIA E FORTE METTENDO IN DIFFICIOLTA' IL GOVERNO?
MAH....NON SO...FORSE DOVREBBERO PRENDERE POSIZIONE A FAVORE O A SFAVORE DI RENZI E QUINDI DECIDERE DI METTERE IL LORO LOGO INSIEME A UNO CHE VUOLE IMPORRE AL GOVERNO COSE CHE IL GOVERNO HA DECISO DI NON PERSEGUIRE...

CashlessWay


Share/Bookmark

30 commenti:

Anonimo ha detto...

Grande Barrai !!!
Condivido al 100 per 100
Sono stato tra i firmatari di "CONTANTE LIBERO" ed ero a Bologna ad ascoltarla
assieme a Gorini, Carbone e tutti gli altri.
Abolire il contante è un passo verso la dittatura. Chi non lo capisce non
comprende i meccanismi che governano la nostra società. PENSATECI BENE.
Mauro3

Anonimo ha detto...

fosse per me lo riporterei a 12500 euro
Fabrizio

Anonimo ha detto...

quel pezzo di merda di bersani lo voleva abbassare a 100 euro!!!!
ma dove vive nel burundi? deve andà in culo lui e tutti coloro che lo hanno votato!
ancora io Fabrizio

Anonimo ha detto...

Le banche hanno dapprima creato la moneta a debito per ricattare i vari governi mondiali e adesso cercano di imporre in modo subdolo la totale dittatura, costringendoci con la scusa dell'evasione, ad usare esclusivamente questa forma di pagamento, in modo da detenere la totalità della ricchezza liquida in proprio possesso e dare così il colpo finale alla guerra finanziaria/valutaria in corso...alla faccia della libertà e del libero scambio dei mercati!
Se io produco ricchezza e la deposito presso qualcuno e questo qualcuno la può usare a piacere proprio per sempre, sarebbe corretto che per ogni pagamento con carta è questo qualcuno a pagarmi una commissione su ogni transazione per incentivarmi a scambiare ricchezza ed a mantenerla presso il suo caveau!
Un Nuovo Iscritto

Anonimo ha detto...

siiiii....ma quali 3000....w il denaro libero w il casch...il denaro guadagnato onestamente è libero è ci faccio quello che c...mi pare.volendo mi ci potrei pulire anche il sedere.Grande Paolo anche io ho firmato per contante libero,w mercato libero.

Anonimo ha detto...

Togli il link per firmare la ripetizione!!!!!

geronimo emili ha detto...

Primo: Nel tuo articolo 1 parli di libertà. Perché io non sono libero di usare la carta?
Secondo: Chiedi donazioni per sostenere le tue idee. Perché non sono libero di farlo col cash? Quando ti serve la usi la carta e paypal.

Anonimo ha detto...

Non commento per non coprirli di insulti.
Viva il contante libero. Firmatario della petizione per il contante libero fra i primi 70!!
Marco ax

Anonimo ha detto...

VIVA RENZI
Viva il CONTANTE LIBERO.

Anonimo ha detto...

Io ho gia mandato una mail all'associazione scrivendo quanto siano RIDICOLI!!!

Stefano Bassi ha detto...

Pazzesco come in FallitaGlia la maggioranza illiberale ragioni in bianco o nero...
Uno dice semplicemente che non è giusto eliminare o limitare pesantemente il contante ex-lege come canale alternativo di transazione
e subito l'italiota dice che sei contro carte di credito paypal etc
senza nemmeno leggere il manifesto di contante libero dove si spiega chiaro che non c'è nessuna CONTRARIETÀ da parte dei fondatori verso i canali elettronici...

Comunque solo un pensierino aggiuntivo sulla questione
pensate ad un bel Mondo cashless...e pensate se la Grecia di qualche mese fa fosse stata cashless...come sarebbero stati felici i correntisti ellenici...
;-)
certo che gli italioti sono proprio MASOCHISTI ed amano rinunciare alle loro libertà e sottomettersi al Master per farsi frustrare/inculare...o più semplicemente non usano il cervello...

ML ha detto...

geronimo scusami per prima , non avevo visto che ti eri firmato! quindi rispondo con gentilezza visto che tu sei stato molto gentile e corretto:
1) io non dico di abolire le carte o paypal....
2) mentre il tuo movimento è per abolire il contante (cashlessway...)
nel caso specifico della petizione, è vero che tu non stai dicendo di abolire il contante ma solo di IMPORRE come obbligatorio l'uso di sistemi di incasso elettronici.
io credo che un operatore debba poter essere libero di far pagare la propria merce e i propri servizi come ritiene piu' opportuno......
cosi' come si fa in svizzera...e in parti civili nel mondo. ILa repressione non è mai un bene....un bene è il perseguire le regole e punire chi le viola....
ogni volta che si impone delle cose...a priori.....si tarpa la liberta' economica
semmai una bella battaglia sarebbe da fare sulla giustizia e sui meccanismi di punizione di chi viene beccato a evadere...per non parlare dei tempi
e poi sull'evasione dei grandi e non dei piccoli ...che spesso per colpa della crisi e' di pura sopravvivenza
e poi una battaglia sarebbe da fare sulla assoluta uguaglianza del sistema fiscale e di welfare in europa...quella si che e' una battaglia corretta.
ma non si deve uccidere una economia che sta provando a ripartire con una politica come la vostra.

a disposizione per un confronto civile quando desider

Stefano Bassi ha detto...

Com'è scritto chiaramente nel manifesto in 10 punti di CONTANTE LIBERO (che ho scritto io...)
al punto 2: ....La Moneta Elettronica è assolutamente lecita ed assai utile e comoda ma deve rimanere una Libera Scelta......
CONTANTE LIBERO non è contro la moneta elettronica ma contro l'eliminazione del contante: mi sembra molto diverso no? ;-)
Contante Libero è iniziativa che si basa su un concetto LIBERALE dell'economia e dell'uomo.
Dunque non vuole imporre nulla a nessuno, l'imposizione è prerogativa degli illiberali.

Aggiungo a margine...
pensate se la Grecia di qualche mese fa fosse stata cashless...
pensate come sarebbero stati felici e "rilassati" i correntisti ellenici...
Rifletteteci su...
;-)

Anonimo ha detto...

Appena ho conosciuto la tua iniziativa ho firmato x il contante libero.
Denaro contante=libertà.
Che ognuno sia libero di pagare come vuole, anche utilizzando il contante; per quanto mi riguarda alzerei il limite sopra i 3000 euro.
LIBERTA'!

Anonimo ha detto...

i commercianti sono già obbligati per legge ad accettare su richiesta del cliente i pagamenti elettronici se superiori a EUR 30.
Mi sembra una petizione inutile, chi glielo dice?
Giuseppe

Geronimo Emili ha detto...

Giuseppe, i commercianti sono obbligati ad avere un pos e ad accettare, è vero, su richiesta del cliente pagamenti elettronici. Però non esiste nessuna sanzione nel caso questo non accada, quindi di fatto l'obbligo non può essere esercitato. Si tratta quindi di una legge a metà.
In altre parole, la mia libertà di pagare con moneta elettronica, non c'è.
La petizione intende quindi portare all'attenzione la necessità di una sanzione, perché così com'è non serve.

E' un fatto che entro 10anni le transazioni, anche quelle più piccole, verranno fatte attraverso moneta elettronica. Questo non è in discussione. Possiamo parlare di costi, ok, o di privacy, che essendo un diritto assoluto, non è in discussione. Ma il contante sta diventando sempre di più obsoleto.

Può darsi che la circolazione del contante non sia correlata all'evasione, ma è estremamente complicato evadere senza cash. Può darsi che non sia correlata alla criminalità, ma è inutile una rapina se non c'è cash. E può darsi che sia sia insopportabile convivere con costi evidenti dell'epayment ma mi chiedo quanto lo sia con lo 0.52 del pil che svanisce per gli esorbitanti costi del contante fisiologici e patologici.

Ognuno è libero di fare la propria scelta, io esigo di esercitare la mia e di pagare con carta o con altri strumenti quando ne ho voglia perché da un punto di vista di interesse individuale lo ritengo più sicuro, comodo ed economico e da un punto di vista collettivo penso sia più sano. Sono pronto a rinunciarci in molti casi, sono disposto a comprendere che in alcune economie parallele come quelle depresse del suditalia non sia ancora possibile.

Il costo della carta è legato alla sicurezza, alla tutela e al valore aggiunto che ti offre, i quasi 200 euro a testa che tutti gli italiani, o italioti come qualcuno si diverte a chiamarli, devono pagare ogni anno per la gestione del cash, il costo più alto in europa, è insopportabile.

Sono numeri e fatti. Voi ne avrete altri e avrete altre opinioni. Ma la differenza tra voi e me è che voi siete liberi di pagare ovunque col cash, io non lo sono con la carta. E questa non è libertà.

Gli insulti corrispondono alla pigrizia di non argomentare o a una posizione viscerale e irrazionale che non sono interessato ad affrontare.
Grazie

achille costa ha detto...

Ciao
Sottoscritto CONTANTE LIBERO perche' non si puo' fare altro....Io vorrei capire quale e' quel coglione dei 39 che ha sottoscritto Cashless !!...anche se un'idea ce l'ho ! con sponsor ABI !...ma porca tro@@a possibile che un minimo di cervello la gente non lo fa funzionare !!!...un minimo !!!!

Anonimo ha detto...

Veramente il mítico Bomba che qui lodate a sproposito, visto che il suo sgoverno é il peggiore a memoria d'uomo, ha proposto una roba molto piu' illiberale di questa: la giustifica dei prelievi bancomat! La storia del contante libero é una cosa che non c'entra nulla coi limiti di prelievo o come nel caso in esame, coi limiti di pagamento. Io in vita mia non ho mai e dico mai pagato piu' di 300 euro cash! E sfido chiunque di voi a dire di aver fatto il contrario...il nero é nero e quindi non c'entra nulla, qui si parla di acquisti registrati, se paghi in nero nessuno contabilizza nulla e quindi paghi in contanti qualsiasi cifra. In realta' il limite di pagamento cash, che io fisserei a 300 euro personalmente, serve ad una cosa che ne' voi ne' il bomba , che in un paese normale farebbe il pagliaccio al circo, avete capito. E se Paolo mi pubblica il commento ne scrivo un altro e ve lo spiego.
Gianni

ML ha detto...

do atto a geronimo di aver avuto coraggio a venire nella TANA DEL LUPO a confrontarsi. siete pregati di non insultarlo . si e' presentato in maniera non anonima e ha esposto con chiarezza la sua posizione . quindi massimo rispetto.
non condivido il COSTO DEL CONTANTE....infatti le banche da sempre lo hanno sopportato e quindi non vedo perche' mutare questa struttura...anche perche' il costo della moneta elettronica è ribaltata sul consumatore e diventa profitto per il sistema bancario ...o diventa profitto per la maggior parte delle societa' che appoggiano cashlessway.
la moneta elettronica avrebbe il DIRITTO di competere con il contante solo se fosse anche lei gratuita.
vorrei poi sottoporre il peso del sistema fiscale italiano rispetto a quelli di mezza europa....non possiamo sopportare di avere in europa una estonia o una romania dove le tasse sono bassissime e una italia dove sono altissime. un individuo che apre una panetteria nel centro di tallin lavora la meta' di quello con lo stesso negozio a milano.
questo di che è disonesto da parte dell'europa....migliaia di piccoli negozi fanno FATICA ad arrivare a fine mese proprio perche' oberati da tasse indicibili...il contante per loro e' sopravvivenza.
ammirerei un movimento per portare in tutta europa la stessa tassazione invece che favorire di fatto la delocalizzazione di impresa e la desertificazione del territorio italico solo per favorire uno stato assetato di sangue e il sistema di pagamenti bancari..
IL DIROTTO al pagamento con moneta elettronica ....lo capisco, ma solo in linea teorica...è molto peggio l'obbligo a non spendere piu' di mille euro in contanti....mentre in paesi limitrofi questo limite non esiste.
l'accanimento di cashlessway contro il diritto alla liberta' dell'individuo lo trovo sbagliato. se invece cashlessway si battesse per il contante SENZA LIMITI e insieme a questo le carte di credito e i pagamenti elettronici senza limiti...mi sarebbe piu' simpatico.
io pato dal concetto che una volta pagate le tasse i soldi siano miei e miei solamente...quindi essendo miei posso usarli come voglio...uno stato in difficolta' mi controlla? vuol dire che e' alla frutta...il suo problema non e' il controllo della piccola evasione..il suo problema è che le banche italiane stavano saltando e dovevano diminuire il contante...
se lo stato diventa sicuro e ben gestito, se si combatte la mafia la droga e la prostituzione in nero, invece di metterla nel pil...di fatto legalizzandola....se le tasse sono corrette rispetto ai servizi ottenuti...STAI CERTO CARO GERONIMO CHE IL CONTANTE NON DIVENTA UN PROBLEMA.
il problema caro geronimo è capire perche' tu stia facendo questa battaglia..e noi tutti crediamo che non sia per pura filosofia o bene comune ma ci sia dietro un interesse si alcune parti della societa' che vogliono prevalere su altre..e questo non mi piace assolutamente.

ML ha detto...


Renzi , ovvero il governo della ripresa economica, ha fatto una scelta importante ...quella di sputtanare le scelte di monti....affermando di fatto che fu un terribile errore...
il vostro movimento sta andando contro le scelte del governo...e chiedere ora l'obbligo del pos per i piccoli commercianti infischiandosene dei punti da me introdotti precedentemente è contro il volere di renzi e quindi contro la ripartenza di un paese messo in ginocchio non dalla crisi MA DA MARIO MONTI uomo dei poteri di bruxelles che ha favorito la svendita del paese e il suo impoverimento con almeno 200.000 persone fr aimprenditori, giovani talenti e benestanti che sono stati costretti ad abbandonare il paese ...portando via ricchezza ...e 1 milione di immigrati che li hanno malamente sostituiti creando disagi e poverta'.
una politica che riporti in italia imprenditori, benestanti e giovani di talento deve ripartire dal FAVORIRE IL PROFITTO DIFFUSO contro il profitto di pochi centri di potere bancocentrici e lobbistici.
chi difende l'interesse di pochi contro il benessere dei piu'...non puo' considerarsi che come un parassita

Anonimo ha detto...

Si il governo della ripresa per il culo, ma per favore...i giovani vanno via perche' da sempre siamo un paese di cialtroni, in perenne ricerca di visibilita'...ahi serva Italia di dolore ostello, non donna di province ma bordello, lo scriveva un certo Alighieri 6 secoli fa! Non van certo via per il pos o perche' non possono comprarsi l'iPhone in contanti! E quando parli di obblighi per i commercianti ti notizio del fatto che in questo paese tra licenze, divieti, ordinanze, tasse sui rifiuti e quantaltro l'obbligo del pos é l'ultimo dei problemi...ma proprio l'ultimo, vale lo 0,1 % per un commerciante...il limite sul contante serve a cercare di tracciare gli acquisti per rendere realmente operativo lo spesometro, non serve ad altro, ne' ad eliminare il nero, ne' a favorire le banche, in realta' nemmeno per lo spesometro serve, a meno che non si mette un limite a 5 euro, ma parliamo dei problemi come problemi e delle minkiate come questa come minkiate, senno' é inutile tutto...
Gianni

ML ha detto...

anche il grande alberto forchielli risponde a quelli di cashlessway...per fortuna abbiamo dei sani di mente


Alberto Forchielli
1 h ·
Eran 3.000, erano giovani e forti, ma sono morti? Viva la libertà economica!! Complimenti Bersani, ancora una volta ci INGULAG!!

Stefano Bassi ha detto...

ecco anche il mio punto di vista ;-)
molto pacato (stranamente...) ah ah ah!...
http://www.ilgrandebluff.info/2015/10/pensate-se-la-grecia-fosse-stata.html

Anonimo ha detto...

Per Geronimo:
“Giuseppe, i commercianti sono obbligati ad avere un pos e ad accettare, è vero, su richiesta del cliente pagamenti elettronici. Però non esiste nessuna sanzione nel caso questo non accada, quindi di fatto l'obbligo non può essere esercitato. Si tratta quindi di una legge a metà.
In altre parole, la mia libertà di pagare con moneta elettronica, non c'è”

Geronimo, nel mondo reale se il cliente vuole pagare con carta e il commerciante non ha il POS, la vendita è persa quasi sempre. L’artigiano che ha prestato servizi probabilmente riscuoterà in tempi da definire.
Queste motivazioni sono certe , le sanzioni sono una probabilità. Ogni esercizio ha il POS e le sarà possibile pagare con carta quando vorrà, semplicemente chiedendo di farlo.
La petizione mi sembra inutile per questo e non intendo indagare sul perché sia stata così formulata, personalmente non ho preferenze nei pagamenti, ma ognuno deve essere libero di pagare come vuole, il tetto al contante non dovrebbe esistere e le carte andrebbero accettate per qualsiasi cifra, anche inferiore ai 30 euro.
Lei sta difendendo soltanto una posizione e questo non è un esempio di libertà individuale.
Giuseppe

Loris ha detto...

Io ho firmato dall'inizio, viva il contante, viva la libertà!

Anonimo ha detto...

La battaglia contro il contante è una battaglia IDEOLOGICA. E' una battaglia contro la proprietà privata e quindi contro la libertà dell'uomo. E la stessa ideologia totalitaria la troviamo alla base delle battaglie contro l'esenzione della tassa sulla casa, auto, ecc.
Il contante (seppur sotto lo stretto controllo della Banca Centrale che può tassarci con l'inflazione) è uno strumento fisico utilizzato per rappresentare il valore del nostro lavoro. Ripeto, si tratta di proprietà privata in quanto lo possiamo detenere fisicamente. Ostacolarne il possesso equivale quindi ad ostacolare una delle principali libertà dell'uomo.
Già il contante è controllato dalla Banca Centrale; se poi diamo la possibilità ad altri (banche, governi, ecc.) di avere il totale controllo fisico dei nostri risparmi... Dio ci salvi. Viviamo in un REGIME TOTALITARIO e non ce ne rendiamo conto perché non studiamo più la Storia.
Diceva John Locke: "Il governo non ha altro fine che proteggere la proprietà".
Simone

Anonimo ha detto...

personalmente sono favorevole che si possano dedurre le spese delle riparazioni di casa propria e di eventuali altri immobili posseduti dalla dichiarazione dei redditi.oltre che le spese mediche e altro.deve essere conveniente per il contribuente farsi fare la fattura. il limite a 1000 non è un deterrente, perchè chiunque può ritirare i soldi un po alla volta e pagare la riparazioni in contanti. evidentemente si vuole la botte piena e la moglie ubriaca perchè non si fa.la botte piena è quello che si paga già di tasse

Anonimo ha detto...

Eliminare il contante significa creare nuova disoccupazione: centinaia o migliaia di falsari si troverebbero senza lavoro...
Viva la stampa individuale di moneta. Viva il contante libero.

Anonimo ha detto...

La VITTORIA ASSICURAZIONI, compagnia assicurativa guidata da Roberto Guarena ha già deciso di aderire da anni per la quota di competenza (detiene il 48% di Sint), alle operazioni che porteranno il capitale di Sint fino a 5 milioni da un milione di partenza. A cascata anche Movincom spa (Sint ne controlla il 96,8%).
Il vive presidente di MOVINCOM è Gregorio Acutis, e come sapete la Vittoria Assicurazioni è di ACUTIS CARLO, noto già ai tempi di Calvi, per la guerra sulla TORO ASSICURAZIONI.
MA COME MAI LA VITTORIA CUSTODISCE TANTI SEGRETI? VEDIAMO QUANTO È BRAVO DOTTORE.

ML ha detto...

con la tecnologia utilizzata daMovincom spa l'utente può pagare con
un semplice sms in qualunque luogo si trovi, senza dover avvicinare il cellulare a
un Pos.